Archivi Mensili: gennaio 2020

Claudio Valerio, il paesaggio dipinto tra osservazione della realtà e rivelazione degli arcani

Il giovane artista, insignito del Premio finalisti al Nocivelli 2019: "È il primo di una serie di lavori nata dalla riflessione fatta sull’idea di paesaggio. “Paesaggio” inteso come spazio pittorico su cui si manifestano avvenimenti, attraverso un punto di vista totale che vuole suggerire una visione panoramica-panottica. Testimonia ciò che la pittura rappresenta per me. Io credo che la Pittura non sia una mezzo ma un Ente portatore di significato che dialoga con l’artista"

Leggi Articolo »

Aurora consurgens – Gli ultimi misteriosi mesi di Tommaso d’Aquino, diventato alchimista

La psicanalista junghiana Marie Louise Von Franz, che ha edito e studiato la parte visionaria del testo ritiene plausibile l’attribuzione e la collega alle vicende degli ultimi mesi di vita di Tommaso, quando visse una svolta estrema, sotto il profilo del pensiero. L'alchimia indicava profondità all'apparenza insondabili in cui non esisteva opposizione tra fisica e mistica; e rilevava la presenza di Dio, in emanazione, in ogni parte dell'universo

Leggi Articolo »

Vincenzo Zancana, patogenia. Una pietra calcarea sbriciolata rivela la propria materia costitutiva

Il giovane artista, vincitore del Premio finalisti al Nocivelli 2019: "Tramite un processo manuale che sfrutta la meccanicità della stampante e lo scanner l’oggetto viene plasmato attraverso la sua stessa matericità. Le strisce in carta plastificata prendono forma in una loro autonomia adagiandosi sopra parti in plexiglas come fossero lembi di pelle. L’opera diventa così il lascito di uno sviluppo riflessivo sul legame che ognuno di noi ha (seppure in maniera latente) con le proprie origini".

Leggi Articolo »

Jeanne e Modigliani: amore, pittura e morte come un colpo di fulmine

Un legame molto intenso, una grande storia d'amore e di pittura che va oltre la morte. Jeanne Hébuterne, divenuta poi artista e compagna di Modigliani, è nata Meaux , in Seine-et-Marne , in Francia , il 6 aprile 1898 ed morta suicida a Parigi , il 25 gennaio 1920, a 21 anni. Le quotazioni dei disegni e dei dipinti di Jeanne Hebuterne

Leggi Articolo »

Davide Viggiano, corpo-flusso. Un’opera d’arte realizzata con un tessuto ricavato dal mais

Il giovane artista insignito del Premio finalisti al Nocivelli 2019: "L’opera fa parte di una serie intitolata “corpo flusso”. L’abito diventa casa-contenitore del corpo, un guscio che lo avvolge e protegge. Esso è pelle artificiale che si aggiunge a quella naturale, diventando un tutt'uno con essa. Un corpo fluttuante senza identità fisse che si modifica all’infinito. L’opera si compone da una fitta trama in Pla (polimero termoplastico biodegradabile ricavato dal mais), quasi a ricreare piccole strutture cellulari che nell’insieme creano una membrana porosa"

Leggi Articolo »

Il pene commentato da Leonardo. Il pinchellone ingombrante, insubordinato e ribelle che..

L'analisi che Leonardo dedica all'organo sessuale si muove tra il senso fastidioso di ingombro e di insubordinazione del pene e la celebrazione del "ministro della specie umana". Il foglio risalirebbe al 1508, quindi al periodo della maturità dell'autore. Leonardo, nel 1508, aveva 56 anni. Scrive: "Molte volte capita che l'uomo dorma e che lui sia sveglio. Così come capita che l'uomo sia sveglio e sia lui a dormire. Molte volte l'uomo vorrebbe usarlo, ma lui non vuole. Molte volte lui vuole e l'uomo glielo vieta. Quindi pare che questo animale abbia spesso un'anima e una mente separati, rispetto a quelli dell'uomo. E sembra che, sbagliando, il maschio si vergogni di nominarlo. Anzi: lo copre e lo nasconde, anziché onorarlo e mostrarlo con solennità, considerando il fatto che è il ministro della specie umana".

Leggi Articolo »

Periodo blu di Pablo Picasso – Sai i segreti, le fonti e le ossessioni dell’esordio parigino?

Il blu, che gli ricava dal tonalismo del Greco, non è soltanto dolore, com'è stato sottolineato più volte impropriamente, ma introspezione, ricerca di un valore spirituale. Un guardarsi dentro omerico. Non per nulla alcuni personaggi che egli rappresenta sono ciechi.L'azzurro-blu sta peraltro avanzando ampiamente nella cultura visiva tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento come rappresentazione simbolo delle profondità delle psiche che, proprio in quegli anni emergono sia in modo scientifico, attraverso Freud, che secondo modalità magico-religiose, con il massimo sviluppo della teosofia

Leggi Articolo »

Chi era Aldo Borgonzoni, pittore internazionale nonno di Lucia. Polemica per i quadri donati alle Sardine

Giambattista Borgonzoni, iscritto al Pd e critico nei confronti delle scelte politiche della figlia, nei giorni scorsi ha regalato alle "sardine" alcuni dipinti del proprio padre.  Scriveva Arturo Carlo Quintavalle nel 2007:«…l'artista è certo uno dei maggiori esponenti della pittura realista in Europa, ma opera su un versante particolare, quello che piega verso l'espressionismo tedesco al quale dagli anni tardi '50 e '60 unisce precise tangenze con la pittura informale…»

Leggi Articolo »

Danae divarica le gambe alla pioggia d’oro. Nel letto. Iconografia, significato e storia

Sciolto ogni velo di pudore, Gustav Klimt, che adorava le donne e che ha lasciato centinaia di disegni erotici di grande livello, affrontò il mito di Danae sciogliendo ogni reticenza.Lavorando all'interno di un quadrato, cioè nel formato perfetto che egli prediligeva, l'artista viennese inscrisse lo splendido corpo del personaggio mitologico, portato sulla linea del presente da ciò che rimane degli abito e da una calza di seta, scivolata dalla gamba, verso la caviglia

Leggi Articolo »

Lisa Martignoni. Metamorfosi del materiale e dello spazio, intrecciando le camere d’aria

La giovane artista, insignita del Premio finalisti al Nocivelli 2019: "La scelta di “In to the void”, invece di altri lavori, per il concorso “Premio Nocivelli” é dovuta al fatto che questa opportunità da la possibilità all’indagine di linguaggi alternativi non ordinariamente classificabili nei settori artistici classicamente definiti. Inoltre lo spazio scelto per questa esposizione permette riflessioni e concretizzazione di tecniche di allestimento, nel quale i lavori vengono collocati, in alternativa a luoghi più comuni quali : gallerie, spazi espositivi, musei (...). Un'opportunità, un'esperienza, quella del premio Nocivelli, diversa e interessante".

Leggi Articolo »