Archivi Mensili: maggio 2020

Paul Gauguin: come dipingeva, lo stile, le tecniche e perché lasciò l’Impressionismo e l’Europa

La perdita del senso religioso della vita, il dominio della scienza e della tecnica avevano creato un senso di profonda inquietudine in una piccola parte della società francese. L’uomo era davvero un meccanismo biologicamente perfetto destinato al nulla? L’istante, come momento irripetibile, da vivere fino in fondo - che risultava centrale, peraltro, nella poetica impressionista - aveva definitivamente cancellato il concetto di eternità? L’umanità doveva affrontare un vuoto senza ideali?

Leggi Articolo »

Il significato della coccinella nel linguaggio dei simboli. Come realizzarla in segnalibro. Il video

Per quanto scarsamente utilizzata nell'arte antica, la coccinella è un simbolo positivo molto presente nella cultura contemporanea, dopo aver vissuto una stagione leggendaria fortunata tra i bambini delle altri epoche. E' certamente, ancor più della farfalla, l'animaletto più pop del mondo. Il Rosso-ferrari della livrea, le allegre decorazioni a pois, la semplice forma emisferica, il musetto di "semplice" produzione, la sua attinenza visiva con la Coca Cola, lo rendono assolutamente un oggetto molto raffigurato nella cultura popolare e industriale del Novecento. Esso significa, gioia, pulizia, correttezza, bontà, amore. La Coccinella era ed è considerata un insetto portafortuna specie quando associata al quadrifoglio

Leggi Articolo »

Adele Lo Feudo, psicomachia al femminile. Interrogarsi pittoricamente su sé

L'artista: "Ho sempre pensato che un quadro non fosse solo fatto di estetica , bella presenza, ma anche e soprattutto di contenuti. Il contenuto è fondamentale per me. Ogni opera deve includere un messaggio con risvolti sociali da trasmettere, avere poesia ed emozionare. Chi vuole raggiungere traguardi deve inevitabilmente soffrire e questo aspetto della vita è molto presente in tante mie opere che parlano spesso di fragilità, sofferenza, soprusi, ma anche di sogni e speranze".

Leggi Articolo »

I pittori del Trecento dipingevano anche con estratti di aglio e formaggio. Come e perchè?

E’ difficile immaginare che mescolate ai colori, nascoste tra le pennellate, si possano nascondere quelle sostanze che solitamente si trovano nelle cucine delle nostre case: l’aglio e il formaggio, per esempio... La sapienza antica era in grado di coinvolgere anche i cibi nella produzione di sostanze importanti per la pittura, soprattutto come leganti facilmente da reperire e duttili sotto il profilo operativo

Leggi Articolo »

Il figlio le regala biglietto della Lotteria. Lei vince un Picasso. Com’è stato possibile?

Tanta fortuna e nessun inghippo. Il Picasso è un Picasso vero. L'opera - “Nature morte” del 1921 - vale un milione di euro. Ad aggiudicarsi il dipinto del pittore spagnolo, è stata un'italiana, Claudia Borgogno, 54enne di Ventimiglia. Per Natale, il figlio, Lorenzo, le aveva donato il biglietto. Il dipinto è una composizione geometrica che raffigura un giornale e un bicchiere di assenzio. I fondi, più di 5 milioni di euro raccolti grazie a partecipanti provenienti da più di 100 paesi, saranno destinati alla creazione e al rafforzamento di progetti di accesso all’acqua potabile e di igiene per aiutare le comunità più vulnerabili in Africa

Leggi Articolo »

Inediti – Caravaggio erotico. Donne, donne, verità e segreti erotici nei dipinti. Le novità

In quest'intervista Maurizio Bernardelli Curuz, specialista del Caravaggio, mette in luce le nuove acquisizioni compiute dal proprio gruppo di ricerca nell'ambito delle criptofigure erotiche in Caravaggio, individuandone una funzione espressiva e il ruolo semantico. Evidenzia la forte connotazione eterosessuale del materiale recuperato.Indica poi, una linea di continuità tra la massima presenza di figure erotiche ambigue nei dipinti e le opere che furono collezionate dal Marchese Vincenzo Giustiniani

Leggi Articolo »

Sai quante sono tutte le opere prodotte da Pablo Picasso?

E' certamente una stima presuntiva, che si basa però su dati basilari come il numero delle opere conservate dall'artista nelle proprie case, sulla circolazione di mercato e su una valutazione dell'impegno produttivo annuale, moltiplicato per gli anni di fervido lavoro. Picasso ebbe una capacità profonda di incidere sul Novecento, anche grazie all'altissimo ed elevatissimo rapporto quantità-qualità. L'artista catalano divenne un fenomeno di massa e, nonostante il valore elevato delle sue opere, coinvolse indirettamente, come propri sostenitori, tutti coloro che possedevano anche un lacerto di un disegno

Leggi Articolo »