Home / Aneddoti sull'arte / Lo splendido quadro del pittore che dipinse i gatti più viziati del mondo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Lo splendido quadro del pittore che dipinse i gatti più viziati del mondo

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995>

a gatti
Carl Kahler (1855-1906) Gli amanti di mia moglie, olio su tela, 177,8 x 258,4 cm
LEGGI

La storia di quella che è stato definita come “una delle più belle opere che rappresentano gatti, nel mondo” (Oakland Tribune, 4 febbraio 1930, p. 50), risale agli anni Novanta dell’Ottocento, quando il dipinto fu commissionato a un ottimo pittore di animali Carl Kahler, da una ricca signora, amante dei gatti, Kate Birdsall Johnson di San Francisco, che ne ospitava un’infinità, ma che, per il dipinto ufficiale, ne scelse 42, ai quali riservava un trattamento regale.
La signora Johnson ospitava ben 350 gatti nella sua residenza estiva, circondata da terreni per 3000 acri, a Buena Vista, in California. Lì, i suoi animali domestici erano curati da una truppa di garzoni, appositamente assunti per servire lo stuolo dei felini e soltanto in questa mansione continuamente occupati. Ogni gatto aveva un nome e veniva addestrato a muoversi in direzione di chi lo chiamava. Allegri pappagalli e cacatua avevano il compito di tenere allegra la combriccola.


Nel 1891, la signora Johnson, dopo aver visto alcune opere di Kahler, austriaco di nascita, pittore specialista in cavalli – aveva dipinto diverse corse equestri in Australia e Nuova Zelanda, dove aveva lavorato per sette anni – decise che quell’uomo avrebbe dovuto cantare i gatti come principi. Non sarebbero bastate le fotografie. La milionaria voleva qualcosa di celebrativo, ricco di emozioni e di colori. Mentre era a San Francisco, l’artista fu invitato a visitare la fattoria dei gatti della signora Johnson. Anche se Kahler non aveva mai dipinto un gatto, Kate Johnson lo assunse con un lucroso contratto triennale. L’artista lavorò per introiettare le forme dei simpatici felici e i toni serici dei loro manti: schizzi, bozzetti, osservazioni prolungate, ritratti dedicati ai singoli soggetti. E l’apoteosi giunse con il grande quadro che qui vediamo, che venne intitolato “Gli amanti di mia moglie”, denominazione che, evidentemente fu imposta, con molta ironia, dal marito della signora Johnson, che doveva essere estenuato dall’eccessiva passione collezionistica di Kate. Lei aveva davvero una mania per i felini e acquistava sia le rezze raffinate che i soggetti dal manto e dal comportamento particolare.
Il gatto seduto al centro della composizione era stato chiamato Sultano ed era il preferito. La signora Johnson l’aveva visto durante un viaggio a Parigi e l’aveva trovato irresistibile. Lo voleva ad ogni costo. Così pagò 3 mila dollari, una cifra che anche oggi è elevata ma che, a quei tempi, era stratosferica. La bestiola aveva attratto la sua fantasia, ma le era stato detto che la bestiola non era in vendita. La milionaria aveva chiesto quale fosse il suo valore.


Il proprietario aveva sparato una cifra altissima e lei l’aveva raddoppiata. Sultano era effettivamente un gatto molto bello. Grande ed elegante, era dotato di un mantello bruno marrone con tocchi di giallo. Il petto era bianco e faceva ardere di luce gli ampi occhi verdi. Il gatto alla sinistra di Sultano dovrebbe essere Sua Altezza, una superba bianca Angora con gli occhi blu. Sua Altezza appare in un altro dipinto di Kahler, seduta su un tavolo coperto con una tenda blu di seta, con ricami giapponesi. Insieme a Sultano e e Sua Altezza , quaranta altri felini completano questo straordinario ritratto di gruppo; le pose, le espressioni ele posture furono, come si diceva, acquisite in singoli disegni creati da Kahler nell’arco di tre anni. Non doveva esserci soltanto una somiglianza fisica; ma il pittore avrebbe dovuto cogliere anche il carattere di ogni singolo “amante” della signora Kate.
a gatti

Il quadro fu prestato in occasioni di esposizioni d’arte o fu trasportato a fiere di felini, riscuotendo un grande successo. In breve tempo furono ricavate 9.000 stampe che vennero vendute in pochissimo tempo. Nel 1949 il Cat Magazine definì l’opera come “il più grande dipinto del mondo dei gatti.”. Ma questa non è la fine della storia. Anche dopo la sua morte la signora Johnson continuò ad amare i suoi gatti; lasciò a loro 500.000 dollari di eredità per garantire cure perpetue e ogni comfort. Il quadro è stato recentemente venduto da Sothebys a 826mila dollari.

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

I messaggi cifrati nel quadro dell’Apparizione della Madonna della Stella del Romanino

“Quella Venere è volgare, ha il sedere grosso”. Hayez: “Ho copiato le forme della ballerina Carlotta”

587 Condivisioni
Condividi587
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp