Home / News / A Firenze “L’ Elettrice Palatina e l’ultima stagione della committenza medicea in San Lorenzo”
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

A Firenze “L’ Elettrice Palatina e l’ultima stagione della committenza medicea in San Lorenzo”

Al Museo delle Cappelle Medicee di Firenze, dall’8 aprile al 2 novembre 2014, la mostra nata per rendere omaggio all’Elettrice Palatina, l’ultima discendente del ramo granducale mediceo

Rendere omaggio all’Elettrice Palatina, l’ultima discendente del ramo granducale mediceo, è un atto dovuto per le molteplici ragioni che legano gli ultimi anni della sua vita – successivi alla morte del fratello e ultimo granduca Medici Gian Gastone – alla vita presente e futura del suo Stato, alla cui salvaguardia ella dedicò il “Patto di famiglia”, quel fondamentale documento che ha garantito la tutela e la conservazione del patrimonio dei Medici nella loro città e nel loro Stato.

Jan Frans van Douven (Roermond, 1656 - Bonn, 1727) Cinque scene di vita di corte a Düsseldorf; L’Elettrice Palatina in atto di danzare, vestita ‘alla spagnola’ 1699, olio su tela Firenze, Palazzo Pitti, Galleria Palatina

Jan Frans van Douven
(Roermond, 1656 – Bonn, 1727)
Cinque scene di vita di corte a Düsseldorf; L’Elettrice Palatina in atto di danzare, vestita ‘alla spagnola’
1699, olio su tela
Firenze, Palazzo Pitti, Galleria Palatina



L’idea della mostra è nata da un progetto che nel 2012 ha visto la collaborazione tra i Musei REM di Mannheim – che hanno voluto onorare la memoria dell’Elettrice che in Germania visse e regnò a seguito del matrimonio con l’Elettore Palatino Johann Wilhelm von Pfalz Neuburg, dal 1691 al 1716 – il Museo delle Cappelle Medicee, la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’ Università degli Studi di Firenze con le Soprintendenze per i Beni Archeologici della Toscana quella per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per la Provincia di Firenze e l’Opificio delle Pietre Dure. Tale progetto portò fra l’8 e il 22 ottobre del medesimo 2012, alla verifica dello stato di conservazione dei resti mortali dell’Elettrice e al risanamento della sepoltura, oltre al restauro di parte dell’importante corredo funebre.
Il Museo delle Cappelle Medicee ha voluto rendere noti al pubblico i risultati di quella ricerca e di quei restauri con questa mostra, incentrata in particolare sugli ultimi anni di vita dell’Elettrice.

Giusto Suttermans (Anversa, 1597 - Firenze, 1681) Ritratto di Anna Maria Luisa de’ Medici bambina 1670, olio su tela Firenze, Galleria degli Uffizi, depositi

Giusto Suttermans
(Anversa, 1597 – Firenze, 1681)
Ritratto di Anna Maria Luisa de’ Medici bambina
1670, olio su tela
Firenze, Galleria degli Uffizi, depositi

Tra gli esiti di quell’intervento di verifica della sepoltura e delle spoglie dell’ultima erede dei Medici si presenta in mostra il recupero di due medaglie d’oro, due monete e la targa dedicatoria, per la prima volta visibili al pubblico. Ma non solo. L’esposizione vuole anche mettere in luce quanto Anna Maria Luisa fece per l’arte e la politica di Firenze dal 1737, ossia dalla morte del fratello Giangastone, al 1743, anno della sua stessa scomparsa, presentando novità e vere rarità emerse da nuovi studi e ricerche successi all’esposizione monografica dedicata all’Elettrice, a cura di Stefano Casciu nel 2006 (La principessa saggia. L’eredità di Anna Maria Luisa de’ Medici Elettrice Palatina).

Giusto Suttermans (Anversa, 1597 - Firenze, 1681)  Ritratto di Francesco Maria de’ Medici con la governante Elena Gaetani Borromei 1663-1664, olio su tela Volterra, Museo di Palazzo Viti, Collezione Viti

Giusto Suttermans
(Anversa, 1597 – Firenze, 1681)
Ritratto di Francesco Maria de’ Medici con la governante Elena Gaetani Borromei
1663-1664, olio su tela
Volterra, Museo di Palazzo Viti, Collezione Viti

La mostra si articola in cinque sezioni che intendono presentare al pubblico eterogeneo del Museo delle Cappelle Medicee la personalità della Principessa: L’infanzia e gli anni giovanili al Poggio Imperiale, nella quale saranno brevemente illustrate l’educazione e la prima giovinezza di Anna Maria Luisa trascorsa alla villa medicea di Poggio Imperiale con i fratelli Ferdinando e Giangastone, con lo zio Francesco Maria e con la nonna Vittoria della Rovere; La giovinezza e il matrimonio che si apre con il bel ritratto di Anna Maria Luisa come Flora, opera di Antonio Franchi, e che illustrerà il matrimonio con l’Elettore Palatino del Reno Johann Wilhelm nel 1691, e il lungo soggiorno in Germania, dove la coppia svolse un intenso mecenatismo, ben rappresentato dalle commissioni a Bartolomeo Van Douven, autore della celebre Allegoria degli Elettori palatini come protettori delle Arti, presente in mostra. La terza sezione, Il rientro a Firenze e l’impegno per la chiesa di famiglia, rappresenta il nucleo centrale dell’esposizione e illustra gli anni immediatamente successivi al ritorno a Firenze dell’Elettrice dopo la morte del marito, avvenuta nel 1716. Sono anni che toccano da vicino il complesso di San Lorenzo con commissioni importanti e significative, volute dalla stessa Anna Maria Luisa, che saranno qui presentate alla luce di nuovi documenti “politici”. Dopo il “Patto di famiglia”, nello stesso 1737, la Principessa dette avvio all’ultima stagione della committenza medicea nella grande fabbrica laurenziana: “furono messe in moto da Anna Maria Luisa iniziative di mecenatismo di ampio respiro concentrate appunto in San Lorenzo, con la costruzione del campanile, la dipintura della cupola della basilica, il progetto di decorazione della volta della Cappella dei Principi (poi non attuato): si trattava di tutta evidenza, da parte sua, di concludere un ampio ciclo di interventi avviato dal remoto avo collaterale Giovanni di Bicci tre secoli prima, al servizio della insigne basilica e della magnificenza pubblica della famiglia” (Cristina Acidini).

Jan Frans van Douven (Roermond, 1656 - Bonn, 1727) Cinque scene di vita di corte a Düsseldorf;  L’Elettrice Palatina in abito ‘alla tedesca’ 1691-1700 ca, olio su tela  Firenze, Palazzo Pitti, Galleria Palatina

Jan Frans van Douven
(Roermond, 1656 – Bonn, 1727)
Cinque scene di vita di corte a Düsseldorf; L’Elettrice Palatina in abito ‘alla tedesca’
1691-1700 ca, olio su tela
Firenze, Palazzo Pitti, Galleria Palatina

Chiude la mostra la quinta sezione, Gli epigoni, con la morte avvenuta il 18 febbraio 1743, nella quale incisioni e pubblicazioni dell’epoca illustreranno le cerimonie legate a quell’evento, i commenti e le reazioni della città. In questa sezione saranno anche esposti il calco tridimensionale del volto dell’Elettrice, le medaglie d’oro e altri oggetti rinvenuti nella sua tomba.

Arte e Politica
L’ Elettrice Palatina e l’ultima stagione della committenza medicea in San Lorenzo
Sede espositiva
Museo delle Cappelle Medicee
Periodo della mostra
8 aprile – 2 novembre 2014

Prezzo biglietto
Intero € 8.00 (comprensivo dell’ingresso al Museo)
Ridotto € 4.00 per i cittadini dell’Unione Europea tra i 18 ed i 25 anni
Gratuito per i visitatori sotto i 18 e i cittadini dell’Unione Europea sopra i 65 anni

Orario della mostra
Lunedì – domenica 8.15 – 16.50
Chiuso la seconda e la quarta domenica del mese, il primo, il terzo e il quinto lunedì del mese
La biglietteria chiude 30 minuti prima del Museo

Informazioni e prenotazioni
Firenze Musei tel. 055. 294883
La prenotazione per i gruppi scolastici è gratuita e obbligatoria

Servizio didattico per le scuole
Visita guidate per le scolaresche solo su prenotazione.
Costo di € 3.00 ad alunno.
Per prenotazioni ed informazioni Firenze Musei 055.290112

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Una notte nel bosco. Quando diavoli, caproni, donne e uomini facevano l’amore. Le opere di Gouty. Video

Fai clic. Lente magica per ingrandire. Notte, lampi, tuoni, energia elettrica. Russolo, divisionista-futurista