Home / News / Achille Glisenti, il rigoroso
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Achille Glisenti, il rigoroso



Come ricorda Luigi Capretti, Achille Glisenti (1848-1906) “rinunciò a continuare l’attività industriale di famiglia per costruirsi una robusta formazione accademica, che gli consentì poi una brillante carriera professionale, gratificata da riconoscimenti in Italia e all’estero e anche dai risultati economici”.

Il dipinto che presentiamo qui in fotografia prima e dopo l’intervento di restauro conservativo appartiene alla tipologia pittorica dell’autore riconducibile agli anni Settanta dell’Ottocento, ed è esposto alla mostra a lui dedicata aperta nella sede dell’Aab fino al 9 gennaio 2008, e curata dallo stesso Capretti con Francesco De Leonardis.

L’opera, eseguita ad olio su tela di importante dimensione (cm 97,5×70,5), rappresenta l’interno di un castello trentino, parzialmente diroccato ma ancora ricco del fasto architettonico di un tempo: in primo piano spicca una figura maschile che lavora con un falcetto. La qualità dell’impianto compositivo, caratterizzato da una forte resa luministica, manifesta le indubbie qualità del quadro, che giungeva in laboratorio in uno stato di conservazione visibilmente compromesso. Il dipinto era già stato interessato da un parziale restauro, in realtà piuttosto maldestro, accompagnato da alcuni ritocchi ad olio stesi a spatola a guisa di stuccatura. La tela di supporto si presentava “stanca” ed allentata, marcando sulla superficie le tracce del telaio sottostante. L’opera mostrava inoltre uno spiccato appesantimento chiaroscurale causato da un denso strato di sporco superficiale fortemente coeso, associato ad una vernice protettiva ormai alterata che impediva la regolare lettura della qualità pittorica. Il restauro conservativo è consistito principalmente nella rimozione dei due diversi strati. Si è dato inizio alla pulitura adottando un solvente acquoso addizionato con un tensioattivo associato a trietanolammina a bassa percentuale (2%), con il quale sono stati imbevuti tamponcini di cotone finalizzati alla raccolta dei sedimenti. In seguito, dopo aver ripassato il quadro con White Spirit, si è proceduto alla rimozione della vernice ossidata con l’ausilio di un solvente idoneo e mirato, vista la presenza di velature particolarmente delicate. I precedenti interventi pittorici sono stati rimossi e reintegrati con nuovi ritocchi effettuati a tempera ed a vernice ad imitazione dell’originale. Il restauro si è concluso con la stesura di un film protettivo di vernice (cicloesanone) mediante nebulizzazione. Una breve conclusione dedicata alle modalità esecutive delle opere dell’artista: giacché Glisenti non si discosta molto dalla tradizione, la tecnica è principalmente l’olio; la preparazione dei supporti è di solito impeccabile quanto la realizzazione dei dipinti, basati sempre su un disegno preliminare.

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Speleologia dei significati: esplora con noi i cunicoli più profondi della Vergine delle Rocce

Capire Magritte in 2 minuti: un mondo nuovo sospeso tra sogno e realta’

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp