Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Alberto Giacometti e gli Antichi egizi. La storia e i motivi di un colpo di fulmine

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

Giacometti e l’Egitto. L’arte europea, a partire dalla fine dell’Ottocento, manifestò un crescente interesse nei confronti di mondi primitivi o di raffinate civiltà sepolte. Numerosi artisti, per superare l’Impressionismo e il realismo accademico – e rifiutando, come socialisti, il mondo occidentale borghese – avevano iniziato a frequentare i centri minori della Francia, scegliendo di dipingere gli abitanti, i riti e i paesaggi di Pont-Aven, piccolo borgo rimasto magicamente al Medioevo. Tra gli artisti c’era Gauguin, che sentì poi il richiamo dei Mari del Sud e, al tempo stesso, iniziò a guardare agli antichi egizi e ad altre espressioni arcaiche, che proponessero un’alternativa al modello stilistico diffuso. Superare l’obbligo di una verità analitica e scientifica. Superare anche la centralità delle chiese occidentali, in direzione di altre prospettive spirituali. Imporsi per una novità stilistica. Questi erano i fini degli artisti moderni.
Come sappiamo, un’esposizione d’arte africana, organizzata a Parigi, pose le basi per il cubismo di Picasso e Braque, che si ispirarono alla rappresentazioni spigolose di quelle culture, rifiutando il punto di vista frontale e centrale della nostra cultura e creando una visione simultanea da più punti dell’oggetto da rappresentare. Lo stesso Modigliani fu sedotto dai volti lunghi e misteriosi di quelle statue.
Alberto Giacometti (Borgonovo di Stampa, 10 ottobre 1901 – Coira, 11 gennaio 1966) nacque proprio negli anni della rivoluzione primitivista o arcaicista. L’artista svizzero trovò un singolare punto di fusione tra le figure allungate della civiltà etrusca e le statue dell’antico Egitto, alle quali guardò – soprattutto – per le pose ieratiche e la forte proiezione metafisica. Ciò che Giacometti voleva rappresentare è la dimensione dell’uomo che cerca un colloquio con l’Assoluto, ottenendo – come risposta – il silenzio. Permane, nelle sue sculture, il forte senso dell’enigma – che caratterizza i surrealisti, ai quali si accostò – e la mancata soluzione di ogni quesito metafisico che caratterizza l’esistenzialismo. Anche per questo le sue opere furono particolarmente amate da Sartre. Potremmo dire che Giacometti rappresenta l’uomo contemporaneo nel dolore di fronte al silenzio del Cielo, al quale – nobilmente – ancora si rivolge.

Fino al 10 ottobre 2021, l’Institut Giacometti di Parigi presenta – a proposito del rapporto tra Giacometti e l’Egypte – una mostra unica. Da un lato le opere di Giacometti, dall’altra quelle della civiltà egizia, conservate al Louvre, che, sotto il profilo della tipologia della posa, hanno, direttamente o indirettamente, influenzato l’artista svizzero.

Alberto Giacometti, sin da ragazzo, aveva un forte passione per il mondo dei Faraoni e, durante la propria carriera, ha disegnato riprendendo spesso quegli antichi modelli. Questo tributo è regolarmente presente anche nella scultura e nella pittura, sia come repertorio di forme sia come componente essenziale della sua concezione estetica.
Basandosi su ricerche inedite sulle fonti utilizzate dall’artista, la mostra propone un percorso tematico fatto di dialoghi tra opere emblematiche di Giacometti e figure egiziane, in particolare quella dello scriba, l’arte del periodo Amarna o i ritratti del Fayum

blank

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!