Home / News / Carpaccio a Conegliano
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Carpaccio a Conegliano


Carpaccio Vittore e Benedetto da Venezia all’Istria. L’autunno magico di un maestro e la sua eredità
Dal 7 marzo al 28 giugno 2015
Palazzo Sarcinelli – Conegliano (Treviso)

Apertura
martedì, mercoledì e giovedì 9.00 – 18.00
venerdì 9.00 – 21.00
sabato e domenica 9.00 – 19.00
chiuso il lunedì

Prenotazioni
199.15.11.14

Biglietti
Intero € 10,00
Ridotto € 8,00: studenti, adulti over 60 anni, convenzioni,
Ridotto € 7,00 euro: gruppi da 10 a 25 persone
Ridotto scuole € 4,00
Speciale famiglie € 22,00: nuclei familiari formati da due adulti e un minorenne (dal secondo minorenne in poi € 6,00)
Gratuito: bambini fino ai 6 anni, disabili con accompagnatore, guide turistiche, due accompagnatori per classe e un accompagnatore per gruppo, giornalisti previo accredito.

Informazioni
www.mostracarpaccio.it
www.civitatrevenezie.it

Dopo la grande mostra del 1963 a Palazzo Ducale a Venezia, il ritorno dell’ultimo sorprendente Carpaccio e la scoperta del figlio  Benedetto a Palazzo Sarcinelli a Conegliano. 

La mostra promossa dal Comune di Conegliano e da Civita Tre Venezie, secondo  appuntamento del ciclo progettato da Giandomenico Romanelli, a Palazzo Sarcinellivuole indagare e illustrare gli ultimi dieci anni dell’attività di Vittore Carpaccio (dal  1515 al 1525 ca.) considerato il più grande narratore, ‘teatralizzatore’ e vedutista antelitteram  nella pittura veneziana, anni che sono segnati da un’ importante svolta nella  sua poetica. 

In mostra capolavori di grandissima qualità e originalità, dipinti celebri da ritrovare  come il San Giorgio che lotta con il drago di San Giorgio Maggiore, la Pala di Pirano,  il Polittico da Pozzale del Cadore, o la particolarissima Entrata del podestà Contarini a  Capodistria che, nella prospettiva adottata, consente allo spettatore un insolito e  realistico sguardo sulla città; opere da riscoprire come le clamorose Portelle d’organo  dal Duomo di Capodistria o il Trittico di Santa Fosca ricomposto da Zagabria, Venezia  e Bergamo in occasione della mostra; e ancora dipinti da scoprire, di fatto mai visti,  come la novità assoluta del Padre eterno tra i cherubini da Sirtori, (Lecco). Più di  cinquanta opere tra dipinti, pale d’altare, disegni, documenti, stampe.

Vittore Carpaccio, San Paolo apostolo 1520 Chiesa di San Domenico, Chioggia

Vittore Carpaccio,
San Paolo apostolo
1520
Chiesa di San Domenico, Chioggia

Carpaccio era stato l’interprete (con Gentile Bellini, Basaiti e altri colleghi) di un gusto  e di una sensibilità che nascevano e rispondevano alle esigenze di autorappresentazione  e auto-celebrazione del considerevole ceto dei professionisti,  mercanti, artigiani, pubblici funzionari e le Scuole (grandi e piccole) erano il luogo in  cui tale ceto trovava la sua esplicitazione più compiuta e fortunata.  Qui Carpaccio idealizzava il mondo veneziano in una visione e in una rappresentazione  sospese tra realismo e utopia, tra documentazione e seducente favola letteraria.

E’ il  mondo elegante e sognante delle storie di Sant’Orsola, dei successi di san Giorgio sul  drago, della vita cenobitica del grande saggio Girolamo.  La rottura di un equilibrio che appariva perfetto si gioca a cavallo tra XV e XVI secolo:  le guerre, le crisi politiche, i contrasti religiosi fan sì che tramonti una stagione e se ne  affermi un’altra, più dolorosa e concitata, più laica e spregiudicata, più spericolata e  libera nella stessa ricerca e trasformazione dei linguaggi dell’arte. Compaiono sulla  scena artistica nuovi protagonisti: da Giorgione a Tiziano, dal Lotto a Pordenone a  Sebastiano del Piombo.

Carpaccio affronta il secolo nuovo sottoponendo anche il  proprio linguaggio ad una sorta di prova, di affinamento, di verifica.

La nostra mostra insegue Vittore in questa ricerca che appare talvolta  drammatica, in questo viaggio interiore tormentato ma anche  liricamente poetico. Un viaggio che segue il pittore nello spostamento  del suo centro d’interesse dalla capitale al territorio, quindi verso il  confine orientale della Repubblica, verso quell’Istria amatissima e  luminosa che sarà per altro presto investita dal vivificante ciclone della  Riforma.

Vittore Carpaccio Trittico di Santa Fosca, 1514 San Pietro Martire, Museo Correr, Venezia San Sebastiano, Strossmayerova Galerija Starih Majstora, Zagabria San Rocco, Accademia Carrara, Bergamo

Vittore Carpaccio
Trittico di Santa Fosca, 1514
San Pietro Martire, Museo Correr, Venezia
San Sebastiano, Strossmayerova Galerija Starih Majstora, Zagabria
San Rocco, Accademia Carrara, Bergamo

Dopo la morte di Vittore, la bottega continua a produrre opere che si  ispirano o che sono vere e proprie citazioni dei dipinti del maestro, fino  all’assunzione di responsabilità da parte del figlio Benedetto, pittore dalle  evidenti cadenze naif e dalle accese policromie, che costituirà una  gradevole sorpresa in questa mostra, divenendo l’interprete di una  progressiva mutazione del verbo carpaccesco.

Egli pare scarnificare il  linguaggio di Vittore, accentuandone in senso quasi espressionista i  caratteri devozionali, sottolineando la natura anti-naturalista di paesaggi  e fisionomie, regalando ai devoti una rappresentazione tesa e scabra dello  spazio della devozione e della fede, andando incontro alle esigenze di  pietà e di fantastico dei conterranei e dei suoi committenti.

 

Vittore Carpaccio, San Giorgio e il drago e quattro episodi della vita del Santo 1516 San Giorgio Maggiore, Venezia

Vittore Carpaccio,
San Giorgio e il drago e quattro episodi della vita del Santo
1516
San Giorgio Maggiore, Venezia

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Eva Jospin, una grotta incantata realizzata nel bosco con il calco dei cartoni. Un lavoro straordinario. Il video

piero della francesca