Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Bambino proteggi il bambino. Come leggere il misterioso amuleto di un bimbo di Ischia del 700 a.C.

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

Il Parco Archeologico Campi Flegrei ha pubblicato un’interessante nota dedicata alla Tomba 656 della necropoli di San Montano a Pithekoussai, l’antica isola d’Ischia, misteriosa e antichissima sepoltura che risale all’ultimo quarto dell’VIII sec. a.C. (725-700 a.C.), che contiene i resti di un bambino di circa 9 mesi. “Il corredo del piccolo defunto è molto ricco per l’epoca: oltre a numerosi vasi, il capo del sepolto è infatti cinto da una benda d’oro decorata a sbalzo, e al collo sono tre pendagli ad anello in argento. Uno di essi presenta un castone girevole costituito da uno scarabeo in faïence (un impasto vetroso) di produzione egiziana. – scrivono gli archeologi del Parco –
La legenda si legge da sinistra verso destra, ed è costituita da simboli che espongono concetti e suoni fonetici. Al di sopra un faraone inginocchiato in segno di offerta, con parrucca e pizzo. Accanto ad esso un fanciullo si porta la mano alla bocca (suono = hdr). Al di sotto il simbolo dell’oro (suono = nbw), che compare spesso nel nome del dio Horus “dal nome d’oro”. Nella parte inferiore il segno della bocca (=r) sopra a quello del viso (=hr), accanto al trono, simbolo di regalità”.
“La legenda – concludono gli studiosi del Parco archeologico Campi Flegrei – compone il nome di Arpocrate, che definisce il dio Horus fanciullo (che per questo si porta il dito alla bocca, come fanno i bambini), figlio di Iside e Osiride, e quindi bambino divino per eccellenza, riferimento e prototipo di tutti i bambini, come il nostro Gesù bambino. Fu probabilmente la madre a mettere al collo del suo piccino morto prematuramente questo amuleto molto adatto a un bimbo, che lo accompagnasse nel triste viaggio verso l’aldilà e che lo proteggesse. L’uomo è sempre lo stesso da millenni”.
La foto dell’amuleto è di Francesca Mermati, il disegno di F. De Salvia. L’oggetto è conservato nel Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel Castello Aragonese di Baia

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!