Home / Aneddoti sull'arte / Le beffe di Tintoretto, le pubblicità di Canaletto sui primi giornali
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Le beffe di Tintoretto, le pubblicità di Canaletto sui primi giornali

 

G.A.CANAL detto CANALETTO, L'ingresso di Canal Grande con la Dogana e la Chiesa della Salute, 1730, olio su tela, 49, 5 x 72, 5 cm, Huston, Museum of Fine Arts

G.A.CANAL detto CANALETTO, L’ingresso di Canal Grande con la Dogana e la Chiesa della Salute, 1730, olio su tela, 49, 5 x 72, 5 cm, Huston, Museum of Fine Arts

Tintoretto impertinente e un finto Canaletto britannico, sono due delle curiosità presenti nel libro di Alberto Tosio Fei “Veneziaenigma” edizioni Elzeviro, nel quale si narrano tredici secoli di cronache e misteri, che divengono la chiave di lettura per scoprire verità sepolte e luoghi nascosti. Un fatto singolare si dice abbia interessato la vita di Giovanni Antonio Canal: a pochi passi da strada San Lio, una lapide ricorda dove abitò il famoso pittore veneziano che soggiornò per un lungo periodo in Inghilterra. Durante gli anni trascorsi oltremanica la sua fama era diffusissima e, di fronte al suo presunto “scadimento di stile, cominciò a circolare la notizia che lui non fosse il vero Canaletto. L’artista, per smentire l’equivoco, fu costretto a far pubblicare sui giornali un avviso col quale invitava ad andare nel suo studio per ammirare la veduta di St. James Park da lui realizzata, che non aveva nulla da invidiare ai dipinti veneziani.


E veniamo a Tintoretto. Bravo tanto con le parole quanto con il pennello? Sembra così in un bizzarro aneddoto che ci racconta come una mattina un uomo si presentò nello studio del pittore per farsi ritrarre, continuando ad insistere sul fatto di voler essere immortalato in una posizione stravagante. “Andè dal Bassan a farve ritrarre”, gli disse allora l’artista, poiché Jacopo Bassano era conosciuto da tutti come un eccellente pittore di animali. Le curiosità trattano argomenti molto vari tra loro: ne è un esempio la notizia riguardante Palazzo Ducale, e precisamente il colonnato posto sul lato cosiddetto della Piazzetta. L’osservatore attento, non può non notare che la nona e la decima colonna da sinistra sono in marmo rosso e non bianco; molteplici le spiegazioni, ma la più inquietante è quella secondo cui avevano quel colore perché venivano utilizzate per le uccisioni pubbliche.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Lo stile degli anni Cinquanta. In 54 foto la storia e il sentimento di un decennio cruciale. Il video

Irina Nakhova, contro la dittatura. La sua “stanza sbrecciata” fu un manifesto di libertà. Il video