Home / Arti applicate / Botticelli sul cassone delle nozze esaltò le virtù delle donne eroiche
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Botticelli sul cassone delle nozze esaltò le virtù delle donne eroiche


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

 SANDRO BOTTICELLI, Storie di Lucrezia.1490-1500, tempera su tavola, 80 x 178 cm, Boston, Isabella Stewart Gardner Museum


SANDRO BOTTICELLI, Storie di Lucrezia.1490-1500, tempera su tavola, 80 x 178 cm, Boston, Isabella Stewart Gardner Museum

SANDRO BOTTICELLI, Storie di Virginia, 1490-1500, tempera su tavola, 86 x 165 cm, Bergamo, Accademia Carrara

SANDRO BOTTICELLI, Storie di Virginia, 1490-1500, tempera su tavola, 86 x 165 cm, Bergamo, Accademia Carrara

Nelle tavole con la Storia di Lucrezia e la Storia di Virginia Romana, eseguite per un cassone presumibilmente destinato alla camera nuziale di Giovanni Vespucci, Botticelli celebra le virtù della castità e della rettitudine civica; un amalgama tematico desunto da fonti romane arcaiche e già frequentato dall’artista in alcune composizioni secondarie. Lucrezia e Virginia vengono citate da Petrarca e Boccaccio quali exempla di pudicitia non estranei tuttavia, a implicazioni politiche: già Livio aveva notato come entrambe le eroine fossero cadute vittima di abusi da parte di tiranni e come la loro cruenta fine avesse innescato la rivolta cittadina contro un potere ingiusto; i drammi delle due protagoniste, squisitamente intimi, venivano dunque eletti a paradigmi universali, emblemi di un pericolo più vasto, tale da ledere la salute di interi popoli.

La glorificazione, da parte di Botticelli, di Giunio Bruto, il vendicatore di Lucrezia, avvalora del resto un’interpretazione in senso civico –oltre che privato – della composizione, peraltro densa di dettagli allegorici. In un unico spazio si addensano tre momenti distinti della tragedia: a sinistra, viene ritrattata la violenza perpetrata da Sesto, figlio di Tarquinio il Superbo ai danni della donna; sul lato opposto l’atto del suicidio di Lucrezia; al centro, Bruto espone il cadavere della vittima fomentando l’insurrezione contro il potere. In ciascun episodio non mancano dettagli iconografici tratti dalle Sacre Scritture o da miti romani: i fregi dei portali marmorei rappresentati alle due estremità della tavola illustrano rispettivamente le storie di Giuditta, simbolo della salvezza civile, e di Orazio Coclide, personaggio leggendario che difese strenuamente Roma dall’insediamento etrusco. Infine, nella scena centrale, si staglia una colonna classicheggiante alla cui sommità è posta la statua del David, mentre la decorazione dell’arco trionfale è dedicata alle gesta di Muzio Scevola.




Un fiorentino del XV secolo non avrebbe esitato a percepire in questi dettagli un’allusione alla liceità della rivolta contro la dittatura, con esplicito riferimento alla cronaca del tempo. Che aveva visto l’esilio di Pietro Il Fatuo e la successiva istaurazione della Repubblica savonaroliana. Neppure la Storia di Virginia Romana è immune da accezioni politiche già ravvisate da Petrarca: “Virginia appresso e’l fero padre armato/ di disdegno e di ferro e di pietate / ch’a sua figlia et a Roma cangiò stato/ l’una e l’altra ponendo in libertate”. Botticelli traduce visivamente il concetto, dando vita ad una composizione strutturalmente complessa e dinamica. Anche in questo caso, gli episodi si svolgono all’interno di una grandiosa architettura: a sinistra, il ratto dell’eroina da parte di Marco Claudio; al centro della tavola, sotto un monumentale catino absidale, il lussurioso decenviro Appio Claudio che, al termine di una convulsa diatriba, dichiara Virginia sua schiava: il tiranno appare come falso sacerdote della legge, perfida inversione della figura di Cristo seduta in maestà.



L’ultima scena vede l’assassino della protagonista da parte del padre, disposto a sacrificare la vita della figlia pur di preservarne la castità. La preponderanza attribuita alla ribellione civile in confronto all’esiguo spazio lasciato alla tragedia conferma ulteriormente l’ipotesi che la tavola si riferisca ai travagliati eventi della politica fiorentina quattrocentesca.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Performance. I segreti della ninfa verde. Accarezzata dal vento e dal velo. Il video

La figura di Cristo trasformò l’arte in un linguaggio democratico. La politica universale delle immagini