Home / Stile arte Bresciapagina 5

Stile arte Brescia

© Emanuele Bernardelli Curuz

Angelo Inganni – Nuovo look per gli spazzacamini

In questa seducente teletta, il giovane spazzacamino è ritratto seduto sul gradino d’ingresso, mentre attira l’attenzione di un corpulento tacchino che spera di ottenere qualche briciola del suo cibo. L’opera, un olio su tela di piccola dimensione (36x27,5 cm), firmata e datata, giungeva in laboratorio presentando un appesantimento chiaroscurale causato dall’ossidazione della vernice protettiva

Leggi Articolo »

Ottavio Amigoni –

Nella Brescia del Seicento, Ottavio porta avanti il linguaggio del manierismo, in ritardo sull’arte del tempo, ormai evoluta verso il Barocco. E’ allievo di Antonio Gandino e, secondo la letteratura, anche del figlio di lui Bernardino; però, è la lezione del primo che influisce maggiormente sulla sua successiva produzione

Leggi Articolo »

Girolamo Muziano – Vita, stile e quotazioni gratis

Muziano, formatosi sulla scia di Romanino, come testimonia l’Assunta dipinta nella Parrocchiale del paese natio, lascia presto Brescia per recarsi prima a Padova, dove ha operato Sustris, poi a Venezia, dove entra in contatto con la tradizione di Antonello, e in seguito a Roma. Gratis quotazioni di Girolamo Muziano, prezzi, costi, valore, aste, stime, valutazioni, risultati d’asta gratis

Leggi Articolo »

Bruno Casalini –

Per Bruno Casalini (Valsaviore 1931-Edolo 1982) ben si attaglia il detto “nessuno è profeta in patria”. Abbastanza trascurato nella nostra provincia, la sua formazione e la sua attività creativa hanno avuto come luogo privilegiato la laguna veneta, e a Venezia. Anche Stoccolma e Cannes (1963), hanno accolto i dipinti di Casalini in occasione di significative manifestazioni collettive

Leggi Articolo »

Piero Galanti –

Di Piero Galanti (Brescia 1885-1973) resta nella memoria la figura austera, appena piegata dalla tarda età, ma anche dalle contrarietà vissute, causate dalle nuove istanze emergenti, in grado di mettere in dubbio quanto profuso nella lunga carriera. Egli ha rappresentato un’espressione significativa della pittura bresciana, nonostante che due guerre gli abbiano imposto di riprendere faticosamente il cammino

Leggi Articolo »

Vittorio Botticini

  La formazione culturale di Vittorio Botticini prende avvio negli anni Trenta del Novecento. Compie gli studi all’Accademia di Belle arti di Verona, città in cui svolge, nel 1928, il servizio di leva. L’ambiente scaligero, particolarmente ricco di fermenti culturali, suscita nel giovane Vittorio un intenso interesse nei confronti delle tecniche e delle espressioni in linea con la modernità, un’inclinazione ...

Leggi Articolo »

Felice Bodei

Nel solco della tradizione, in un figurativo attento alla ricostruzione del dettaglio e alle soluzioni tecniche che intendono favorire la ricerca dell’area di sosta della poesia, Felice Bodei percorre una strada che ha tracciato sin dagli esordi e che lo ha portato, con fedeltà ai propri presupposti, a praticare una linea compositiva e metrica, quasi uscita dal passato, senza enjambement, che rivela la scelta programmatica di essere genuinamente semplice

Leggi Articolo »

Giovanni Fumagalli

Particolarmente apprezzabili pittoricamente i soggetti riferiti al Caffè Maffio, al Calendarietto della Profumeria Soldi, a Silva arredi e Tadini & Verza. Anche varie associazioni si sono avvalse dell’opera di Fumagalli, commissionandogli imprese; così pure teatri cittadini, per i quali ha prodotto manifesti. Sue pure varie illustrazioni di edizioni librarie e la copertina della rivista Brescia

Leggi Articolo »
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp