Home / Arte Eros (pagina 30)

Arte Eros

Un’antologia di pittura erotica, scultura erotica, foto di nudo artistico, disegni con tema sessuale dagli albori della civiltà, fino al contemporaneo. Alla fine di questa pagina troverai dei numeri che ti permetteranno di proseguire a sfogliare la raccolta. Letto un saggio, se vuoi, torna indietro con la freccia in alto a sinistra, sul tuo computer, e leggine un altro. La raccolta si accresce quotidianamente di nuovi apporti e pertanto si configura come una sorta di app gratuita dedicata alla pittura erotica, all’arte erotica, ai disegni pornografici del Cinquecento, Seicento, Settecento, Ottocento e dei nostri giorni. La rubrica è offerta dal quotidiano on line Stile arte, all’interno di numerosi altri studi dedicati alla cultura visiva Gira agli amici questo indirizzo. E se c’è qualcosa che ti piace, taggalo sulla tua bacheca di facebook

Giulia Salemi e il red carpet di Venezia. Il nuovo stile del corpo aggressivo. Il video

La trasformazione di leziosi abiti da spiaggia in abiti da sera o da grande occasione, rende sempre più in vista il corpo della donna, proprio mentre istanze di negazione dell'immagine femminile giungono dal mondo arabo. Ciò che risulta singolare, in questa vicenda - ma pure non causale - è che una delle principali interpreti di questa nuova tendenza sia una Giulia Salemi, padre italiano e madre iraniana. L'Iran è certamente il Paese musulmano in cui la ribellione della donna ai modelli imposti è più acuto. Ma è pure un segnale da non sottovalutare, quello che è avvenuto sul tappeto rosso del festival del Cinema, a livello di superamento del concetto di pubblico pudore a giulia salemi

Leggi Articolo »

Brooke Shaden, la vita è sogno di una fiaba

Sono immagini di grande eleganza, sospese in un ottimo equilibrio tra pittura, antica illustrazione libraria e fotografia.Brooke Shaden, l'autrice, si esprime con una notevole maturità tematica etecnica, con citazioni, invenzioni, accostamenti che ne fanno già una fotografa ampiamente uscita dal periodo di sperimentazione e da tempo in grado di percorrere con sicurezza esecutiva una propria strada, contrassegnata dall'elemento onirico di massa, in direzione di quei luoghi fiabeschi popolati da creature metamorfiche che potenziano le proprie caratteristiche peculiari, trasformandosi parzialmente in fiori, in animali o in esseri lievissime in grado di confortare l'umanità sulla pienezza dell'essere brook shaden 1

Leggi Articolo »

Il sole dagli occhi a mandorla. Disegni erotici orientali dalla tradizione al contemporaneo. Il filmato

Mentre il dualismo corpo-spirito è rimasto tale - cioè in un connotazione conflittuale - in Occidente, a causa di dottrine eretiche che si infiltrarono progressivamente nella Chiesa, l'Oriente, alla ricerca di equilibri e compensazioni, trasformo l'eros in un'arte del dialogo carnale che consentiva agli uomini e alle donne di rimarcare la notevole differenza tra sessualità animale ed erotismo umano, proiettandolo in un'unione divina. Nel filmato "Soli gialli" osserveremo il rapporto tra il disegno antico e le attuali forme, fortemente contrassegnate dallo stile dei manga o dei cartoni animati, con una forte preponderanza del Giappone

Leggi Articolo »

Christa Meola, la seduzione formato-classico nella fotografia. Il video

Christa Meola è una fotografa newyorkese, che opera sia nel mondo della ritrattistica che del nudo. La ricordiamo per raffinate immagini di donne e broccati, eleganti come un quadro di Ingres. La realtà americana consente ai bravi artisti-fotografi, per vastità del mercato, di operare a più livelli e in più ambiti contemporaneamente e di non sottovalutare sessioni fotografiche e workshop con modelle e ambientazioni, dedicate a chi vuol perfezionare la tecnica a meola 2

Leggi Articolo »

Marc Lagrange, i segreti della stanza 58. Quello che le pareti non dicono

Una camera d'hotel è il luogo dell'intimità pubblica. L'avvicendamento di persone, di storie e di sentimenti, avviene freneticamente in un piccolo spazio. Noi ne esorcizziamo voci e presenze estranee, aprendo la valigia, sistemando trousse o computer portatili. Appoggiando libri, giornali e orologi da polso sui comodini. Ciò non è soltanto perchè si debbono aprire le valigie, quanto perchè - pur inconsapevolmente - la nostra mente rifiuta il disagio dell'estraneità. E se i muri dovessero assorbire le energie delle immagini? E se esistesse una macchina in grado di recuperare dall'intonaco o dalla boiserie i frame più intensi del passaggio dei clienti precedenti. Il fotografo Marc Lagrange immagina di sviluppare quelle immagini segrete. Ne nasce una serie fotografica, Hotel Maritim, room 58, raccolta in questo filmato a stanza 1

Leggi Articolo »

Il disegno di Marylin Monroe. Si raffigurò nuda e scrisse il titolo: “Donna che attende con le gambe aperte”. Il video

Marilyn realizzò un autoritratto semplice ma inequivocabile per Aronson. Un'opera rapida che voleva essere un invito esplicito nei confronti di quello che era divenuto l'amico di famiglia. Sul foglio la Monroe disegnò, con una sanguigna una figura femminile con le gambe aperte e provocatoriamente pose la didascalia. Eccone la traduzione letterale:" Per Boris - attesa - chiedendo - donna Marilyn Monroe Miller"

Leggi Articolo »

Bill Sussman: equivoci erotici, tra sesso libero e neo-capitalismo. Il breve video

Bill Sussman è un artista e illustratore originario di San Francisco, ma residente in Polonia. Sussman, che opera nell'ambito del disegno erotico di derivazione pop, è autore di allegre tavole spiazzanti, che uniscono oggetti della società dei consumi al piano della sessualità, con una critica anche alla visione più avanzata del capitalismo, che si insinua nei rapporti interpersonali fino a intaccare le basi dell'eros a dentifricio

Leggi Articolo »

Olga Zavershinskaya, il grande rigore del nudo artistico

Olga Zavershinskaya (1986) è una raffinata arte russa fotografa e artista. Vive e lavora a Repubblica Ceca ed è specializzta nella fotografia di nudo, che affronta sempre con grandi capacità creative, in grado di trasportare i corpi, quasi desessualizzati e proiettati in un dinensione eterna, in direzione di mondi immaginari , dominati dala perfezione delle forme e dalla natura benigna dei colori che vibrano delicatamente

Leggi Articolo »

1912, l’art fotografica di Bellocq ritrae le ragazze dei bordelli di New Orleans. Il video

Da palazzi di lusso alle baracche in decomposizione, una serie di fotografie in bianco e nero, intime, furono scattate da Bellocq nel 1912, cinque anni prima della chiusura della "città proibita delle donne". I visitatori - principalmente militari della marina americana - potevano acquistare un libro blu che, in ordine alfabetico, recava i nomi, gli indirizzi di più di 700 prostitute e forniva descrizioni della casa, dei prezzi, dei servizi particolari. Dopo 20 anni di attività, 1897-1917, i vertici militari chiesero che Storyville fosse chiuso per la 'cattiva influenza' esercitata su soldati e marinai. Il governo della città di New Orleans fu fortemente contrario, per ragioni di indotto economico, alla chiusura del distretto legale, che comunque avvenne.Ma le case di prostituzione, per quanto clandestine e distribuite in più aree della città, continuarono a operare. Più di cinquanta anni trascorsero prima che le immagini venissero scoperte, alla fine degli anni Sessanta, da un giovane fotografo di nome Lee Friedlander che avevano acquistato il materiale antiquario e sviluppato le lastre di vetro del defunto Bellocq. Le immagini di Storyville furono esposte al Museum of Modern Art di New York nel 1970. a bordello 2

Leggi Articolo »

Un fiore sul pube. La collezione segreta di pornografia del timido Fantin-Latour

Parte della raccolta erotica - donata al museo di Grenoble, con l'intero archivio, è stata prestata alla mostra "Henri Fantin-Latour. A fior di pelle" - dal 14 settembre 2016 al 12 febbraio 2017 al Musée du Luxembourg di Parigi - una grande retrospettiva dedicata all'autore francese. Quelle portate a Parigi sono decine di foto di nudo, in gran parte inedite. Sono stati donate dalla vedova dell'artista, al museo di Grenoble, con molta discrezione, nel 1921. Le stampe fotografiche erotiche, in totale, sono 1400, ma si ritiene che la vedova dell'artista abbia distrutto quelle più sessualmente esplicite.

Leggi Articolo »