Press "Enter" to skip to content

Articoli pubblicati in “Notizie in breve”

Clara Rockmore, protagonista del doodle di Google, suonava senza toccare lo strumento. Ascoltiamola

Clara Rockmore nata Reisenberg (Vilnius, 9 marzo 1911 – New York, 10 maggio 1998) è stata una musicista lituana, considerata la maggior thereminista della storia.Clara Rockmore. A lei è dedicato il doddle di Google del 9 marzo 2016. Il theremin è uno strumento musicale elettronico, il più antico conosciuto che non preveda il contatto fisico dell'esecutore con lo strumento. Fu inventato nel 1919 dal fisico sovietico Lev Sergeevič Termen (noto in Occidente come Léon Theremin o Theremine) e si basa su oscillatori che, lavorando in isofrequenza al di fuori dello spettro udibile, producono, per alterazioni delle loro caratteristiche a seguito della presenza delle mani del musicista nel campo d'onda, dei suoni sul principio fisico del battimento, questa volta nel campo delle frequenze udibili

Avremo visi sempre giovani come statue, senza lifting. Università scopre enzima

La scoperta, pubblicata dal Journal of Investigative Dermatology. E' la riduzione della produzione di un enzima, chiamato Complex II, a produrre l'invecchiamento della pelle. Un meccanismo ad "orologeria" che varia da individuo a individuo, ma che inizia a proiettare la persona nella vecchiaia, togliendole, ad esempio, nel caso delle donne, gli elementi più appariscenti legati alla fertilità.

Grand Hotel Budapest, dipinti degli anni Trenta raccontano cosa avveniva dietro le quinte

Il fascino signorile, distaccato della "personalità" dei Grand Hotel, quella distanza che appare assoluta dalle cose ordinarie del mondo, nascondeva, specie negli anni Trenta, l'esplosione, dietro le quinte di passioni assolute. Nel film Grand Hotel Budapest, l'attività consolatoria che il direttore esercitava nei confronti di un esercito di signore e gli strani ritmi di vita d un grande edificio all'apparenza immoto, hanno aperto uno squarcio poetico su questi luoghi. Ma già negli anni Trenta, epoca del massimo fulgore di queste gigantesche raffinate, c'era chi coglieva pittoricamente e disegnativamente tanti vizi privati dietro pubbliche virtù

Premio Ghidoni, arte-scultura: ultime settimane. Qui il kit per iscriversi con il computer

5250 euro in palio per il Premio internazionale Ghidoni, organizzato dal Comune di Ospitaletto, e una mostra per i finalisti, che avranno la possibilità di agganciare o di rafforzare la propria presenza in un importante circuito, quello della critica e della storia dell'arte nell'ambito della scultura. Presidente di una giuria formata da specialisti di rilevanza nazionale, è Alfonso Panzetta, il massimo studioso italiano di scultura dell’Ottocento, del Novecento e contemporanea, docente all’Accademia di Belle arti di Bologna e direttore del Cassero di Montevarchi, in Toscana, l’unico museo italiano esclusivamente dedicato alla scultura. Le iscrizioni scadono il 15 novembre

Iscrizioni Premio di scultura Ghidoni: 5250 euro in palio e lancio internazionale per vincitori e finalisti

ISCRIZIONI APERTE - Il Premio internazionale di scultura "Domenico Ghidoni" è rivolto a tutti gli artisti, italiani e stranieri, senza alcuna distinzione di sorta. E' aperto a tutti gli scultori che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età entro il 15 novembre 2015: professionisti, emergenti, studenti e autodidatti. E' riservato ad opere di scultura: con il termine "scultura" s'intende, -nel contemporaneo e nel concorso stesso - un'opera d'arte tridimensionale, realizzata con qualsiasi materiale e con qualsiasi tecnica, che si collochino nel superamento reale della bidimensionalità attraverso la materia stessa. Possono partecipare al concorso sculture tradizionali o che siano sintesi di elementi plastici, fotografici, pittorici, materico-sonori, di contaminazione ecc ma che si presentino, nello spazio, come tridimensionali. Sono invece escluse le installazioni e i quadri in senso stretto. Il tema è libero

Corso di tecnica e di regia cinematografica in una villa neoclassica, iscrizioni aperte

Il programma prevede una visione a 360 gradi delle fasi di realizzazione di un corto; tutti gli argomenti trattati saranno supportati da esercitazioni pratiche che metteranno i partecipanti in relazione diretta con il lavoro del regista. Inoltre, ogni partecipante avrà la possibilità di sperimentare i diversi ruoli appresi durante il laboratorio. Mercoledì 4 Novembre, alle 21, si terrà l’incontro gratuito di presentazione del laboratorio. Il corso prenderà avvio dalla settimana successiva, sempre il mercoledì sera, al raggiungimento di un minimo di 8 iscritti fino ad un massimo di 15. Terminerà il 31 Maggio 2016. Il costo è di 15 euro a lezione.

Morgantina, storie di tesori che volano in America e riprendono la via di casa

Sabato 10 ottobre alle 10,30 nell'aula Stabat Mater della Biblioteca dell'Archiginnasio di Bologna, organizzata dall'Associazione BiblioBologna, si terrà una conferenza di e su Morgantina: l'importante sito archeologico nel cuore della Sicilia, e di tutta la sua storia fatta di rinvenimenti e purtroppo anche di scavi clandestini, furti e trafugamenti di reperti dai luoghi delle scoperte con viaggi di chilometri e miglia che portarono inestimabili opere e manufatti artistici dell'Antichità greco-siciliana oltralpe e oltreoceano. Da quei luoghi lontani, finiti in musei come il Getty di Malibù o il Metropolitan di New York, sono stati recentemente restituiti