Home / Dipingere con l’acquarello

Dipingere con l’acquarello

Corso gratis di pittura on line: guida per chi inizia e spunti per chi sa già dipingere

CLICCA SULLA FOTO PER ENTRARE NEL CORSO GRATUITO. CENTINAIA DI LEZIONI CON TUTORIAL. Affrontiamo il corso in modo innovativo, invitando a salvare la pagina di questo composito manuale elettronico in quanto sarà costantemente ampliato e sempre aggiornato. Esso è rivolto tanto a chi vuole muovere i primi passi creativi nell'ambito artistico, ma pure a coloro che già dipingono e che si vogliono confrontare con tecniche o materiali nuovi o sono interessati culturalmente a conoscere nuove modalità espressive o i segreti della pittura antica. Nella parte finale del manuale, proponiamo alcuni giochi creativi che possono essere affrontati dai ragazzi o che noi possiamo proporre ai nostri bambini

Leggi Articolo »

Facile da imparare. Come si dipinge un bosco fiabesco con l’acquerello. Il video

La realizzazione di questa illustrazione fiabesca sottolinea le diverse fasi di ottimizzazione della tecnica dell'acquerello. Preparato il disegno, soltanto nelle linee esterne, l'artista interviene con l'acquerello, steso con un buon pennello, dalle setole morbide e compatte. Le sfumature avvengono attraverso un prelievo di colore, con un tampone.La finitura è poi condotta con le matite. L'integrazione tra matita e acquerello consente di ottenere la nettezza delle immagini e la massima definizione

Leggi Articolo »

Hermann Hesse pittore – Storia, opere e quotazioni dei dipinti dello scrittore

Tremila acquerelli, furono dipinti dallo scrittore Hermann Hesse, l'autore di Siddharta e di Narciso e Boccadoro, tra il 1919 e il 1938 nei boschi e nei campi di Montagnola, un Comune del Canton Ticino, sopra Lugano, a un'altitudine di 500 metri, Hesse, tedesco, era giunto in Svizzera nel 1912. Aveva preso residenza a Berna, durante un periodo di um profondo travaglio psicologico ed espressivo

Leggi Articolo »

Dipingere un temporale sul mare come Turner. Ecco l’anatomia tecnica di un suo dipinto

Turner dipinge qui con l’acquerello su carta. Era la sua tecnica preferita, all’aperto, per raccogliere soggetti paesaggistici dal vero. L’acquerello non richiede dotazioni ingombranti. Il foglio misura 17,8 x26 . La base è cioè poco più lunga di una spanna. L’artista afferra l’istante e costituisce un importante precedente per gli Impressionisti. L’opera è caratterizzata tecnicamente dall’uso di un pennello medio- grosso e piatto , che imprime pennellate direzionali, non lineari. Ben visibili le tracce delle setole

Leggi Articolo »

Disegnare dipingere gatti gattini – Gratis tutti i tutorial e consigli

Impara a disegnare i più bei gattini del mondo, usando le matite di scuola. Oppure le tempere. Oppure l'olio. Oppure gli acquerelli. Oppure i paastelli. Gatti facili da disegnare o immagini e tutorial più complesse per i più abili o per gli adulti. Gatti soriani, gatti siamesi, maschere di gatto, gatti stilizzati o gatti dipinti analiticamente.Guarda il video e fermalo più volte per copiare. Quando l'avrai fatto una volta, l'avrai imparato per sempre. Disegna i gattini per stupire i bimbi

Leggi Articolo »

Come dipingere con l’acquerello la spiaggia, il mare, le onde. Il video

Grant Fuller, canadese, è un noto acquerellista che mette a disposizione la propria esperienza affinché questa tecnica - oggi poco utilizzata - possa essere praticata da un numero crescente di appassionati. Preparato il foglio di carta con un disegno delle linee presenti nel paesaggio, Fuller utilizza un pennello intinto nell'acqua per preparare la stesura più leggera, quella del cielo, che deve rendere una trasparenza maggiore. Poi lavora tutto con un pennello medio, che consente di ottenere stesure misurate e uniformi di colore

Leggi Articolo »

Come si dipinge o si disegna lo splendore del cielo stellato

Specie durante le notti d'estate, al mare o in montagna, mentre magari scrutiamo gli spazi superiori alla ricerca di qualche stella cadente che screzi il cielo e le nostre speranze, siamo presi dal desiderio di fotografare quell'immensità pulsante o di trasfonderla in un nostro dipinto. Niente, all'apparenza, di più difficile.Molto spesso le fotografie non dicono nulla oppure rivelano particolari astronomici che il nostro occhio non vede. No. Noi vogliamo la notte stellata con quel rapporto di calore tra l'osservatore e la freddezza salina che sta nel cielo. Solo la pittura o la fotografia ritoccata possono darci quella sensazione.

Leggi Articolo »