Home / Fotografia

Fotografia

Jamie Baldridge – Le storie delle soffitte

Jamie Baldridge è nato nel 1975 in una cittadina del profondo sud degli Stati Uniti. Dopo aver trascorso anni a studiare teologia e scrittura creativa alla Louisiana State University, Jamie ha ottenuto un BFA in fotografia.Ha così sviluppato un importante percorso di ricerca artistica, contrassegnato dalla letteratura e dalle proprie origini "sudiste"divenendo una delle voci più intense delle espressioni non metropolitane statunitensi

Leggi Articolo »

Francesca Woodman – La poesia del corpo nella fotografa che si è tolta la vita a 23 anni

Le immagini di Francesca Woodman appaiono tragiche icone ed emblematiche denunce di quel male di vivere che ha attraversato tutto il Novecento, la scelta di un mondo altro, diverso dal mondo reale, quindi Surreale appare l’unica alternativa possibile per uscire dalla prigionia che la vita impone. Figure sole, decontestualizzate, appaiono avvicinate tra loro apparentemente senza un preciso significato, ma è proprio questo corto circuito semantico che conduce all’armonia.

Leggi Articolo »

Inge Prader, la fotografa che interpreta Klimt e la caduta degli Dei. Tutte le immagini

Inge Prader è un'ottima fotografa austriaca che, nel corso della sua carriera, ha alternato ricostruzioni solenni dell'atmosfera imperiale che precedette la finis Austriae e foto di moda realizzate in splendid palazzi decadenti. L'oro di Klimt, la fiammata finale di Vienna, prima del crollo definitivo dell'impero, proiettano fiamme sul presente. Interessante l'operazione, anche per chi si interessa d'arte. Un confronto tra la sintesi della pittura e l'anali della fotografia.

Leggi Articolo »

Horts, visioni oniriche in un classico clic d’autore. La biografia, il video

Nel 1932 nella galleria parigina La Plume d’Or si tiene la sua prima personale. La splendida recensione di Janet Flanner su The New Yorker gli conferisce in poco tempo la fama internazionale. Con suoi scatti immortali ferma nel tempo l’immagine di Bette Davis, di Noel Coward, Elsa Schiapparelli, Cole Porter e tanti altri ancora. Il filmato

Leggi Articolo »

La tecnica di Francis Bacon e la profanazione delle fotografie. L’urlo del Papa

L'uso della fotografia, prima della stesura del quadro. Bacon conferisce un tempo lungo all'otturatore per cogliere il movimento del volto in strisciata. Poi interviene sulla stampa con violenza, prefigurando, in questo modo, la realizzazione del dipinto. Una tecnica singolare e particolarmente efficace. E' possibile cogliere in questo atto qualcosa di simile alla profanazione dell'unità di un'immagine sacra

Leggi Articolo »

Autocromia – Con fecola di patate, nel 1903, i Lumière produssero la prima foto a colori

Hanno un’intuizione geniale: dopo anni di ricerca individuano il tassello mancante, ossia quell’insieme di elementi microscopici in grado di essere colorati nelle tre dominanti luminose. Lo fanno con dedizione… culinaria, poiché l’ingrediente mancante è la fecola di patate. Sembra incredibile, ma sono proprio i microgranuli di quella farina così fine, “duttile e affidabile” ad aprire nuove strade all’immagine, e la ricetta della prima lastra a colori è presto fatta

Leggi Articolo »

La pasta-madre diventa performance e fotografia

Un rito arcaico, un nutrimento danzante ed elastico nelle foto di Anna Maria Di Ciommo. Le mani, a volte energiche e a volte delicate, si sono dedicate con rispetto all’impasto, senza mai aggredirlo ma piuttosto accarezzandolo, entrando in sintonia con quello che è uno dei più antichi esempi di nutrimento naturale. Qui è intervenuta l’artista Anna Maria Di Ciommo, fotografando con attenzione ogni momento della performance

Leggi Articolo »

Lawrence Beck, fotografo – Silenzio ed estasi nel paesaggio

Si tratta di un silenzio che preclude la presenza dell’uomo, manifestandone tuttavia la sua esistenza in una dualità che implica dei concetti ontologici: da un lato la regolarità di un’architettura monumentale (giardini e parchi) come coesione di uno spazio immobile ( il concetto classico di ordine che esamina razionalismo e mito), dall’altro l’immediatezza delle sensazioni associate alla contemplazione aleatoria della natura (boschi, montagne, vallate)

Leggi Articolo »