Home / Fotografia

Fotografia

Cos’è l’art camouflage? Entra nel video e vedi le opere d’arte mimetica

Bodypainting e camouflage. La pittura del corpo e le decorazioni mimetiche si uniscono in una connessione stretta, che attinge alla natura e ai comportamenti finalizzati all'invisibilità. L'abilità del pittore di camouflage con bodypainting è quella di rendere la modella o il modello totalmente trasparenti, appena rilevabili grazie alla tenue linea della silhouette. Naturalmente l'artista si pone davanti al corpo da dipingere, en plein air, davanti al paesaggio o alla veduta scelte

Leggi Articolo »

Roberto De Mitri, fantasmi, ombre, nebbia. Scaglie d’argento imbrunito sul nero. Le foto

Eīhwaz è un ottimo selettore di fotografi post-romantici o caratterizzati da una sorta di tormento nichilista. Per questo predilige i propri conterranei, artisti-fotografi del Nord o del Centro Europa, che cercano nella grana dell'immagine, dissolvendola, nel riflesso; al contrario della ciarliera e cantata fotografia di stampo americano. Le opere dell'italianissimo Roberto De Mitri sono state scelte da Eīhwaz per un video, che qui vi mostriamo. Il fotografo italiano ricerca nella materia più lieve, come polvere su un dagherrotipo; tracce di ciò che esiste ed è esistito, ombre e veli, come vecchie farfalle rinsecchite sulla carta e polveri d'argento ossidate

Leggi Articolo »

Brutalismo o poesia del nudo? Le foto del berlinese Wael Ladki nel corpo quotidiano. Il video

Il rifiuto di abbellimenti e l'individuazione di un ordinario piano della realtà caratterizzano la ricerca realista e brutalista nella fotografia e nell'arte. Mentre infatti, normalmente, lo scatto fotografico o opera d'arte bloccano o creano lo straordinario, nell'ambito del realismo la ricerca si svolge sul piano di un'ordinarietà nella quale tendiamo a non cogliere elementi tali da proiettarci in un sogno. Ecco le foto di nudo scattate dal fotografo berlinese Wael Ladki

Leggi Articolo »

Quei cani sono uomini e donne. Trova persone vere e vedrai l’anima del mondo. Le foto di Erwitt

Istantanee d'ironia e umanità in mostra alla Venaria Reale. L'umanesimo di Elliot Erwitt evidenziato dalla splendida mostra curata da Biba Giacchetti con il progetto grafico di Fabrizio Confalonieri, organizzata da Civita Mostre. Con ben oltre 170 immagini, “Elliot Erwitt PERSONAE” è il titolo della prima retrospettiva delle sue fotografie sia bianco e nero che a colori, un concentrato di genialità . Un percorso unico dato dall'ironia immediata d' accostamenti, dall'antologia della prima parte della mostra caratterizzata da scatti fotografici in bianco e nero dei suoi divertentissimi cani antropomorfi, a quelli nei musei per indagare la sua personale visione dell'interagire dei visitatori con le opere d'arte, alla parte romantica, ai potenti della Terra ,alla foto di Marilyn Monroe e Jacqueline Kennedy.

Leggi Articolo »

Alicja Brodowicz. Paure, terrori, incubi e sogni delle bambine e delle ragazzine. Il video delle fotografie

Alicja Brodowicz, nata a Cracovia, in Polonia, opera sopratutto nella Repubblica ceca, portando con sé antiche suggestioni legate al Paese d'origine. La fotografa esplora qui, con particolare intensità e poesia, l'universo mentale di se stessa bambina, offrendo una serie di immagini che appartengono al vissuto psichico di tante ragazzine. Come spiegare questi terrori che Brodowicz rende così acutamente? E quanto questi incubi sono strutturalmente indispensabili alla creazione di un equilibrio, in direzione della vita? Le immagini della fotografa polacca sono da osservare con particolare attenzione: splendidi lacerti di coscienza e simboli da decodificare

Leggi Articolo »

Willy Ronis, la bellezza dell’ordinario come fonte di grandi emozioni. Fotografare al volo, dal vivo

Il percorso fotografico della mostra di Venezia, ai Tre oci, organizzata da Civita Tre Venezie, segue un ordine tematico articolato in 10 sezioni che ripercorrono vissuti, esperienze e temi della carriera del fotografo francese; dagli scioperi, alle strade di Parigi, dai reportage sulle condizioni degli operai, ai suoi viaggi tra cui Venezia in cui Ronis si fa assumere su un piroscafo, da dove scatta immagini come ricordi ai croceristi. Celebri o meno conosciute, sono i ricordi e riflessioni personali dietro l’apparente semplicità di uno sguardo sulla vita intima e famigliare,ritratti di amici e i raffinati nudi. A Parigi, Roma ,Djerba ...secondo gli incontri o le modelle. Ronis fa posare le donne. I suoi nudi sono spesso ambientati nell'intimità e nascondono i volti per meglio evidenziare i contorni del corpo*

Leggi Articolo »

Rosita Delfino. Corpi lievi, magie, sogni, spettri quotidiani, anima e anime. Le fotografie dell’artista

Il suo primo approccio alla foto risale al 2009 e da allora è stata emotivamente coinvolta dal grande potere delle immagini nel comunicare e sorprendentemente evocare le parole, accanto alle più intime espressioni dell'anima. Solo le immagini possono trasformare la realtà oggettiva in una nuova creazione dando voce al singolo mondo segreto. Un interminabile dialogo tra apparire e essere, un affascinante viaggio nelle visioni delle donne, dove il corpo va oltre lo spazio e il tempo per immergersi in una dimensione onirica

Leggi Articolo »

Gerard Petrus Fieret, fotografo, è come Bukowski, poeta. Leggete la sua storia, guardate le sue opere

Quasi nessun altro Corpus fotografico è così strano e idiosincratico come quello di Gerard Fieret (1924-2009). Questo eccezionale fotografo era un registratore ossessivo di tutto ciò che gli accadeva e di tutto ciò da cui era circondato: persone, animali, scene di strada e se stesso. Soprattutto, tuttavia, amava fotografare le donne - modelle, studentesse, giovani madri, ballerine e cameriere - o solo parti del loro corpo, come il seno, i piedi o le gambe lunghe. E forse questa visione parziale dipendeva sì da un'accentuazione del vigore erotico dell'immagine, ma pure dal fatto che alcune signore accettavano di scoprire una parte dell corpo senza però mostrare il volto. Sebbene le sue attività fotografiche ininterrotte siano state concentrate in un periodo di soli dieci anni (1965-1975), Gerard Fieret ha generato una produzione enorme. Nei Paesi Bassi è considerato un pioniere della fotografia come forma di arte visiva autonoma. Negli ultimi anni il suo lavoro ha anche suscitato un crescente interesse internazionale

Leggi Articolo »

La bellezza femminile tra il 1910 e il 1930 nelle foto Alfred Cheney Johnston. Il video delle immagini

 Alfred Cheney Johnston fotografò numerose attrici americane che ci consentono di vedere l'idea di bellezza a cavallo del primo conflitto bellico e nel successivo periodo, i cosiddetti "anni ruggenti" quandosi si tentò di riacciuffare, con nuove regole e stimoli, la spensieratezza della Belle époque, cercando soprattutto di rimuove il trauma spaventoso del conflitto mondiale. Il video di foto si riferisce soprattutto alle ragazze dell'imprenditore dello spettacolo Ziegfeld

Leggi Articolo »

Fotografie metafisiche, Kenro Izu cattura l’istante di rivelazione delle pietre. Il senso del sacro. Video

Kenro Izu (1949) è un fotografo di origini giapponesi che risiede negli Stati Uniti. Ha frequentato il Nihon University College of Art di Tokyo dal 1969 al 1972. Dopo essersi trasferito negli Stati Uniti nel 1972, ha lavorato per due anni come assistente fotografico a New York City e successivamente ha creato il suo studio, specializzato in still life. Dal 1979, oltre al suo lavoro commerciale ben consolidato, Kenro ha iniziato il suo serio impegno professionale per la sua fotografia d'arte, spostandosi per il mondo per catturare i sacri, antichi monumenti di pietra. Ha viaggiato e documentato Egitto, Siria, Giordania, Inghilterra, Scozia, Messico, Francia e Isola di Pasqua (Cile)

Leggi Articolo »