Gli animali nell’arte

Sesso selvaggio, vino e pane in un affresco del tardo Quattrocento bresciano. L’analisi, il significato

Il ribaltamento del mondo, nel dipinto del Carmine, è segnato dal mutamento delle collocazioni tradizionali dei protagonisti: l’orizzonte dei vizi sostituisce quello delle virtù. L’urgenza dell’amore carnale - suggerito peraltro dall’abito rosso fuoco della signora - e la sua fiamma rapinosa hanno il potere di distogliere la donna dallo sgabello sul quale, come una moglie virtuosa, era impegnata nella filatura, opera che, nelle società arcaiche, denotava dedizione alla famiglia

Leggi Articolo »

Il cane nell’arte – Nell’Ottocento il massimo del sentimento. I quadri nel filmato

Nel passato più remoto era simbolo di fedeltà coniugale ai piedi delle regine defunte, animale da compagnia o da caccia nel Cinquecento oppure rappresentazione della Chiesa che veglia contro il demonio. Nell'Ottocento e e nel Novecento il cane, nell'arte, assume una connotazione sempre più sentimentale. Nel filmato potremo vedere l'evoluzione affettiva del rapporto o comunque il procedere della pittura nell'osservazione dei minimi aspetti della quotidianità

Leggi Articolo »

Pietro D’Angelo, il gatto e il bambino

    Autore: Pietro D’Angelo Titolo opera: Fanciullo con gatto Anno: 2015 Tecnica e materiali: Assemblaggio Misura: h. 120 cm x ø 50 cm Nota esplicativa: Rete e graffette in acciaio inox   Biografia Pietro D’Angelo, scultore palermitano, nato il 19 dicembre del 1974, fin da piccolo mostra un certo interesse verso l’arte scultorea, all’età di 12 anni infatti, inizia a frequentare lo studio di un’artista ...

Leggi Articolo »

Wanda Wulz – Io+gatto, la ricerca fotografica avanguardista

Nell’aprile 1932 partecipa a una mostra futurista che si tiene a Trieste con la fotografia io+gatto, opera che entusiasmò Filippo Tommaso Marinetti con il quale collaborerà, anche a diverse esposizioni successive. Io+gatto nasce dalla sovrapposizione del viso di una donna – quello di Wanda stessa - con l’immagine di un muso di un gatto. L’opera conosciuta internazionalmente la consacra fra le poche fotografe futuriste e tra di loro, come la migliore

Leggi Articolo »

L’arte sarà dominata dai meticci. Il levriero di Tiepolo, poema omerico firmato dal Nobel Walcott

Da una piccola macchia rosa sul corpo di un cane dipinto da Tiepolo, il Nobel per la letteratura, avvia un viaggio nella rivoluzione del vedere e del sentire, identificando in Pissarro il profeta di una visione allargata del mondo. Gauguin fu invece l’eroe prometeico dell'arte, colui rubò il fuoco agli Dei dell’Occidente per collocarla anche ai margini sperduti della terra

Leggi Articolo »