Il sesso nell’arte

Fotografi e modelle in vacanza: il paesaggio più bello è sempre donna

Model Society è una realtà che opera nel settore delle modelle, con particolare riferimento al mondo fotografico. Recentemente, considerato un particolare ostracismo che le società anglosassoni hanno nei confronti del cosiddetto nudo d'arte - retaggio, certamente della durezza del sentire vittoriano e puritano, che permane -Model Society ha lanciato una campagna con la quale sottolinea le differenze che corrono tra le foto di nudo artistico e la pornografia. A quanto sembra, infatti, i social fanno di tutte le erbe un fascio e molto spesso queste immagini patinate sono penalizzate. Diverso è l'atteggiamento di noi mediterranei. Per noi la nudità - così presente nelle statue antiche, negli abbigliamenti leggeri, nella libertà del mare - incarna invece la gioia della bellezza.

Leggi Articolo »

L’ostrica, la perla, il sesso. Le foto dell’australiano Robbie Merritt. Breve video

Foto di nudo femminile e maschile, caratterizzate dalla ricerca del lusso che abita nei nostri corpi, prima che diventi apertamente lussuria. Questa cifra caratterizza la ricerca di Robbie Merritt, uno dei maggiori fotografi australiani nel campo dei ritratti e della moda. Nominato "australiano dell'anno" del 2014 ha legato l'attività fotografica all'impegno umanitario

Leggi Articolo »

Chi era lady Godiva? E perchè fu celebrata dai pittori? La politica della bella eroina

Lady Godiva, o Godgifu (990 – 10 settembre 1067), è stata una nobildonna anglosassone, moglie del conte Leofrico di Coventry (Inghilterra). Era una latifondista e, nel corso della sua vita, promosse la costruzione di numerosi monasteri, sostenendo le attività caritative e sociali. Fu forse da questo nucleo caratteriale così attento alle opere di bene che emerse una leggenda, connotata eroticamente, ma finalizzata a raccontare la spudoratezza del bene. Il suo mito, celebrato da poemi e leggende antiche, fu trasposto particolarmente nelle arti figurative ottocentesche, quando il soggetto eroico poteva consentire agli artisti di unire una cena cavalleresca a un bel nudo femminile

Leggi Articolo »

Giappone erotico, un casto video mitico / che fa venire i brividi

Il tema infermiera-paziente, che risulta normalmente al centro di situazioni immaginative particolarmente volgari, qui è sviluppato con un registro che a tratti sfiora il sublime. La bellezza terrifica dell'amore, dell'attrazione, della dedizione. Non infastiditevi alle prime immagini dell'ambiente ospedaliero. Proseguite la visione che non offenderà gli occhi di nessuno. Ma indurrà dolci sensazioni, senza nulla di esplicito o aperto. Una bella lezione dei giapponesi e della cultura estremamente raffinata di quel Paese, nel rapporto tra i sessi.

Leggi Articolo »

Così Alfred de Musset (1833) raccontò le sue notti travolgenti con George Sand e un’educanda

La parte autobiografia è intensa e circostanziata. al punto che Gamiani, o due notti di eccessi (Gamiani, ou deux nuits d'excès), un breve romanzo erotico che fu pubblicato nel 1833 in forma anonima, è, dalla sua uscita, attribuito a Alfred de Musset. Grandissimo fu il successo dell'opera. All'inizio perchè i personaggi - quello femminile era la celeberrima George Sand, intellettuale ed eroina lesbica, in quegli anni compagna dello scrittore - erano ben riconoscibili, dalle persone del milieau che frequentavano. Successivamente per la carica erotica del lavoro, che lo rese, accanto alle illustrazioni molto intense, realizzate, nel tempo, da un buon numero di ottimi artisti, un autentico best-steller

Leggi Articolo »

Ecco gli hard dei nostri antenati: casse con vere donne nude e lanterne magiche

Ecco cosa narra, nel 1720 il Reggente di Francia: "La Fare ci ha offerto di vedere le immagini alla lanterna e di sentir leggere la sua composizione. Hanno preparato l'appartamento, e lui ci ha fatto passare davanti agli occhi alcune delle incisioni del libro dell'Aretino, su cui aveva fatto versi simili. Durante l'oscurità necessaria per questo spettacolo, ognuno aveva presto posseduto una donna. "

Leggi Articolo »

Colette Calascione, quando una donna sogna d’essere posseduta da un rettile. Il video

Colette Calascione è nata nel 1971. Vive e lavora a San Francisco ed è una pittrice molto interessante poiché fa calare, all'interno di un contesto descrittivo fatato, simboli e potenze oscure, legate alle profondità dell'inconscio. E proprio questo contrasto, con elementi onirici ed erotici, a creare il brivido che emanano i dipinti. Il nucleo della sua pittura può essere fatto risalire alle illustrazioni magiche dell'arte libraria inglese dell'Ottocento, fino al periodo Liberty, messo in scacco, attraverso l'azione dell'artista, dalle pulsioni dell'Es freudiano. Se ne ricava un piacere di contrasto.

Leggi Articolo »

1885, leggiadre fotografie animate di nudo tratte da Muybridge

La fotografia ha, com'è noto, un'infinita applicazioni scientifiche, con l'accelerazione e la moltiplicazione dei risultati della ricerca. Lo fu anche ai propri albori. Essa venne utilizzata, tra gli altri campi, nell'ambito dell'analisi delle masse e dei contrappesi coinvolti durante la deambulazione o la corsa. Prima dell'avvento del cinema, come appare chiaro, erano scatti singoli ma consecutivi, dello stesso soggetto. Muybridge - fotografo, precursore del cinema - utilizzò la tecnica della cronofotografia per studiare il movimento degli animali e delle persone. Il suo lavoro pose le basi della biomeccanica e della meccanica degli atleti

Leggi Articolo »