Home / Il sesso nell’arte (pagina 20)

Il sesso nell’arte

Carità romana – La dolce Pero e l’uomo della cella scura

Nel IX libro degli "Atti e detti memorabili degli antichi romani" di Valerio Massimo (I secolo d.C.) storico romano, appare la fiaba di Cimone e di Perro, con la quale l'autore intende richiamare le antiche virtù del popolo romano. Cimone, secondo quanto racconta Valerio Massimo, è condannato a morte e giace in prigione, stremato, senza cibo.

Leggi Articolo »

Perchè si giocava a mosca cieca? La gioiosa testimonianza in un quadro del primo Ottocento

Tra i giochi quasi definitivamente archiviati, nella società occidentale, figura la cosiddetta mosca cieca. Il gioco stesso, nelle prime fasce d'età, tendeva ad affidare la gestione corporea, in situazione di dissimulata difficoltà -com'è quella dell'incedere notturno - a più piani sensoriali al di là della vista. Davanti agli occhi di un bambino o di una bambina, come ben sappiamo, veniva legata una fascia di stoffa che impedisse alla "mosca" di non vedere nulla, nemmeno la punta dei propri piedi. Gli altri bambini iniziavano a fuggire, normalmente in campo definito di gioco. I passi impediti e il lento, goffo incedere del giocatore, provocavano le risate di chi aveva gli occhi liberi e la possibilità di fuggire

Leggi Articolo »

Quando le donne venivano messe all’asta. I quadri erotici, la paura araba

Maxime Du Camp, che aveva viaggiato estesamente nel Vicino Oriente, ha esaminato il dipinto al Salone parigino del 1867. Ha sostenuto di aver trovato gli elementi per riconoscere il mercato degli schiavi del Cairo e ha descritto il dipinto come "una scena sul posto". "La povera ragazza . ha scritto - è in piedi, sottomessa, umile, rassegnata, con una passività fatalistica che il pittore ha reso, con abilità, molto evidente"

Leggi Articolo »

Nude e frammentate nello specchio, performance firmata Joan Jonas

Questa è un'intervista con l'artista Joan Jonas, che parla del suo pezzo di spettacolo Mirror Check, che ha allestito a 14 Rooms, la mostra Live Art durante Art Basel, organizzata da Fondation Beyeler, Art Basel e Theater Basel. Nel lavoro di Joan Joans, Mirror Check, la modella osserva e esamina il proprio corpo nudo con un piccolo specchio rotondo. Lo specchio simbolizza il tentativo di conoscenza di sé ma anche la frammentazione, perché riflette parti del corpo, senza poterlo restituire tutto

Leggi Articolo »

Le 20 incisioni erotiche che Pinelli immortalò

Le incisioni erotiche che Bartolomeo Pinelli (1781/ 1835), celeberrimo cantore della romanità, pubblicò nel 1810 nella città dei Papi, si ispirarono alle calcografie che Raimondi, nel Cinqueecento, aveva ricavato dai disegni erotici di Giulio Romano, che erano state utilizzate per i Sonetti lussuriosi dell'Aretino. Pur mantenendo i "modi", cioè le posture erotiche degli illustri predecessore, Pinelli ammorbidì il segno, riducendo la statuarietà e la potenza ginnica delle analoghe incisioni cinquecentesche

Leggi Articolo »

Disegni Primo Novecento, i piaceri dell’inverno per contesse e gentiluomini

Ben disegnata e gioiosa, questa raccolta di cartoline licenziose in stile Primo novecento. L'anonimo abile illustratore immagina, con grande efficacia, gli effetti del grande freddo che attanaglia la terra e il tepore degli angoli di un palazzo in cui vivono una gentildonna e un gentiluomo. L'inverno è rigido e la dimora accogliente. E' bello, allora, evitare la noia dei ricevimenti, la vita mondana più intensa per esplorare esclusivamente se stessi. Con qualche malandrina incursione del signore tra il personale femminile di servizio. "Ma si sa - si diceva a quei tempi - l'uomo è cacciatore..."

Leggi Articolo »

Bellezze anni Settanta. Quanti brividi attorno a quelle foto di Jane Birkin. Il video

Capelli lunghi, filiforme, uno sguardo dolce e intenso. Jan Birkin era il contro-modello delle attrici maggiorate che ancora si insinuavano nell'orizzonte dell'immaginario. Cinquanta, Sessanta e primi anni Settanta furono dominati da un'idea di seno prorompente, travolgente, a volta volgare.E ciò, nonostante il patron del Crazy Horse dicesse che un bel seno sta in una coppa di champagne. Vero. Se la donna è magra. E certo le attuali protesi provocano uno sbilanciamento dei contrappesi dell'immagine, inserendo nella figura un qualcosa, ad un tempo di nodoso, di artificioso,di estraneo. Ma torniamo a Jane. Il seno piccolo incarnava la naturalezza e il dinamismo delle ragazze del suo tempo. Stivali, jeans, un busto proporzionanto e una bella massa di capelli creavano immediatamente l'incanto

Leggi Articolo »

Trasparenze e luci fotografiche dell’eros negli acquerelli di Steve Hanks. Il filmato

Molto fedele alle convenzioni fotografiche d'ambiente, Steve Hanks - nato San Diego, negli Stati Uniti, nel 1949 - è, sotto il profilo dello sviluppo tecnico, un acquerellista magistrale che coglie, fin quasi a una perdita , nel sole, ogni istante luminoso. Abbacina i sensi, li percuote, pur se la paletta - cioè gli accordi cromatici - rinviano a un gusto anni Ottanta-Novanta a trasparenze 1

Leggi Articolo »

Umberto Brunelleschi, disegni erotici Déco. La donna è di porcellana e di seta

Utilizzò le ultime suggestioni del linguaggio liberty per diventare uno straordinario disegnatore e designer Déco. Dalle forme allungate, floreali, si transitò a forme più compatte, arrotondate, contenute, con minori decorazioni, ma tutto era come coperto da uno smalto o da delicata porcellana.Anche nel disegno erotico eccelse.E recuperò, sottolineando l'instaurazione di un collegamento tra il curvilineo settecentesco degli anni Venti-Trenta, ambientazioni del secolo della luce, che a quell'epoca sentivano particolarmente vicine.

Leggi Articolo »

Leonardo da Vinci era davvero omosessuale? Disegni, dubbi, calunnie, accuse sessuali. E verità

La denuncia anonima del 9 aprile 1476, fatta pervenire agli ufficiali preposti al buon costume, attraverso i "tamburi", ovvero un sistema simile a quello della ruota degli esposti. Il denunciante lasciava intendere che un giovane forentino, Jacopo Saltarelli avesse un'intensa attività sessuale, probabilmente a pagamento, con diverse dozzine di uomini, tra i quali viene segnalato Lionardo di ser Piero da Vinci.

Leggi Articolo »