Home / La luce e l’ombra nella pittura

La luce e l’ombra nella pittura

Il sonno di Endimione e la luna nei quadri. L’amore come purezza. Casta diva

La rappresentazione di Diana è molto spesso servita, a livello simbolico, a raffigurare la purezza sessuale delle monache, come accade nella stanza della Badessa, a Parma. La luna, insomma, come canterà Maria Callas, e' una casta diva, una casta dea che non potrà mai conoscere l'abbandono erotico Numerose sono le versioni del mito greco. Ma ciò che a noi interessa è il significato allegorico di questi dipinti, chiamati a rappresentare amori impossibili, alimentati nonostante la distanza. Secondo una delle versioni più note - e semplici - del mito di Endimione, fu la sua bellezza ad attrarre Selene, la dea della luna, che si innamorò di lui. Per poterlo vedere per sempre gli diede il sonno e la giovinezza eterni

Leggi Articolo »

Mantova e le opere d’arte fatte di luce. Sperimentazioni e installazioni

Gli spazi esterni di Palazzo Ducale accesi con le opere luminose di importanti artisti italiani e internazionali. Gli autori invitati a confrontarsi con i prospetti medievali e rinascimentali della residenza gonzaghesca sono stati Donatella Schilirò, Federica Marangoni, Nicola Evangelisti, Massimo Uberti, Edward Shuster + Claudia Moseley, Marco La Rosa, Davide Dall’Osso, Romano Mantovani Boccadoro, David Dimichele, Fardy Maes. L’iniziativa ha fatto seguito alla prima esperienza di Art Light nel 2016 che, con la mostra intitolata “…e quando il sole cade, la città si accende”, ha regalato a Mantova un nuovo e originale skyline impreziosito da sculture luminose che occhieggiavano nel loggiato della Cavallerizza

Leggi Articolo »

Susanna e i vecchioni nell’arte: molestie, libidine, onestà. I pittori e la storia. Il video

La storia di Susanna e i Vecchioni, narrata nel libro biblico di Daniele, si misura con il tema della calunnia e del premio che il Signore dà a chi persevera nel Bene, nonostante le accuse e i falsi giudizi lo mettano gravemente alla prova. La vicenda è pure esaltazione della purezza matrimoniale, della fedeltà e della castità e, al tempo stesso, intende sradicare maldicenza e calunnie, diffuse nelle società di ogni tempo. Susanna abitava in Babilonia ed era la bellissima e casta moglie del fortunato Ioakin. Era nel suo giardino e stava curando il proprio corpo quando due vecchi, giunti furtivamente nel parco...

Leggi Articolo »

Dürer Melancholia I – Sai il significato dell’opera e la funzione della Malinconia?

Nella celebre interpretazione della melanconia offerta da Albrecht Dürer, viene rinnegata per la prima volta la connotazione negativa in precedenza ad essa legata: la donna alata con il capo chino, lo sguardo perso nel vuoto, non incarna più il temperamento influenzato da Saturno ma il travaglio creativo, nella lotta fra pensiero e azione

Leggi Articolo »

La notte, la luna, le nubi nella pittura del Romanticismo. Le opere splendide e malinconiche di Baade

Il norvegese Knud Baade (28 marzo 1808 - 24 novembre 1879) dipinse soprattutto ritratti e paesaggi notturni. Egli è particolarmente noto per i suoi dipinti al chiaro di luna che sono caratterizzati da forti contrasti drammatici tra luce e ombra. La sua poetica è romantica.Come ben ricordiamo la luna è presente come divinità lattescente misteriosa, in numerose opere dell'epoca. A partire dal nostro Leopardi, per passare al melodramma - "casta diva" - e a Beethoven, solo per citare autori e soggetti a noi più popolarmente vicini. La luna induce meditazioni, sogni ad occhi aperti, porta a un approfondimento del significato dell'umanità sulla terra. E, quand'è piena, diventa un'entità inquietante, a noi difficilmente percebile con l'intensità con la quale si presentava ai nostri antenati. La missione spaziale che portò l'uomo sul satellite ne ha appannato, in gran parte il suggestivo mito.

Leggi Articolo »

Mitsuyasu Hatakeda, quando la donna-luce ammansisce l’oscurità trasformandola in bellezza

L'artista ha ricevuto il Premio Finalisti Nocivelli 2017, con questa opera che illustra qui di seguito: "Lo sguardo dolce della donna e la calma tranquillità evocata dal giardino notturno infondono all’opera un senso di pace, risultato non della rassegnazione ma della disponibilità ad accettare le incognite dell’esistenza. “Luce” e’ un’opera di contrasti, pieno-vuoto, nero-bianco, mondo interiore-mondo esteriore, inchiostro-metallo, dicotomie care all’estetica giapponese di cui cerco di farmi messaggero e innovatore, creando un linguaggio artistico moderno attingendo ad un patrimonio tradizionale, quello legato al mondo dell’inchiostro".

Leggi Articolo »

Luce radente- L’eleganza dei corpi nudi nella fotografia o in pittura. Il filmato

Preannunciato dalla linea lombardo veneta della pittura, il contrasto chiaroscurale si fece drammatico e netto nei Sacri monti della Lombardia e del Piemonte, per diventare uno degli elementi della forza drammatica, in Caravaggio. Ma esiste pure una linea sensuale del un corpo immerso nell'oscurità profonda e rilevato esclusivamente da una fonte unica, obliqua o radente. Essa rivela, in un sintesi estrema, sinuosità, pieni e vuoti, con assoluta evidenza. a chiaro 2

Leggi Articolo »

Cena in Emmaus – La scelta del thriller nel quadro di Moretto, regista del Cinquecento

Un personaggio oscuro con un cappello da pellegrino in un’inquietante locanda. In un clima da “noir” ante litteram Moretto dipana una pittura sconvolgente con il fine di creare suspense nello spettatore. I meccanismi retorici della narrazione filmica trovano anticipazioni straordinarie nella storia dell'arte antica

Leggi Articolo »

Odd Nerdrum, la bellezza della malinconia – Quotazioni gratis e opere

Odd Nerdrum (nato 8 aprile 1944 a Helsingborg, Svezia) è un pittore figurativo norvegese. I temi e il lavoro lo stile di Nerdrum riguardano la storia e narrazione, mentre le influenze primarie di pittori come Rembrandt e Caravaggio hanno posto la sua opera in diretto conflitto con l'astrazione e con l'arte concettuale

Leggi Articolo »