News

Per il Fai riapre il Testaccio, il monte formato da cocci d’anfora degli antichi romani. Le curiosità

La formazione del Monte Testaccio è la diretta conseguenza dell’intensa attività mercantile che si svolgeva nel quartiere; a partire dall’età augustea si cominciarono ad accumulare i frammenti ceramici (in latino testae) dei “vuoti a perdere”, ovvero delle anfore che, svuotate del loro contenuto, venivano ridotte in frantumi e smaltite in una vera e propria discarica organizzata, divenuta nel tempo questa collina artificiale fino all’attuale altezza di 45 metri. Lo spettacolo esaltante di un panorama a 360°

Leggi Articolo »

Un relitto intatto di 200 anni fa scoperto da Badewanne, a 85 metri. Le belle decorazioni

"Mentre cercavamo relitti della prima guerra mondiale e della seconda guerra mondiale alla foce del Golfo di Finlandia - dicono gli esponenti del gruppo di ricerca Badewanne - ci siamo tuffati per caso e abbiamo scoperto un vecchio relitto. Dopo uno sguardo ravvicinato, sembrava essere un mercantile di tipo fluit olandese del XIX secolo. Il relitto è sorprendentemente ben conservato, a 85 metri di profondità. Una rete di profondità ha causato ha scardinato gli alberi. Oltre a questo, lo scafo è quasi intatto, mancano in parte solo tavole superiori del Galles armato". La nave fluit fu sviluppata in Olanda come un efficiente mercantile, dotato di uno scafo particolarmente capiente e panciuto.

Leggi Articolo »

ll sorriso. Uno studio del Cnrs rileva la nuova arma dei volti moderni nel confronto con i ritratti antichi

In democrazia e nella vita di tutti i giorni vince chi sorride. Analizzando una collezione di ritratti inglesi del 1962 dalla National Portrait Gallery di Londra, dipinti tra il 1506 e il 2016, spiegano gli esponenti del Cerns, gli autori hanno scoperto che i segnali facciali relativi alla fiducia interpersonale sono aumentati di numero nel tempo. Sono stati anche in grado di riprodurre le loro scoperte su 4.106 ritratti della Web Gallery of Art , che copre 19 paesi dell'Europa occidentale tra il 1360 e il 1918.

Leggi Articolo »

Cento scatti da dio. Tutta l’umanità nello sguardo dell’anima divina. McCurry in mostra

Con i suoi scatti ci trasmette il volto umano che si cela in ogni angolo della terra, anche nei più drammatici. Con le sue foto, consente anche a noi visitatori di attraversare le frontiere e di conoscere da vicino molto aspetti di un mondo destinato a grandi cambiamento. La mostra ospita le sue più grandi icone: celebri ritrae, immagini di guerra e momenti corali in cui meglio si esprimono le caratteristiche di culture extra occidentali. Le sue fotografie sono immagini di pura poesia, capaci di suscitare in noi sofferenza e gioia, stupore e ironia.

Leggi Articolo »

Nick Knight, il fotografo di rose amato dalla casa reale inglese. Immagini raffinate. Il breve video

Nick Knight taglia rose selezionate direttamente dal suo giardino e le dispone in modo specifico, utilizzando solo la luce del giorno per illuminare il suo soggetto. Fotografate su un iPhone, le immagini digitali vengono ingrandite e filtrate tramite un software che utilizza l'IA per riempire lo spazio tra i pixel. Quello che a prima vista sembra essere un approccio storico alla fotografia di fiori è in realtà all'avanguardia della tecnologia di imaging

Leggi Articolo »

27 sarcofagi in fondo al pozzo, vicino al cimitero dei gatti mummificati. Le immagini

I manufatti lignei, perfettamente conservati e ancora sigillati, mostrano dipinti di grande interesse che hanno conservato i colori. La scoperta è avvenuta sul fondo di un tunnel verticale di 11 metri. Le ricerche sono state rallentate dalle severe misure anti-covid, ma altre sepolture potrebbero essere portate presto alla luce. Il misterioso "camposanto" dei gatti e degli scarabei mummificati

Leggi Articolo »

Coppia di tacchini bresciani vola su Parigi. Le opere attribuite a Giorgio Duranti abate, pittore-mecenate

Il legame con la passione per la caccia da parte della nobiltà bresciana è evidente. Duranti unì l'osservazione scientifica degli animali - anche quelli da cortile - con la ricerca di un rapporto tra staticità e movimento. Molto spesso i volatili assumono una violenza estrema, su fondale tempestosi e corruschi, nella quale pare di leggere quella determinazione oscura, dalla quale trae forza travolgente lo stesso sentimento bellicoso dell'umanità. Abate, conte e cavaliere, Giorgio Duranti aveva studiato scienze e musica. Era conosciuto come eccellente suonatore di violoncello. Vendette buona parte delle proprie opere pittoriche per finanziare la realizzazione della chiesa parrocchiale di Palazzolo. Anche suo fratello Faustino (1606-1766) era pittore

Leggi Articolo »

Verlaine e Rimbaud al Pantheon come simboli dell’amore gay esemplare? Ma fu una storia di violenze

LE ASSURDITA' DEL POLITICAMENTE CORRETTO - Ciò che appare incongruente è la modalità di lettura simbolica del progetto che sarebbe una celebrazione di grande amore gay, che troverebbe compimento eterno in una sepoltura appaiata. Un amore, però - se è stato amore - finito a colpi di pistola. Il ministro della Cultura Roselyne Bachelot ha appoggiato, come scrive Le Figaro, una petizione a favore dell'ingresso di Arthur Rimbaud e Paul Verlaine nel Pantheon, presentata al presidente Emmanuel Macron. "Il fatto di portare questi due poeti innamorati, sì, insieme, al Pantheon avrebbe uno scopo non solo storico o letterario, ma profondamente attuale", ha argomentato entusiasta il ministro a Le Point

Leggi Articolo »

Scava, scava ancora. Una galleria romana – criptoportico – emerge perfetta a Volterra. Con alcune monete

Si prospettano operazioni di georadar per osservare la conformazione dell'antico anfiteatro di Volterra che, nella ore scorse - oltre ad alcune monete imperiali romane - ha offerto l'individuazione dell'accesso e l'apertura del criptoportico, la parte inferiore della struttura dedicata ai giochi circensi, ai tempi dei nostri antenati romani percorsa dal pubblico per giungere ai posti a sedere. Pur essendo restato per due millenni sotto 17 metri di terra la struttura di base appare perfetta, senza cedimenti. Nei primi giorni di settembre del 2020 gli archeologi e i collaboratori tecnici hanno prima posto in luce l'arco di accesso, poi ampliato la bocca del camminamento che era ostruito, a livello di imbocco. da materiali di colluvio, cioè terra portata dalle piogge, nei secoli

Leggi Articolo »