News

Oggi è San Luca, protettore degli artisti

.   Si celebra il 18 ottobre la figura di San Luca Evangelista, protettore degli artisti (ed anche dei chirurghi, dei medici, dei notai) . San Luca nacque in Antiochia di Siria, dà genitori pagani. Imparò la scienza medica e viaggiò in Grecia e nell’Egitto per approfondire studi e conoscenze in questo settore. Giunse a Troade ove esercitò la sua professione. ...

Leggi Articolo »

Giallo sulla morte “misteriosa” di Jeanne Modigliani? Parisot è sul piede di guerra

Jeanne, la figlia di Amedeo Modigliani, (Nizza, 29 novembre 1918 – Parigi, 27 luglio 1984) storica dell'arte, muore a causa di una caduta, in casa, nel 1984, a Parigi. Ha 66 anni. Diagnosi: emorragia cerebrale. Ciò avviene tre giorni dopo il ritrovamento delle tre false "teste di Modigliani" e mentre la studiosa progettava di costituire a Livorno una Fondazione dedicata al padre. Ma cadde per l'emorragia o fu spinta, come qualcuno insinua, in seguito a una lite legata alle carte del padre? Oppure, ancora, fu deliberatamente assassinata, come qualcuno vuole far credere? Il giallo di Jeanne viene fatto emerge in queste ore da nuove pubblicazioni su Modigliani, che portano i lettori lungo la pista dell'intrigo mortale. Senza indugi, abbiamo raccolto la testimonianza più importante, quella di Christian Parisot, al quale in quegli anni era stato affidata dalla stessa Jeanne, come proprio successore a vita, l'associazione culturale Archives Légales Amedeo Modigliani

Leggi Articolo »

Bacio della capra, Natività di Caravaggio, Palermo. Inedito. Quadro rubato dalla mafia

Di seguito alcune delle maggiori immagini presenti nella Natività di Palermo. La violenza di questi particolari nascosti o semi-nascosti - ma probabilmente molto evidenti alla cerchia del maestro - sembra configurare una reazione alla Chiesa, forse ritenuta, da Caravaggio, colpevole di una trasformazione demoniaca del messaggio di Cristo. Da approfondire, certamente, è il legame di Caravaggio con il pensiero di Giordano Bruno e con lo sviluppo del neoplatonismo rinascimentale, come con due matrici compositive precise e collegate: Leonardo e Arcimboldo. Il controcanto potrebbe essere stato, pure, originato una narcisistica e virtuosistica sfida del pittore ai committenti, attraverso l'inserimento di particolari demoniaci, di immagini sessuali

Leggi Articolo »

Alessio Barchitta, 70 sfumature di rosso. Settanta strati sovrapposti, da case abbandonate

Il giovane vincitore della sezione scultura del Premio Nocivelli 2019: " Sono sempre stato affascinato dal simulacro, storicamente una figura che pretende di valere per una realtà sconosciuta. Quando la realtà ha però ha un nome, un indirizzo e un periodo storico preciso, tentare di raffigurarla è in partenza un fallimento. Molti dei miei lavori non raffigurano proprio nulla, sono l’oggetto in discussione. Recentemente è un aspetto che sto cercando di rieducare, bilanciando riferimenti immediati e concreti con suggestioni immaginifiche"

Leggi Articolo »

Caravaggio, figure nascoste e composite nella Vocazione di Matteo. Inedito. Bernardelli Curuz

Propongo le immagini della Vocazione di Matteo della Cappella Contarelli di Roma, come esempio evidente del modo di comporre del Caravaggio. Tutti gli altri dipinti del maestro rispondono a questa regola di derivazione arcimboldesca. Mi riservo di presentare i lati inediti degli altri dipinti, in interventi successivi

Leggi Articolo »

Figure demoniache nascoste nella Natività di Palermo del Caravaggio, rubata dalla mafia. Scoperta

Maurizio Bernardelli Curuz, autore della scoperta: "La ricerca da me condotta su tele e radiografie, mi ha permesso di stabilire che i quadri di Caravaggio sono costruiti affinchè siano leggibili, generalmente, dai 4 lati. L'intervento avviene certamente con la sovrapposizione di cartoni ritagliati - alcuni dei quali sviluppati a partire dai disegni conservati a Milano -. Rispetto al lato maggiore, gli altri lati costituiscono un controcanto che diviene particolarmente cupo, ruotando il quadro di 180 gradi. Il mondo al contrario configura, nello stesso quadro, l'area d'abisso del Male. Di seguito alcune delle maggiori immagini presenti nella Natività di Palermo. La violenza di questi particolari nascosto o semi-nascosti - ma probabilmente molto evidenti alla cerchia del maestro - sembrano configurare una reazione violenta alla Chiesa, forse ritenuta, da Caravaggio, colpevole di una trasformazione demoniaca del messaggio di Cristo. Da approfondire, certamente, è il legame di Caravaggio con il pensiero di Giordano Bruno. Il controcanto potrebbe essere stata, pure, una narcisistica sfida del pittore che inseriva particolari demoniaci o violenti, all'interno di spazi di devozione, senza che i committenti se ne avvedessero".

Leggi Articolo »

La pittura meditativa di Romeo Battisti: il vuoto, il silenzio, ma agli antipodi del Nulla

Se Jack Kerouac riteneva di essere un «poeta jazz», Romeo Battisti abbandona ogni retaggio culturale per approdare – negando dogmi e istituzioni – a un ruolo di «pittore meditativo» senza fare ricorso a verità religiose, problemi filosofici o morali che potrebbero invalidare la sua realtà multidimensionale: egli rimane un artista che interiorizza modelli autonomi e trascendentali attraverso una pratica spirituale che non conosce matrici particolari di nessun genere tranne quelli di un’attenta, profondamente severa concentrazione e contemplazione dell’universale «essere nell’essere»

Leggi Articolo »

Stile arte, anteprima mondiale. La testimonianza inedita di Maya Picasso su Modigliani e suo padre

La figlia di Picasso scrisse di getto l’inedito che oggi pubblichiamo grazie alla cortesia di Parisot che lo aveva gelosamente custodito come dono raro e prezioso. In effetti si tratta di testimonianza squisita e sensibile che nasce dal profondo dell’anima e si presenta anche come vera e propria opera d’arte. Saggio elevato ricco di una poetica rara che, per ovvi motivi, non ci sentiamo di poter tradurre e trascrivere è anche testimonianza impareggiabile di scrittura creativa

Leggi Articolo »