Home / News (pagina 30)

News

Carnosa, liscia, vellutata al tatto. Porcellana. Lo sai che il nome deriva dall’organo sessuale femminile?

Questa inclinazione della femmina del maiale ai piaceri del sesso ha portato a definire "porcella", "maiala" o "troia" - che era una maiala farcita con altri animali, nella cucina romana e che somigliava, alla fine al cavallo di Troia - le donne inclinate ai piaceri del sesso. E porcella, come abbiamo visto all'inizio, era un nome con il quale, già nell'Italia del del Quattrocento - si definiva la vulva umana. Il nome porcellana venne anche utilizzato per una piantina dalle foglie lisce e carnose, la portulaca, comune negli incolti, con fusti rossicci, cilindrici, cavi, foglie ovate, succulente, addensate all'estremità dei rami, e fiori giallognoli

Leggi Articolo »

Il bacio sensuale di Carolus-Duran. Affascinante lui, bellissima la moglie. I suoi quadri splendidi

Una bacio tenero e sensuale. Sentimentale, intenso. Tra i grandi baci della storia dell'immagine va sicuramente annoverato lo scambio di effusioni dipinte, in cui, probabilmente, il pittore rappresenta sé e la giovane moglie. Charles Émile Auguste Durand, detto Carolus-Duran (Lilla, 4 luglio 1837 – Parigi, 17 febbraio 1917) aveva 31 anni quando dipinse quest'opera (1868), conservata oggi al museo di Belle arti di Lilla, in Francia. L'anno successivo con un ritratto a figura intera della moglie, ottenne un tale successo a Parigi, dove iniziò una carriera particolarmente ricca di successi. Il suo pensiero era che in pittura i massimi effetti debbano essere ottenuti con il minimo sforzo. Un concetto vicino a quello di Raffaello, che non ha mai mostrato segni di fatica nella realizzazione delle opere

Leggi Articolo »

Edward Hopper, ecco le sue opere come pubblicitario o illustratore di libri

La dimensione narrativa - o meglio la sospensione di ogni narratività in un contesto dalle alte potenzialità narrative - è ben presente nella libera attività artistica di Hopper. E per quanto, egli abbia ben guardato ad altri artisti, della sua epoca o del passato - Vermeer e gli olandesi, per il loro "silenzio" inquietante - resta, nei suoi dipinti ampia traccia dell'attività di illustratore o di autore di manifesti pubblicitari. Come avviene in Warhol, pur altri contesti espressivi, il tasso di comunicazione misura la penetrazione tra il grande pubblico. Gli statunitensi tendono infatti a valutare la potenziale audience di un prodotto culturale piichè esso stesso è un prodotto

Leggi Articolo »

Tavoli fallici, arte esplicita: quando Caterina II trascinava gli uomini nel camerino segreto e li possedeva

L'"appartamento a tema" sarebbe stato, pertanto, un tripudio di peni e di vagine, di seni scolpiti, a partire dagli organi maschili eretti che sostenevano la copertura circolare di un tavolo, realizzato con citazioni alla Roma antica. Poi poltrone particolari, sofà ammiccanti, stampe lascive. Molto si deve forse alle dicerie che correvano attorno alla sovrana? Sembra infatti frutto di una leggenda il racconto in base al quale lei avrebbe passato in rassegna, molto volentieri e con una certa frequenza, i suoi pretoriani, mentre costoro stavano sull'attenti ed esibivano il pene in erezione. Che doveva essere di consistenza marmorea, per appagare la vista della signora e conferirle un senso di virile protezione

Leggi Articolo »

Piccole donne al mattino (1912) di Ludovic Alleaume

Piccole donne al mattino di Ludovic Alleaume (1912) è una serie litografica d'inizio novecento, stampata con effetto sanguigna, che ha il fine di far penetrare lo spettatore nella stanza di una ragazza,al momento del risveglio. Evidentemente, a quei tempi, assolutamente un tabù. La contemplazione del giovane corpo che torna alla vita, la dolce pigrizia dopo il risveglio,i misurati movimenti tra le lenzuola tiepide, i profumati biglietti d'amore accanto alla coscia, il perfetto dominio della nudità emanano ancora un alone sensuale

Leggi Articolo »

Ci vuole certo una bella pazienza. E le mani non devono minimamente tremare. Ma il saggio è molto divertente. Partire dagli stecchi del ghiacciolo per realizzare un violino in miniatura. Chi volesse cimentarsi nell'impresa ecco qui il tutorial, curioso anche per chi intende solo dare un'occhiata

Leggi Articolo »

Come interviene un restauratore quando trova un quadro in queste condizioni. Il video

Un dipinto di trecento anni ha richiesto molta attenzione prima che fosse pronto per una mostra. Scopri nel video le tecniche utilizzate per riparare e pulire una delle opere che rappresentano la Vergine di Guadalupe, consegnata, dopo il restauro ai curatori della mostra "La Sacra Spagna: arte e credo nel mondo spagnolo" Christina O'Connell conduce il lettore attraverso ogni fase del processo di recupero, intrapreso dal Lab all'IMA. Il dipinto ha subito, nel tempo, un'essiccazione eccessiva. I colori utilizzati erano, già in partenza, molto magri e poco aggrappanti. L'alternarsi di umidità altissima - che tende le tele, asciugandosi, riducendole sul supporto come maglie messe in lavatrice a temperature troppo elevate - e di caldo torrido, l'esposizione ai raggi del sole hanno provocato tensionamenti discontinui della vecchia tela, con il distacco di colore. L'opera è stata così fissata, rintelata e restaurata, dopo la stuccatura delle cavità lasciate dalla caduta del colore. E verniciata con prodotti in grado di ritonificare i pigmenti e di agire come protezione del film pittorico

Leggi Articolo »