News

Le ultime ore del Caravaggio. Mistero e ipotesi. Le immagini dei luoghi in cui scomparve

Caravaggio cercava di raggiungere rapidamente, pur essendo a piedi, Porto Ercole, sull'Argentario, dopo un misterioso problema con la giustizia a porto Palo, una cittadina situata più a Sud. Qui era stato arrestato e trattenuto per due giorni. Forse pagò una cauzione per poter uscire di prigione. Sulla feluca, che aveva proseguito il viaggio, erano rimaste tele, effetti personali e due quadri raffiguranti San Giovanni Battista e uno che rappresentava la Maddalena.

Leggi Articolo »

L’anello della nonna. Pensava che fosse un granato, era un rubino da 1 milione e 600mila euro. La storia

Eredità o passaggi di proprietà possono riservare grandi sorprese. Con il passaggio delle generazioni tante informazioni - anche familiari - non vengono trasferite o si perdono. Così può capitare che un quadro sottovalutato sia un dipinto di grande valore e che un anello della nonna, indossato per valore affettivo, ma ritenuto privo di valore commerciale abbia invece una valutazione straordinaria. Abbiamo visto, nei mesi scorsi, il ritrovamento e l'attribuzione di una tavoletta di Cimabue, che era conservata nella cucina di una vecchia casa. In queste ore, un esperto di Christie’s Ginevra, ha raccontato a Wewealt un caso analogo di grande interesse riferito ai gioielli

Leggi Articolo »

La notte, le luci, i riflessi. Come l’incanto dei lampioni cambiò radicalmente la pittura

Un secolo importante di trasformazioni, il 19 ° secolo vide il paesaggio notturno evolversi radicalmente con l'apparenza di illuminazione artificiale. Lungo buio, la notte si illumina gradualmente, adornandosi con atmosfere più varie. Giochi di luci e ombre, chiaroscuri, retroilluminazione, primi spot al neon. Appare una nuova gamma di esperienze visive, tinte di magia e poesia specifiche per il mondo della notte. Il MuMa di Le Havre ricostrisce la storia della luce artificiale nella storia dell'arte dell'Ottocento e del Novecento

Leggi Articolo »

Raffaello Sanzio morì di Covid1520? Studi sulla sua polmonite e sulla terapia mortale

I chirurghi dell'epoca pensarono che la grave congestione respiratoria del pittore potesse essere ridotta attraverso salassi di sangue. L'intervento tolse le forze residue al malato, che morì poi, in poche ore. Uno studio dell'Università Bicocca. I risultati sono pubblicati su Internal and Emergency Medicine, la rivista della Società italiana di medicina interna (Simi)

Leggi Articolo »

Dopo 80 anni di ricerche riappare in soffitta il grammofono erotico dei surrealisti

Jamais è un grammofono a trombone. La campanula acustica aspira una donna nel meccanismo. Sul piatto, rotante,due seni o due natiche vengono accarezzate da una mano. La svolta delle indagini sull'opera d'arte compiuta è avvenuta nel momento in cui, tra le mani del direttore del museo sono giunte due fotografie inedite scattate, nel 1947, da Nick de Morgoli e conservate in una collezione privata. Nelle immagini, il grammofono appariva nello studio di Picasso; in una delle due foto è presente lo stesso pittore catalano che osserva l'oggetto

Leggi Articolo »

Iros Marpicati. Classico della modernità nel Novecento nelle radici esistenzialiste. Gare 82

Nato nel 1933 a Ghedi, nella campagna a Sud di Brescia, fu presto messo a bottega da un maestro d’arte: aveva undici anni quando approdò in contrada Santa Chiara in città allo studio di Emilio Pasini, pittore di modi vaporosi e frizzanti, di sprezzature vive e crepitanti. Da lì passò all’Accademia Carrara di Bergamo dove studiò tre anni, allievo del grande Achille Funi, che sempre ripeteva ai suoi allievi: «Quando avrete imparato l’anatomia del corpo umano, avrete imparato la geometria della vita»

Leggi Articolo »

Dal terreno, in Veneto, riemerge statua romana integra legata al misterioso Attis

Il personaggio maschile, in posizione che fa pensare a un grande dolore, indossa il cappello frigio, che era un attributo di Attis e dei suoi adepti. Attis è il paredro di Cibele, il servitore autoeviratosi, che guida il carro della dea. Il culto di questo personaggio, legato alla terra, alla sessualità, al sangue e alla rinascita stagionale, dopo la morte apparente dell'inverno, nacque in Frigia e giunse a Roma nel 204 a.C, estendendosi anche in regioni come le attuali Lombardia e Veneto

Leggi Articolo »

L’artista De Robertis si presentò così a Lourdes. Chiesta la condanna. Il filmato

L'artista non si è atteggiata in modo particolare; non si è mossa. Ha cercato di presentare un'immagine di nudo senza provocazioni erotiche. Nel passato, l'artista si è resa protagonista di altre performance, tra le quali, quella che fece più eco, davanti al quadro di Courbet, L'origine del mondo, che rappresenta l'organo sessuale femminile. In quel caso, Deborah aveva esposto, dal vero, il proprio sesso

Leggi Articolo »

Sei dita per ogni mano, sei dita per ogni piede. Perchè Leonardo e Raffaello aggiunsero arti supplementari?

La vergine di Leonardo, per la precisione, ha tre braccia destre e la donna di Rembrandt tre braccia sinistre nel caso la cosa potesse essere significante. Raffaello? C’è il centenario della morte quest’anno e volete che ‘Il Divino’ sia da meno? Sembra che abbia esordito con sei dita del piede sinistro del bimbo della Madonna con Bambino che giovinetto affrescò in casa sua… nella sua casa paterna di Urbino (il primo suo lavoro secondo buona parte della critica recente). Che il bambino abbia sei dita non si discute

Leggi Articolo »

Castello di Ratilly, una bella storia d’amore ha trasformato l’edificio in centro d’arte contemporanea

Lo storico edificio - in una regione a Sud di Parigi, non distante dallo spartiacque Senna-Loira - è un luogo consacrato alla ceramica, ai concerti e all'arte contemporanea. E' di proprietà della famiglia Pierlot ed ha una storia, anche recente, magnifica. Jeanne Boutet de Monvel, che era nata nel 1917, durante gli studi da ceramista passò davanti al castello, in cui viveva una vedova, un'anziana sola. Il castello e quell'antica dama le restarono profondamente impressi nella memoria. Il tempo passò e, a Parigi, Jeanne incontrò Norbert Pierlot, attore di teatro...

Leggi Articolo »