News

Donne in avanzata alle aste. Quadro di Leonor Fini (1908-1996) a 1 milione di dollari

Sempre più competitive, anche sul mercato dell'arte antica, le artiste crescono a livello di quotazioni anche relativamente al Novecento. Un fenomeno destinato a crescere poichè i musei tendono a creare due linee espositive complementari. Non quote rosa, ma la complementarietà del linguaggio artistico che delinea, in questo modo, un punto di vista più ampio. Nelle scorse ore, a New York, da Sotheby's, un quadro- qui sopra - di Leonor Fini - argentina, di nascita, ma italo-francese di cultura -. straordinaria pittrice surrealista ed esploratrice della sessualità femminile, ha sfiorato il milione di dollari, quasi raddoppiando il range di stima

Leggi Articolo »

Spilliaert, il pittore nietszchiano che dipingeva nella più assoluta oscurità della notte. Le opere

"Il lavoro di Spilliaert è caratterizzato da prospettive drammatiche e da una luminescenza silenziosa.- dicono gli studiosi della Royal Academy - È noto soprattutto per una sequenza di enigmatici autoritratti e per le sue suggestive scene notturne di Ostenda. Le sue esplorazioni visive del sé e le potenti immagini della solitudine lo allineano con i modernisti europei come Edvard Munch e Vilhelm Hammershøi. Questa è la prima mostra monografica delle opere di Spilliaert nel Regno Unito e presenta circa 80 opere su carta - dalle immagini della sua città natale e della costa, alle opere successive che catturano la tranquillità della foresta fuori Bruxelles"

Leggi Articolo »

Con Christo e in Christo all’Arco di Trionfo. Come sarà l’opera postuma parigina. Le immagini

L'Arco di Trionfo sarà avvolto in 25.000 metri quadrati di tessuto in polipropilene riciclabile in blu argenteo e 7000 metri di corda rossa. Nel marzo scorso, Christo è morto improvvisamente, durante il sonno, ma egli aveva preparato ogni dettaglio di questo lavoro trionfale, con il quale avrebbe idealmente celebrato anche l'unione sentimentale e artistica con la moglie e collega Jeanne-Claude, un amore nato proprio a Parigi

Leggi Articolo »

Rsf pubblica monografia del fotografo Ballesta, 28 giorni in una capsula nel mare. Il video

Le sue spedizioni si basano su tre valori emblematici: un mistero scientifico, una sfida subacquea e la promessa di nuove immagini. Dalle prime fotografie del celacanto scattate da sub a 120 metri di profondità, alla caccia dei 700 squali di Fakarava, di notte, passando per le immersioni più lunghe e profonde dell'Antartide e i paesaggi crepuscolari del Mediterraneo, Laurent illustra il mondo sottomarino con un aspetto naturalistico e artistico

Leggi Articolo »

L’estate degli Impressionisti tedeschi. Quali sono le differenze con i colleghi francesi

Generalmente gioiosi e massimamente attenti alla variabilità prodigiosa dei fenomeni ottici e atmosferici, i francesi. Solenni e portatori di dati atmosferici più stabili, i tedeschi. La pittura francese, sulla linea Monet, Renoir, è pura gioia dell'istante. Una pittura euforica. I tedeschi sono più compassati meno partecipi all'attimo gioioso, ma attenti a svelare l'elemento strutturale sotteso al paesaggio, raccolto rapidamente attraverso un'impressione. Denominatori che conferiscono una peculiarità precisa alle opere dell'una e dell'altra scuola

Leggi Articolo »

Battaglia tra Cina e Usa, attorno a un Bacon da 84 milioni. La politica entra nelle sale d’asta. Il vincitore

Pechino contro New York per un trittico di Bacon. E la battaglia all'asta, a suon di rialzi, assume anche una connotazione profondamente politica, legata all'atteggiamento economicamente e culturalmente espansionista e mondialista della Cina, che sottrae progressivamente posizioni all'Occidente. Quindi la gara d'asta giocata nelle scorse ore per Bacon è stata, sì, un contesa tra collezionisti, ma anche qualcosa di più: il contrasto tra due mondi. Appropriarsi dei grandi della storia dell'arte occidentale, per i cinesi, non è soltanto una forma di investimento, ma una sorta di programmatica raccolta di trofei di guerra. Anche gli arabi, spesso, giocano queste partite

Leggi Articolo »

San Giorgio, San Michele e San Crescenziano o Crescentino. Raffaello e gli uccisori di draghi

La sovrapposizione iconografica di diverse figure di santi - impegnati cavallerescamente nell'uccisione del demonio in forma di drago - portò allo sviluppo di un'immagine mediata di un super-cavaliere che tenne conto, in una sorta di somma, delle potenze espresse dagli attributi di ciascun, singolo santo - L'elmo del protettore di Raffaello Sanzio

Leggi Articolo »

Il colore nero nella storia dell’arte. Origini ed evoluzione. La lotta dell’essenziale. Moda e dipinti. La mostra

Colore del paradosso, il nero è un'assenza di luce, un vuoto, una somma gioiosa di tutti i colori, un bagliore? Fin dall'inizio, la mostra immerge il visitatore in un'esperienza familiare oscura grazie a una sala dedicata a uno dei fenomeni naturali del buio che ha maggiormente catturato l'attenzione degli artisti: la notte. Quando scende la notte, sublime, sorge una terribile bellezza (Vernet, Deperthes), appare un mondo senza limiti (Fontana)

Leggi Articolo »

Una giungla-giardino bellissima. Anonyme trasforma stazione di servizio in un Eden condiviso. Tutte le foto

Un distributore di benzina abbandonato, ricoperto di vegetazione: questo è il progetto artistico, ecologico e sociale degli "Attacchi vegetali!» dell'artista Anonyme. Situata a Dunkerque, una città che si prevede possa essere duramente colpita dagli effetti del cambiamento climatico, questa nuova opera, chiamata "Station des Sens" (Stazione dei Sensi), mira a sensibilizzare i suoi abitanti sulle questioni ecologiche.

Leggi Articolo »

Giovanna Garzoni, pittrice e donna ribelle. Perchè – per sesso e per una predizione – fuggì dal marito

Con l'amica e collega Artemisia Gentileschi, che aveva sette anni più di lei, è il simbolo dell'emancipazione femminile, nell'arte e nella vita. Anch'essa contestò le scelte imposte alle donne ed ebbe una vita autonoma, tra le corti. Nata ad Ascoli Piceno da una famiglia di origini venete, tornò a Venezia per il periodo di formazione. Qui apprese la pittura ad olio, forse prendendo lezioni dallo zio, il pittore Pietro Gaia. Contemporaneamente approfondì la tecnica della calligrafia e della miniatura, imparò a suonare gli strumenti a corda e a cantare. Una ragazza ricca di tante virtù. Piacque a un collega più anziano di lei, Tiberio Tinelli, che riuscì a sposarla - evidentemente contro la vera volontà della ragazza - quando costei aveva 22 anni

Leggi Articolo »