Pittura antica

Mattia Preti – Gratis quotazioni, le immagini delle opere. Il video

Tra i principali esponenti della pittura napoletana del Seicento e protagonista della scena culturale romana, Mattia Preti nacque a Taverna nel 1613 e morì a La Valletta, Malta, nel 1699. È detto anche il Cavaliere Calabrese. L'onorificenza gli fu attribuita da papa Urbano VIII. Pittore scenografico e teatrale, si inserì nel filone della realtà"fotografica" del Caravaggio, manifestando una non comune capacità di analisi psicologica dei suoi personaggi

Leggi Articolo »

Atramentum e bitume ebraico – Perché Apelle “asfaltava” i dipinti?

Abbiamo esaminato le testimonianze di Plinio il Vecchio sull'atramentum, utilizzato da pittore greco e ,grazie alla sperimentazione, abbiamo una conferma: il materiale finale, che incideva sulla qualità dell'opera, era bitume, in grado di uniformare la superficie, di esaltare i bianchi e di smorzare i colori troppo accesi

Leggi Articolo »

Mantegna, cuore di marmo

Stile ripercorre le radici del genio. La formazione nella bottega dello Squarciane nell’assoluta devozione ai reperti antiquari, l’incontro folgorante con l’arte di Donatello. A quel punto si poneva un problema: come rendere vive le statue dipinte? Così, tra natura e sentimento, cercò un passaggio che pareva impossibile.

Leggi Articolo »

La nuda idea della bellezza

Michelangelo fu interprete della bellezza ideale, caratterizzata da una forte plasticità delle forme. Buonarroti forniva il disegno. Pontormo e altri lo riportavano sulla tavola, intervenendo pittoricamente. La storia di collaborazioni e di repliche nella Firenze del Cinquecento, quando il corpo “originario” non suscitava imbarazzo

Leggi Articolo »