Pittura dell’ottocento

Antonino Leto – Quotazioni gratis e il video delle opere

Antonino Leto, pittore d'intenso realismo e cantore della luce e della civiltà del Meridione d'Italia, nacque a Monreale il 14 giugno 1844 e morì nella radiosità di Capri il 31 maggio 1913. Il primo percorso del periodo formativo ebbe luogo a Palermo, poi a Napoli, che era anche la capitale artistica del Regno delle Due Sicilie. Nell'ambito di un costante aggiornamento e della ricerca di mercati sui quali imporsi si Trasferì a Roma dove strinse amicizia con Francesco Paolo Michetti, poi a Firenze dove frequento' i Macchiaioli, ancora a Parigi dove dipinse scene di vita contemporanea.

Leggi Articolo »

Impressionismo – Il parasole in pittura, un video delizioso per capire subito l’Impressionismo

II parasole, nella pittura dell'Ottocento e dei primi decenni del Novecento, era molto amato dagli artisti e non solo perché fosse un accessorio necessariamente presente nella moda femminile dell'epoca. Molti artisti osservarono, infatti, le potenzialità pittoriche offerte dalla tela dell''oggetto e non solo sotto un profilo meramente cromatico.

Leggi Articolo »

Quando Ingres ispirava i sogni proibiti della buona società borghese

Il dipinto dà una visione di un gineceo poco vicina al vero, trasformandolo in un luogo idealizzato in magnifiche schiave che si radunano con l’unica preoccupazione di soddisfare il piacere del padrone. In realtà il termine “harem” indica semplicemente lo spazio in cui si svolge la vita familiare. Tutto nasceva da un imprintin sessuale legato alla scelta della "schiava" nei postriboli. L'iniziazione all'eros avveniva purtroppo, per molti, nelle "case chiuse" che riecheggiano nelle fantasiose rappresentazioni degli harem orientali

Leggi Articolo »

Giovanni Boldini quotazioni gratis –

All'inizio, a Parigi, produce piccoli quadri, molto colorati, che rappresentano scene settecentesche, che riscuotono un grande successo, quanto gli splendidi ritratti di donne dell'alta società, luminose ed eleganti, caratterizzati da pennellate audaci e fluide, simili a “piume di boa”. Egli lavora sulle figure, rendendole più alte e flessuose, sensuali e provocanti.

Leggi Articolo »