Press "Enter" to skip to content

Posts published in “News”

Una meravigliosa ondata di ceramiche dell’Età del Bronzo ricomponibili emerge dagli scavi del Lucone

Gli archeologi: "Lucone D, seconda settimana, quarto giorno. Sotto lo strato torboso marrone con macchie gialle è emerso un mare di cocci… vasi frammentati uno su l’altro, ossi animali e selci… Cercasi amanti di puzzles. Il Reparto Grandi Frammentati è già all’erta! Rimanete sempre sintonizzati sui nostri canali per seguire i nostri lavori".

Musei e parchi archeologici aperti a Ferragosto con iniziative speciali. L’elenco delle strutture

Molti dei luoghi d’arte coinvolti saranno animati con eventi, mostre tematiche, percorsi e visite guidate. Un’occasione speciale per trascorrere un Ferragosto all’insegna della cultura e del divertimento: musei, gallerie, monumenti, palazzi, ville, castelli, templi, parchi, giardini, aree e siti archeologici.

L’occasione del giorno. Un’affascinante spiaggia post-macchiaiola (1924) del pittore Carlo Passigli all’asta on line

Senza ombrelloni, con grosse tende simili a vele delle barche. Un senso di libertà e di gioia. I litorali, prima dello sfruttamento turistico del mare, erano così. Una gioia luminosa e nostalgica viene emanata dall'olio di Carlo Passigli (Firenze, 1881-1953) che qui si confronta con il magistero dei conterranei macchiaioli. L'opera è in vendita all'asta sul sito internazionale Catawiki a un prezzo basso, molto interessante

Sì, era un’enorme fabbrica romana per pesce e conserve. Trovate altre vasche-laghetti a Lixus

Si tratta di una vasta area industriale costruita su 63 ettari e composta da 10 stabilimenti e 150 stagni. Prelevati i residui da una delle grandi vasche. I risultati, che verranno rivelati nei prossimi mesi, ci daranno anche un'idea delle specie di pesci che venivano utilizzati dalla fabbrica romana

Trovati sul colle del Girfalco di Fermo i resti di uno strategico villaggio dell’Età del Bronzo

"Le indagini - conclude il sindaco di Fermo -hanno consentito di accertare la presenza di un abitato stabile dell’età del bronzo (e forse del Neolitico) sul colle del Girfalco – sito strategico di eccezionale rilevanza dal quale è possibile controllare un territorio molto vasto – che finora era stata solo ipotizzata in base al rinvenimento, avvenuto in passato, di frammenti ceramici in giacitura secondaria"

Gli archeologi scoprono cucina medievale intatta e stoviglie lucide. Gli abitanti forse in fuga dal nemico nel 1426

Gli utensili da cucina medievali all'interno della casa sono stati trovati in perfette condizioni, con i vasi di ceramica intatti che contenevano ancora i coperchi originali. Sembra che gli oggetti fossero stati appena lavati e lasciati ad asciugare sul focolare di pietra