Press "Enter" to skip to content
blank

Articoli pubblicati in “Stile arte Milano”

Grand Tour, quando l’Italia contava. Una mostra racconta sogni e pratiche dei viaggiatori nel Bel Paese

Con il termine Grand Tour ci si riferisce al viaggio di istruzione e di formazione in Italia che, principalmente tra Sette e Ottocento, ha visto coinvolte non solo le élite europee, per cui aveva un valore iniziatico, ma anche uomini di chiesa, letterati, musicisti e artisti provenienti dall’Europa, dalla Russia, e poi dall’America, spinti da motivi professionali, per cui questa esperienza di viaggio diventava un’occasione di arricchimento e di svolta nella loro carriera

L’Annunciazione di Tiziano Vecellio illumina l’inverno di Milano. In mostra la grande tela della maturità

Un quadro di 3 metri per due. Straordinari effetti luministici, in particolare nelle scintillanti vesti nell’angelo, in damasco rosa e argenteo, intessuto di fili d’oro, nella resa dei bagliori che intridono la materia pittorica e nella libertà della composizione.

I codici miniati in mostra a Pavia. E una corale canterà brani che non vengono eseguiti da centinaia di anni

I graduali cinquecenteschi contengono canti e preziose illustrazioni. Furono realizzati nell'ambito della cultura milanese di Visconti e degli Sforza. Il codice veniva aperto, e via via sfogliato, su un alto leggio al centro del Coro, in modo che tutti monaci potessero, dai loro stalli, seguirne i testi e le annotazioni musicali

Pittura meravigliosa. Il Realismo magico indagava sul mistero. A partire dalla donna. La mostra

In mostra, a Palazzo Reale di Milano, ottanta capolavori di questa complessa e affascinante corrente artistica. Le opere originalissime di Felice Casorati, come il Ritratto di Silvana Cenni del 1922, così come le prime invenzioni metafisiche di Giorgio de Chirico come L’autoritratto e L’ottobrata del 1924, ma anche le proposte di Carlo Carrà, con Le figlie di Loth del 1919, e Gino Severini con i suoi Giocatori di carte; tutti propongono un originale e tutto italiano “ritorno all'ordine”