Press "Enter" to skip to content

Posts published in “Stile arte Roma”

Lavori per la fognatura a Roma. Meraviglioso. Dal fondo della valletta riemerge statua di Ercole

Sorpresa infinita quando l'escavatore, impegnato a farsi strada in direzione di un vecchio condotto fognario, ha cozzato contro una massa lapidea. I lavori sono stati bloccati. In un attimo è risultato evidente di ciò che stava emergendo. E' stata avvertita la Soprintendenza. Tutto ciò è avvenuto nelle ore scorse, nella capitale

Una collina sbancata a Roma piena di reperti archeologici. Si cerca di ricomporre il puzzle

Attualmente sono in corso lo studio e schedatura di questi materiali, anche per verificare l’eventuale possibilità di ricomporre contesti omogenei (ad esempio: frammenti marmorei appartenenti ad un’unica statua; elementi architettonici o pittorici provenienti dallo stesso edificio e così via). In mostra si è voluto riproporre in una vetrina della prima sala il carattere eterogeneo dei rinvenimenti, musealizzati come miscellanea di oggetti riferibili a contesti d’uso diversi appartenuti a secoli anche molto lontani fra loro

Annibale Carracci. Gli affreschi della cappella Herrera ricomposti. La mostra aperta a Roma

Negli spazi della Sala Marmi, della Sala Ovale e della Sala Paesaggi di Palazzo Barberini sono esposti 16 affreschi, la pala d’altare di Annibale Caracci, proveniente dalla Chiesa di Santa Maria in Monserrato degli Spagnoli., una selezione di disegni, un video prodotto dal Museo del Prado che illustra le vicende legate alla genesi della cappella Herrera, agli autori e all'iconografia, alla Chiesa di San Giacomo degli Spagnoli, alla dispersione dei dipinti e infine al loro restauro.

Lavori stradali a Fondi. Emerge l’Appia antica. Il tratto non sarà coperto ma verrà musealizzato

La possibilità di valorizzare, non qualche frammento, ma un intero tratto di antica via Appia appare ancor più interessante alla luce della candidatura dell’antica arteria a Patrimonio dell’Unesco. Un iter nel quale il Comune di Fondi aveva già un ruolo di primo piano, destinato con queste ultime novità a crescere ulteriormente.

Un tratto di strada romana e resti di edifici antichi scoperti nel cantiere del gasdotto di Arce

Fregellae, fondata dai Romani nel 328 a.C., fu distrutta nel 125 a.C. per ordine del senato romano. Gli scavi del passato avevano riportato alla luce alla luce numerose domus, alcune di queste musealizzate, e le Terme pubbliche della città situate in un quartiere aristocratico nei pressi del Foro

Trovato e ricollocato dopo quasi due secoli medaglione secentesco della tomba di Ostenio. Il significato

La tomba, realizzata su progetto dello stesso Olstenio e da Antonio Giorgetti, è un esempio dell'arte allegorica barocca composta da una elegante struttura in marmi policromi e da medaglioni bronzei che vennero asportati durante gli anni della Repubblica Romana e sostituiti da copie in gesso dipinto dal momento che gli originali si ritenevano dispersi. Fino a quando, il bassorilievo in bronzo non è stato ritrovato nel Museo e Real Bosco di Capodimonte.

Il cantautore Bob Dylan è anche un ottimo artista figurativo. 100 quadri, disegni, sculture in mostra a Roma

Dice lo stesso Bob Dylan: “È molto gratificante sapere che le mie opere visive saranno esposte al MAXXI, a Roma: un museo davvero speciale in una delle città più belle e stimolanti del mondo. Questa mostra vuole offrire punti di vista diversi, che esaminano la condizione umana ed esplorano quei misteri della vita che continuano a lasciarci perplessi. È molto diversa dalla mia musica, naturalmente, ma ha lo stesso intento"

Da oggi apre al pubblico continuativamente il castello rinascimentale di Papa Giulio II

Nel 1483 iniziò la costruzione, voluta dal cardinale Giuliano della Rovere (futuro Papa Giulio II, 1503-1513) e affidata all’architetto fiorentino Baccio Pontelli. Alto esempio di architettura militare rinascimentale, il complesso include un circuito perimetrale di casematte (camere da sparo) che raccorda tre torrioni (uno dei quali inglobò la torre di Martino V), un ‘rivellino’ e un ampio fossato circostante. Lo scalone monumentale fu decorato da affreschi policromi col mito di Ercole, attribuiti alla scuola di Baldassarre Peruzzi.