Home / Pittura del Novecento / Capire Paul Klee in pochi minuti. Analisi esordi e svolte stilistiche
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Capire Paul Klee in pochi minuti. Analisi esordi e svolte stilistiche

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995>

“Stile arte” intervista Hans Cristoph von Tavel (già direttore del Kunstmuseum di Berna), che curò la mostra  dedicata a  Paul Klee, al Complesso del Vittoriano.

 

 Quali sono le caratteristiche stilistiche che caratterizzano le prime prove di Klee?

Le primissime acqueforti sono caratterizzate da uno stile simbolico, completamente figurativo, dove la linea è dominante. Sono lavori che testimoniano l’altissima abilità tecnica, la fantasia e l’inventiva di Klee. Si tratta di opere in cui prevale l’intento socio-critico, contraddistinte dalla teatralità della composizione e in cui si osservano anche motivi fantastici, che svelano un certo gusto onirico e a tratti caricaturale. Complessivamente lasciano trasparire, insieme all’influenza di artisti a Klee coevi e ai retaggi classici di una colta classe borghese, la sua personalità ironica e sognatrice. Dopo l’incontro con Cézanne, poi, lo stile subirà un radicale mutamento. I disegni di paesaggio e anche i ritratti di questo periodo sono eseguiti con grande finezza e sistematicità. Klee stesso definì questa fase come il suo “periodo impressionista”.

Nel 1911, Klee entra in rapporto con gli artisti del Blaue Reiter. La sua ricerca si trasferisce dall’analisi introspettiva sui valori psicologici delle forme a quella relativa ai problemi di luce, colore, movimento. Quali sono i punti di approdo di tale spostamento di attenzione?
Klee stringe amicizia con i pittori del Blaue Reiter, e, sebbene mantenga sempre una certa distanza dalle attività del gruppo, partecipa alla loro seconda mostra berlinese con alcuni disegni. Di grande forza sono le illustrazioni che egli realizza in questo periodo per il “Candide” di Voltaire: si tratta di disegni esistenzialisti, in cui l’uomo viene rappresentato alla stregua di un insetto, nella sua condizione di estremo e sofferto isolamento e di solitudine. Insieme a Kandinskij e a Marc, nel 1912 compie un viaggio a Parigi, in occasione del quale incontra Robert Delaunay, il maestro del cubismo e del colore, con cui instaura un rapporto di reciproca stima e di collaborazione. Klee è molto affascinato dalle ricerche del francese sulla luce e sul colore, addirittura traduce in tedesco un suo saggio sull’argomento. E’ a partire da questo momento che Klee fonda le basi della propria pittura fatta di piani colorati.


Il 1914 è un anno fondamentale: col viaggio in Tunisia, si ufficializza il suo “matrimonio” con il colore. Come cambia da quel momento la sua pittura?
Di ritorno dal viaggio in Tunisia Klee lavora moltissimo con i luminosi acquerelli che ha realizzato durante la permanenza in quei luoghi. Da questo momento in poi è il colore il vero protagonista delle sue opere. Elementi geometrici dai colori lievi sono accostati in una delicata trama di rapporti e accordi quasi musicali; arabeschi, cupole, minareti, ideogrammi di cammelli e di palme sono intrisi di atmosfere esotiche e fiabesche. Piano piano si compie nel suo lavoro anche un’evoluzione tematica. Durante la prima guerra mondiale Klee matura molto, dal punto di vista sia umano che artistico. Sviluppa un personale simbolismo, fanno la loro comparsa quelle immagini che poi ricorreranno spesso nei suoi quadri, come il fiore che si trasforma in orologio (l’elemento naturalistico viene abbinato all’elemento esistenziale del tempo), l’occhio, la croce, la stella, la luna e anche le figure umane estremamente stilizzate. E ancora le lettere dell’alfabeto, a volte composte in parole o frasi.



Seguono gli anni del Bauhaus, dove Klee insegna accanto a Kandinskij. In che modo si coniugano il razionalismo dominante in questo ambiente (che certamente ebbe influenza su di lui) e la matrice fantastica alla base della sua ricerca?
Questa è una domanda fondamentale per comprendere lo sviluppo della personalità artistica di Klee. Nel 1920 viene chiamato da Gropius al Bauhaus, dove tiene corsi di pittura. L’esperienza dell’insegnamento, con il confronto diretto con i giovani studenti, rappresenta per lui una preziosa occasione, poiché viene costretto a compiere riflessioni intorno ai problemi formali dell’arte, alle metodologie da utilizzare per tradurre le idee in qualcosa di concreto. In questi anni le sue ricerche sia sul piano teorico che su quello pratico confluiscono in alcune fondamentali pubblicazioni. Klee non viene comunque conquistato dall’eccesso di razionalismo che dominava l’ambiente. Il suo linguaggio pittorico rifiuta l’astrazione, le sue opere sono pervase da un prodigioso senso dell’equilibrio di forme e colori. Fino all’arrivo al Bauhaus, Klee aveva lavorato prevalentemente in solitudine, mentre qui egli ha l’opportunità di confrontarsi direttamente con altri autori come Itten, Kandinskij, e lo stesso Gropius. La sua attività acquista un riconoscimento sempre maggiore da parte del mondo intellettuale del tempo: Klee diviene un artista internazionale.

 

 

 

Ad un certo punto, però Klee lascia Weimar e il Bauhaus.
Nel 1930 si trasferisce a Düsseldorf, con un contratto di insegnamento all’Accademia. Ma questo non è un periodo felice della sua esistenza: fino al 1933, infatti, lui e la moglie non trovano casa in quella città e vivono a Dessau, costretti ad affrontare alcune difficoltà pratiche che contribuiscono ad alimentare il forte disagio che Klee inizia ad avvertire. Egli intuisce i pericoli degli sviluppi politici in corso in Germania. Durante la sua assenza, l’abitazione di Dessau viene perquisita a fondo dai nazisti; in seguito viene richiesto all’artista di certificare la propria origine ariana. Klee trasloca da Dessau a Düsseldorf. Nello stesso tempo è licenziato senza preavviso. Nel 1937 è presente con 17 opere alla mostra organizzata dai nazisti sull’“Arte degenerata”. A quel punto si rende per lui inevitabile la scelta di abbandonare la Germania e di far ritorno a Berna nella casa di famiglia. I quadri di questo periodo sono forse i più belli della sua produzione: molto raffinati ed espressivi.



Si giunge così alle opere della maturità, caratterizzate da una forte componente drammatica, certamente alimentata dalle gravi difficoltà che il pittore è costretto ad affrontare negli ultimi anni della sua vita.
Purtroppo, contemporaneamente al suo ritorno a Berna fanno la prima comparsa i sintomi di quella malattia, la sclerodermia, che lo costringerà a ritirarsi dalla vita sociale, in solitudine e sofferenza, e che infine lo ucciderà. L’ultima produzione acquista una connotazione fortemente drammatica. Compaiono quasi ossessivamente grossi segni neri, i colori si fanno densi e pastosi, le forme minacciose evocano morte e distruzione. Per l’estrema forza espressiva che caratterizza questa fase della sua pittura, è possibile suggerire un parallelo con Picasso. Nella parte conclusiva della rassegna è esposto il dipinto che fu trovato sul cavalletto il giorno della sua scomparsa, intitolato “L’ultima natura morta”: quasi il testamento artistico di Paul Klee.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Finestre, vetri, labirinti di luce lattiginosa. Il pittore esistenzialista che precedette Hopper. Il video

Richter cerca il Sublime e l’anti-nichilismo. Sì, è lui, con l’astratto, che tiene in vita la pittura di paesaggio. Il video