Home / News / Come i pittori antichi trasferivano i disegni sulla tela. Cosa sono copie, repliche e ripensamenti. Video
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Come i pittori antichi trasferivano i disegni sulla tela. Cosa sono copie, repliche e ripensamenti. Video

Tante volte ci siamo chiesti perchè alcuni soggetti tornino in maniera ricorrente, anche nelle posture, nei quadri di un determinato autore. Il motivo è semplice. Buona parte degli studi lavorava a partire da disegni singoli, che prospettava al cliente, unendoli su un tavolo come figure di un presepe ritagliato.  C’erano pittori che chiedevano costi supplementari per ogni figura aggiunta nel quadro, secondo un preciso listino. La bottega del pittore del passato remoto non era quella del bohemien, che abbiamo spesso in mente, come luogo comune, ma un vero laboratorio d’alto artigianato che sosteneva la produzione di pezzi artistici.

Il disegno risultava fondamentale per buona parte dei pittori, anche se più o meno coercitivo. E dal disegno partiva la formazione di collaboratori e studenti. Per alcuni – come Leonardo, i toscani, i romani, gli umbri – il disegno era assolutamente vincolante. Il massimo sforzo veniva messo nel disegno. La “coloritura” era una conseguenza. Per altri, come i veneti, dopo Giorgione e Tiziano, i disegni underdrawing – cioè tracciati o trasferiti sulla tela, oggi sottostanti al colore – erano spesso più tracce di ingombro che spazi da riempire di colore. Lo stesso Caravaggio – e ciò è venuto in luce dopo la scoperta dei disegni del maestro nella bottega del suo insegnante, Peterzano, compiuta da Bernardelli Curuz e Conconi Fedrigolli – utilizzò ben più il disegno di quanto si potesse immaginare: recenti studi, svolti sulle radiografie dei dipinti dopo la scoperta dei due studiosi, hanno messo in luce non solo tracce di graffi, ma segni di trasferimento di disegni.  Probabilmente Caravaggio utilizzava una tecnica mista. La proiezione di ombre di modelli umani “veri” modelli per “rubare” la realistica silhouette dei corpi e completava – come nei volti – attraverso il trasferimento di disegni di teste di carattere, impostate già a Milano.

Ma torniamo al trasferimento del disegno dal cartone alla tela. Una volta prospettata al committente la composizione e concordato il prezzo – che si basava anche sul tempo che sarebbe stato impiegato per un lavoro più o meno complessso -, gli assistenti del pittore trasferivano – come vedremo nel filmato – i segni delle figure sulla tela attraverso carta carbone, che veniva prodotta utilizzando soprattutto il nero fumo misto a carbone sottilmente sminuzzato. Il nero fumo è fuliggine, cioè quella patina unta che troviamo nella cappa del camino. L’untuosità era fondamentale per rendere rapide e precise le operazioni di ricalco. Ed è assai probabile che la carta carbone non fosse piccola, come quella utilizzata dalla restauratrice del video, ma avesse l’ampiezza della stessa tela.

Avendo a disposizione il disegno e la carta carbone era possibile realizzare, seduta stante, gli ingombri per più repliche dello stesso dipinto. Si prendeva una tela e si ricalcava. Si prendeva un’altra tela e si ricalcava lo stesso disegno. Lo studio dei grandi autori porta a stabilire che difficilmente una composizione veniva utilizzata una volta sola. Le repliche avvenivano nello stesso studio, in molti casi contestualmente alla produzione del primo trasferimento del nerofumo su tela, attraverso il ricalco. Dopo un primo ricalco se ne faceva un secondo o un terzo. e comunque il disegno rimaneva a disposizione anche per repliche successive. Le repliche sono opere autentiche. Il loro valore può leggermente diminuire se in esse siano preponderanti le mani dei collaboratori, rispetto a quelle del maestro. Con il termine copia dovremmo riferirci, invece, a un lavoro ben diverso dalla replica. La copia è un’opera a posteriori, realizzata copiando un quadro già dipinto.  La copia veniva svolta generalmente da elementi terzi rispetto alla bottega e in tempi anche lungamente successivi all’ideazione del quadro, per motivi di studio, di commercio o di truffa.

Nel video vediamo anche il cosiddetto ripensamento. Esso non è solo – com’è giustamente viene definito – una deroga improvvisa del pittore rispetto a una parte del disegno, un’intuizione fulminea in fase di composizione con il colore, una correzione sul campo, ma anche una revisione del disegno originale per raccordarlo con altri disegni delle composizione. Lo vedremo perfettamente nel filmato.

 

 

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Piccoli capolavori incisi sul “gratta e vinci”. Il materiale e la tecnica di esecuzione. Il video

“Titus amatissimo”, “Adorato papà”. L’amore in casa Rembrandt e la triste fine della famiglia