Home / News / Conciliazione vita-lavoro. Milioni di euro e aiuti dalla Regione Lombardia. Come fare
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Conciliazione vita-lavoro. Milioni di euro e aiuti dalla Regione Lombardia. Come fare

a regione

Regione Lombardia mette a disposizione oltre 6 milioni di euro per finanziare progetti per favorire la conciliazione vita-lavoro e il welfare aziendale proposti da soggetti pubblici e privati del territorio che si costituiscono in partenariato.
Ai fondi è possibile accedere attraverso due canali.

Il primo fa riferimento alle Reti territoriali di Conciliazione, coordinate dalle Agenzie di Tutela della Salute (ATS, ex ASL). Per accedere ai fondi è necessario presentare un progetto candidandolo alla manifestazione di interesse della propria ATS di riferimento.

A titolo esemplificativo potranno essere finanziate azioni quali:

servizi per l’infanzia, anche nei periodi di chiusura nelle scuole e nel pre- e post scuola;
assistenza e servizi di mobilità per l’accesso a servizi rivolto a soggetti fragili e figli minori;
accompagnamento e supporto per micro, piccole e medie imprese e reti di impresa per usufruire del regime di defiscalizzazione, contrattazione di secondo livello, misure flessibili di lavoro;
sostegno alle azioni di time saving a favore di titolari o dipendenti di imprese commerciali e artigianali (max 3 occupati)
Un’altra opportunità è rappresentata dall’Avviso emanato direttamente da Regione Lombardia, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo (FSE), per il potenziamento di servizi rivolti all’infanzia e all’adolescenza nei periodi di chiusura della scuola.

Tutte le azioni progettuali dovranno concludersi entro il 15 gennaio 2019.

a regione
Di seguito, qui sotto,  sono pubblicati i link di riferimento alle manifestazioni di interesse emanate dalle ATS,:

Manifestazione di interesse – ATS Bergamo

Manifestazione di interesse – ATS Brescia

Manifestazione di interesse – ATS Brianza

Manifestazione di interesse – ATS Città Metropolitana

Manifestazione di interesse – ATS Insubria

Manifestazione di interesse – ATS Montagna

Manifestazione di interesse – ATS Pavia

Manifestazione di interesse – ATS Val Padana

 

 

Per avere informazioni sulle manifestazioni di interesse è possibile rivolgersi ai referenti ATS inseriti nell’allegato.

Per informazioni sul Bando cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo:

Cristina Carolì       tel.: 02.6765.4545
Luca Pastormerlo  tel.: 02.6765.3570

e-mail: conciliazione@regione.lombardia.it

SECONDO CANALE. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti per il potenziamento dell’offerta di servizi per l’infanzia e l’adolescenza a supporto della conciliazione vita-lavoro per le annualità 2017-2018

Info ufficiali alla pagina dedicata .

Domande dal: 13 aprile 2017, ore 12:00
Scadenza: 03 maggio 2017, ore 12:00

L’Avviso sostiene progetti di potenziamento dell’offerta di servizi per l’infanzia e l’adolescenza, con l’obiettivo di offrire soluzioni fortemente flessibili alle esigenze di conciliazione vita – lavoro della famiglia.
I progetti dovranno riguardare lo sviluppo, il consolidamento o la qualificazione di servizi socio educativi innovativi e flessibili per l’infanzia e l’adolescenza individuati tra le seguenti tipologie:

SERVIZI DI ASSISTENZA E CUSTODIA rivolti a minori a supporto del caregiver familiare;
SERVIZI PER LA GESTIONE DEL PRE – E POST SCUOLA E DEI PERIODI DI CHIUSURA SCOLASTICA (grest e oratori estivi, doposcuola, ecc..);
SERVIZI DI SUPPORTO PER LA FRUIZIONE DI ATTIVITA’ NEL TEMPO LIBERO a favore di minori (es. accompagnamento e fruizione di attività sportive e ludiche, visite a parchi/musei, ecc…).
La proposta progettuale potrà inoltre sviluppare, in aggiunta e solo in modo funzionale al rafforzamento dell’efficacia di una o più delle tipologie sopra descritte, attività di informazione, sensibilizzazione e orientamento finalizzate ad accompagnare e sostenere i lavoratori e le lavoratrici con responsabilità di cura nell’accesso e nella fruizione dei servizi per l’infanzia e l’adolescenza del territorio.

Le proposte progettuali devono essere presentate da partenariati costituiti da almeno tre soggetti appartenenti alle seguenti categorie (partner beneficiari/effettivi):

enti pubblici locali;
enti accreditati per la gestione di unità d’offerta sociali e/o socio-sanitarie in regolare esercizio;
organizzazioni del terzo settore iscritte nei registri regionali o nazionali o ad analoghi elenchi regionali/nazionali;
enti riconosciuti dalle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti, accordi o intese.
È obbligatorio che tra i soggetti beneficiari sia presente almeno un soggetto pubblico.

E’ prevista inoltre la possibilità che partecipino al partenariato anche soggetti associati e/o sponsor, appartenenti a categorie diverse da quelle ammissibili in qualità di partner effettivo, che condividono gli obiettivi del progetto e partecipano alle attività di progetto senza beneficiare del contributo.
I fondi disponibili sono pari ad euro 2.500.000

I progetti ammessi saranno finanziati con un contributo a fondo perduto al massimo pari all’80% del costo ammissibile e comunque non superiore ad euro 100.000, a copertura delle spese di personale sostenute per la realizzazione del progetto e dei restanti costi in misura pari al 40% delle spese di personale ammissibili.

Il piano finanziario del progetto dovrà quindi essere così strutturato:
A) Totale costi diretti per il personale
B) Altri costi (es. materiale di consumo, utilizzo di attrezzature e immobili,
iniziative di promozione e comunicazione) [B = 40% di A] C) Totale costi ammissibili [C=A+B]

La domanda di partecipazione, a cura dell’Ente Capofila del partenariato, deve essere presentata esclusivamente attraverso il sistema “SiAge” (raggiungibile all’indirizzo www.siage.regione.lombardia.it) attraverso la modulistica disponibile a sistema e allegata all’Avviso.

Il contributo pubblico è riconosciuto a seguito di valutazione di merito dei progetti pervenuti ad opera del Nucleo di Valutazione che sarà appositamente costituito su nomina del Direttore Generale della DG Reddito di Autonomia e Inclusione Sociale.

Eventuali informazioni sull’Avviso possono essere richieste via mail all’indirizzo conciliazione@regione.lombardia.it

 

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Jamie Baldridge – Le storie delle soffitte

Francesca Woodman – La poesia del corpo nella fotografa che si è tolta la vita a 23 anni

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp