Home / arte curiosità / Eco-pittura, in campagna per raccogliere i colori vegetali: produci inchiostro rosso e rosso ad olio
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Eco-pittura, in campagna per raccogliere i colori vegetali: produci inchiostro rosso e rosso ad olio

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Agli amanti del fai-da-te, delle soluzioni ecologiche, dell’autarchia e del risparmio – nonché per chi desidera incessantemente sperimentare -, la stagione compresa tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno offre tavolozze cromatiche che possono essere spremute sulla tela o sulla carta. Iniziamo un viaggio, che condurremo  con una certa regolarità sulle pagine di Stile arte, dedicato alla produzione di colori particolari, ottenuti da ciò che ci offrono boschi e campagne. Alla fine della stagione calda, iniziano a maturare le belle bacche della Phytolacca, una pianta  annuale proveniente dall’Asia Orientale e dall’America.

Una  pianta infestante piuttosto diffusa perchè ha bacche invitanti che vengono consumate dagli uccelli e piccoli semi neri e resistenti che restano nelle feci del volatile e vengono poi depositati nel territorio. Il nome Phytolacca, presente nella denominazione botanica, significa pianta di lacca, poichè i suoi rami sono lucidi e simili agli oggetti realizzati in oriente. Lo stesso colore, trattato con un fissativi – tipo gomma lacca o vernice finale o aggiunto alla cera liquida, -ha un sapore cromatico tutto orientale.  La pianta cresce normalmente in campagna e in collina e tende ad assumere una posizione laterale, addossandosi a muri o ad altre piante. Le bacche violette di quella che è chiamata anche uva turca – un tempo veniva utilizzata per rendere più intensa la colorazione del vino – non sono soltanto amate da tordi, merli, capinere e pettirossi -che, abbuffandosi, portano spesso il colore d’inchiostro sulle livree – ma anche da chi intende produrre colori arcaici per le belle arti e inchiostri in casa o per chi vuole tingere qualche abito con un  colore che, specie sulla lana, è molto affascinante.  Non bisogna ingerire bacche, foglie o succo. E lavorare tenendo lontani i bambini molto piccoli che potrebbero essere attratti dalle bacche succose, tanto simili ai mirtilli. L’unico pericolo della fitolacca è l’ingestione, ma del resto un pittore non beve essenza di trementina nè divora i colori in tubetto. E per non tingersi le dita – il colore è molto impregnante e richiede diversi lavaggi prima d’essere rimosso  – è bene usare un paio di guanti di lattice. La fitolacca può anche essere usata per la colorazione del legno, come fosse mordente noce, a cui segue la verniciatura. Insomma: tante sono le applicazioni e le sperimentazioni offerte dalle bacche, che maturano dall’estate e, in molti casi permangono fino all’inverno, quando il vegetale muore.


Come riconoscere la pianta e come utilizzarla

Le bacche della Phytolacca, che hanno un elevatissimo potere colorante. La tinta del rametto è quella che è possibile ottenere, tingendo una stoffa con questo frutto

Le bacche della Phytolacca, che hanno un elevatissimo potere colorante. La tinta del rametto è quella che è possibile ottenere, tingendo una stoffa con questo frutto. Anche l’inchiostro può assumere questo colore. Meno il colore è diluito più diventa scuro

La colorazione autunnale di una foglia di Phytolacca

La colorazione autunnale di una foglia di Phytolacca

 

La pianta con le foglie ancora verdi e la presenza contemporanea di fiori e piccoli frutti

La pianta con le foglie ancora verdi e la presenza contemporanea di fiori e piccoli frutti ancora verdi. La maturazione dipende dall’esposizione della pianta al sole. In uno stesso giardino è possibile avere piante già ampiamente mature e altre, come questa, in una fase ancora arretrata

 

Le bacche sono molto succose. Basta appena sfiorarne la superficie su un foglio per ottenere questo colore. Affinchè la tinta si stabilizzi è consigliabile spremerle con una sorta di pestello, lasciando le bucce all'interno, se desiderassimo rendere un po' più cupo il colore.. Il succo ottenuto può essere fatto bollire fino a quasi l'essiccazione del pigmento , oppure, nel caso non si voglia impegnare la cucina con questi lavori, lasciare che evapori lentamente all'aria asciugare all'aria. Dopo qualche giorno si possono togliere le bucce, schiacciandole, e lasciare che piano piano il colore diventi denso sul fondo del contenitore. A questo punto possiamo aggiungere acqua distillata e una punta di gomma lacca se vogliano ottenere l'inchiostro oppure stemperarlo <strong srcset=

nell’olio di lino se intendiamo utilizzarlo come colore a olio. Aggiungendo acqua al composto semisolido è possibile utilizzarlo come tempera” width=”620″ height=”363″ /> Le bacche sono molto succose. Basta appena sfiorarne la superficie su un foglio per ottenere questo colore. Affinchè la tinta si stabilizzi è consigliabile spremerle con una sorta di pestello, lasciando le bucce all’interno del contenitore, se desiderassimo rendere un po’ più cupo il colore.


Il succo ottenuto può essere fatto bollire fino a quasi l’essiccazione del pigmento , oppure, nel caso non si voglia impegnare la cucina con questi lavori, lasciare che  evapori lentamente all’aria. Dopo qualche giorno si possono togliere le bucce, schiacciandole, e lasciare che piano piano il colore diventi denso sul fondo del contenitore. L’ottimizzazione del prodotto si ottiene attraverso un concentrato secco. Una polvere molto colorante. A questo punto possiamo aggiungere acqua distillata e una punta di gomma lacca se vogliano ottenere l’inchiostro oppure stemperarlo nell’olio di lino se intendiamo utilizzarlo come colore a olio. Aggiungendo acqua al pigmento è possibile utilizzarlo come tempera

 

Un ramo di Phytolacca. Essp è lucido e si presenta come un oggetto di legno realizzato in Oriente. Anche i rami si prestano a qualche composizione creativa

Un ramo di Phytolacca. Esso è lucido e si presenta come un oggetto di lacca realizzato in Oriente. Anche i rami si prestano pertanto a qualche composizione creativa

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995
 

 

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Ekfrasis – Cosa significa. La rinascita dei quadri-fantasma

Pompeo Batoni, la rosa centifolia lascia presagire la sontuosità del sesso della modella. Il più bel fiore