Home / Mostre in Italia / Emergenza! Casa Dugnani invasa da insetti d’artista
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Emergenza! Casa Dugnani invasa da insetti d’artista

Artisti internazionali si confrontano con diverse tecniche espressive sul tema degli insetti e popolano l’antica Casa Dugnani di minuscole ed enormi creazioni.

 

Galleria Casa Dugnani, dimora quattro-cinquecentesca immersa nel verde di Robecco Sul Naviglio, alle porte di Milano, presenta dal 4 maggio al 2 giugno la collettiva Insetti, attraverso le creazioni di sette artisti internazionali: Jessica Carroll, Diane Didier, Lili Fischer, Clemen Parrocchetti, Giovanni Tamburelli, Arlette Vermerein e Job Versteeg. Ognuno interpreta e riproduce in maniera originale, un mondo estremamente variegato, caratterizzato da infinite forme e colori, i cui i protagonisti indiscussi sono gli insetti.

Le sculture e le installazioni sono realizzate con materiali diversi: dal bronzo al ferro, dal marmo al legno, dalla carta alla stoffa, dalla plastica ai vari materiali di recupero.

 

La mostra ha inizio nel parco antistante la casa, dove si è accolti da un favo gigante in bronzo, creato da Jessica Carroll, le cui dimensioni imponenti raggiungono i due metri di diametro. L?artista rivolge la sua attenzione al mondo dei favi e alle api, come si può ammirare nella sala interna dedicata, dove sono collocate sue sculture di api scolpite su marmo bianco.

Nella sala d?ingresso sospese nell?aria, si muovono delicatamente cinque splendide tipule – realizzate da Lili Fischer – con immense ali di carta sostenute da una leggerissima struttura in ferro. Nelle opere dell?artista spesso incontriamo insetti, cui sono stati dedicati profondi studi e ricerche, dei quali vengono moltiplicate le dimensioni reali, in una visione del tutto macroscopica. Ne è dimostrazione l?installazione in site creata per l’occasione, i cui elementi, riprodotti in scala, superano i quattro metri. La Fischer rivolge un’attenzione particolare alle falene, che appese alle pareti, creano un dialogo con le grandi tipule sovrastanti.

 

Materiali e tecniche molto diverse sono utilizzati da Giovanni Tamburelli, che nelle sue rappresentazioni di insetti, di dimensioni ridotte, predilige il ferro e il bronzo. Queste creature si arrampicano sui muri e sui libri e creano un?atmosfera alquanto inquietante. Accanto al brulicare di questi piccoli esseri, sono collocate le tarme di Clemen Parrocchetti. L?arista, affascinata dalle tarme – studiate approfonditamente – le presenta in maniera straordinaria, attraverso delle opere dall?anima in ferro, rivestite da garze e fili di cotone colorati, che pongono l?accento su una spiccata fantasia resa dal contrasto cromatico.

 

La mostra prosegue nella galleria sotterranea dove si viene proiettati in uno spazio incantato che richiama i misteriosi boschi nordici e gli insetti che li popolano. Danno voce a questo spaccato ambientale le opere degli artisti nord europei: Diane Didier, Arlette Vermeiren, Job Versteeg. Scendendo le scale un sottofondo sonoro in crescendo ci introduce all?installazione  di Job Versteeg, caratterizzata dalla proiezione sulla volta e sulle pareti di insetti in movimento. Di sua creazione sono anche le sculture collocate sulle pareti: insetti di varie forme e dimensioni, in legno e ferro.

La lunga rete di Arlette Vermeiren che percorre tutta la galleria, filata a mano con carta leggerissima e supportata da una struttura in plastica, rappresenta un?immensa ragnatela nella quale si scorgono ragni stilizzati.

Di forte impatto cromatico sono i variopinti insetti di Diane Didier realizzati con materiale tessile e cartaceo di recupero, carte di caramelle, velina usata per i fiori -, che popolano la nicchia rendendo l’ambiente estremamente vivace.

 

 

Coordinate della mostra

 

Titolo: INSETTI               

Sede: GALLERIA CASA DUGNANI

Robecco Sul Naviglio, via Mazzini 10 (Milano)

Date: 4 maggio, dalle ore 15 2 giugno 2013

Inaugurazione: sabato 4 maggio, ore 15

Come arrivare: Autostrada A4 Milano-Torino, uscita Marcallo Mesero, direzione Magenta

Strada Provinciale 114 uscita Bisceglie, direzione Abbiategrasso Tangenziale Ovest uscita n°4 Cusago

Autobus Stav Z551-R linea Bisceglie-Robecco

Bici 1° percorso: Cusago-Cisliano-Castelletto-Abbiategrasso-Cassinetta di Lugagnano-Robecco Sul Naviglio
Bici 2° percorso: Milano P.ta Genova- Viale Gorizia- Ripa P.ta Ticinese- Milano S.Cristoforo-Corsico-Trezzano-Gaggiano-Castelletto-Abbiategrasso-Cassinetta di Lugagnano-Robecco Sul Naviglio

Orari: martedì – venerdì dalle 15 alle 19

Sabato – domenica dalle 10 alle 19. Lunedì chiuso

Ingresso: gratuito

      

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Un pugno e una lattina. Ecco le opere di Deledda, l’americano che crea geometrie con una sola botta

Mantegna e Bellini secondo Ermanno Olmi

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp