Home / Le donne nell'arte / Fede Galizia (1578–1630), l’agguerrita pittrice con la spada. La galleria delle opere
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Fede Galizia (1578–1630), l’agguerrita pittrice con la spada. La galleria delle opere


fede

Era nata a Milano, cinque anni dopo Caravaggio. Fede Galizia (1578-1630) è considerata uno dei fondatori del genere della natura morta, che tanta importanza assume nella città lombarda, forse perchè legata, nel clima dell Controriforma, al potenziamento della parte penitenziale e offertoriale della celebrazione eucaristica. Figlia di un pittore di miniature, Nunzio, originario del Trentino, Fede aveva appreso dal padre l’arte pittorica, nella sua protetta bottega. Le figlie d’arte avevano scarse possibilità di movimento poiché il loro onore era considerato superiore all’abilità pittorica. Padri e fratelli pertanto erano chiamati a controllarle e ad evitare problemi. Le difficoltà per le artiste non erano poche. Vivevano all’interno degli spazi dello studio, avevano una scarsissima mobilità, non partecipavano mai -nel caso il padre o i fratelli lavorassero anche nell’ambito della pittura murale -a cantieri. Una limitazione che spesso veniva vissuta con giusta insofferenza.

fede galizia

Fede Galizia, Giuditta e Oloferne, (1596). Si ritiene che Giuditta sia un autoritratto della giovane pittrice. Le artiste amavano presentarsi nelle vesti dell’eroina biblica per sottolineare la propria forza e la propria autonomia rispetto al mondo maschile. Da notare, nel dipinto, l’accuratezza dei ricami e delle decorazioni, affrontate con un pennello da miniaturista. Una visione lenticolare della realtà, evidentemente appresa attraverso gli insegnamenti del padre, che era un miniaturista.

Fede fu precocissima, già all’età di dodici anni era considerata un’artista formata, così da essere menzionata da Gian Paolo Lomazzo, pittore e teorico d’arte. A diciott’anni realizzò lo splendido dipinto raffigurante Giuditta e Oloferne, un tema che, come si diceva, era particolarmente amato dalle artiste che trovavano il modo di sottolineare la propria abilità nell’affrontare un tema biblico drammatico, con figure e che sembravano proiettare su Giuditta stessa parte di sé nell’ambito di una forza esercitata di riequilibrio nei confronti del mondo maschile. Fu così che impugnò la spada sulla quale dipinse l’incisione del proprio nome Fede, che aveva pure il significato di ricordare la Fede nel Signore. La giovane pittrice venne incaricata della realizzazione di alcune pale – tra le quali ricordiamo Noli me tangere (1616, Milano, S Stefano),  per l’altare di Santa Maria Maddalena e di ritratti,ma fu soprattutto considerata.con il precursore Ambrogio Figino (1548-1608) – il suo piatto in peltro con pesche e foglie di vite, è stato datato tra il 1591 e il 1594 – ,Caravaggio e Panfilo Nuvolone, anch’egli pittore milanese, tra i fondatori del genere della natura morta autonoma, cioè come soggetto non inserito in altre composizioni. I suoi still life sono caratterizzati generalmente da eleganti alzate – centrotavola – con frutta, resa con straordinario realismo e morbidezza. Questa specializzazione, incentivata dalla diffusione del nuovo modello iconografico, la portò a lavorare molto in questa direzione. Tra le 63 opere inserite nel suo catalogo generale, ben 44 sono nature morte.  Fede Galizia preferì la pittura al matrimonio, dal quale sarebbe stata certamente allontanata dall’attività, e rimase pertanto nubile. Morì nel 1630, durante l’epidemia di peste che tanta parte avrebbe avuto, a livello di trama, nei Promessi sposi di Manzoni. Il 21 giugno di quell’anno, dettò le sue ultime volontà e si ritiene che sia morta qualche giorno dopo, lasciando un’eredità iconografica di particolare rilievo negli still life.



Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Come si restaura un quadro? Nel breve video le azioni di recupero di ogni sua parte

Estetica. Ariana Grande oggi e da anziana. Le donne sbagliano a invecchiare? Il video