Home / I bambini nell'arte / Giovanni Dupré – Così un parassita della vite scolpì il dolore del Bacchino malato
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Giovanni Dupré – Così un parassita della vite scolpì il dolore del Bacchino malato


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

G.DUPRE', Bacchino della crittogama, particolare, 1854-1856, marmo, h.cm.116, San Pietroburgo, Ermitage

G.DUPRE’, Bacchino della crittogama, particolare, 1854-1856, marmo, h.cm.116, San Pietroburgo, Ermitage



Nelle fasi di ogni grande artista ci sono fatti, eventi, incontri, esperienze visive, che appaiono fondamentali nel determinare una svolta stilistica, pur sempre nella continuità espressiva che sta alla base e che è parte dell’inconfondibile lessico individuale. Nel caso di Giovanni Duprè (1817-1882), scultore senese autodidatta, che si impose agli occhi della critica nell’Esposizione di Firenze del 1842 con l’Abele morente, opera per cui fu tacciato di aver eseguito un calco dal vivo sul modello, tanta era la fedeltà al “vero naturale” bartoliniano, questo percorso appare particolarmente sofferto. Lo scultore rispose ai detrattori con la statua raffigurante Caino del 1847, in cui il citazionismo di lessemi neoclassici e puristi rende l’opera fredda e distante, pur riconoscendo in essa brani di notevole abilità plastica e di “vero naturale”.


Molti furono successivamente i momenti di ripiegamento su stesso e di avvicinamento stilistico ideologico ai movimenti artistici e di pensiero che si respiravano in quegli anni vitalissimi per la scultura dell’Ottocento. Essere artista per Duprè significava trovare attraverso un non facile iter personale una giusta ed equilibrata espressione che si adeguasse e rispondesse perfettamente alla sua idea di arte, tanto che questa ricerca lo portò ad ammalarsi, impedendogli come scrive egli stesso nel 1852: “ (…) di fare e pensare (…)” come, riportato nei suoi “Pensieri sull’arte e Ricordi autobiografici”. La terapia consigliata dai medici, che poi risultò fondamentale per la sua anima, fu un viaggio, prima a Napoli e poi a Roma.

Nel soggiorno nella città partenopea, già visitata in precedenza, ebbe, questa volta, modo di rivedere, con occhi pronti a vedere, le opere dell’antichità classica, nel Museo Borbonico e a Pompei, riuscendo a coniugare con essa l’arte cristiana, intesa come consapevolezza del “bello ideale”. Ritornando a Firenze nel 1854 Duprè, completamente ristabilito, riprese la sua attività scultorea portando a compimento opere che aveva lasciato interrotte e avviandone di nuove tra cui il Bacchino della crittogama o Bacchino malato, di cui aveva eseguito già un bozzetto prima del suo viaggio e uno secondo durante il soggiorno napoletano.



L’artista con questo marmo si confrontava direttamente con il maestro Lorenzo Bartolini, perché il rimando iconografico all’Ammostatore o Bacco Fanciullo del 1816-20, appare più che evidente e forse la sua scelta non fu del tutto casuale. Duprè abbandona ogni richiamo ai modelli rinascimentali più che mai sottolineati nella scultura bartoliniana per misurarsi in uno stretto dialogo con “il bello ideale” dell’antichità classica letto e interpretato da uomo del suo tempo.

G.DUPRE', Bacchino della crittogama, 1854-1856, marmo, h.cm.116, San Pietroburgo, Ermitage

G.DUPRE’, Bacchino della crittogama, 1854-1856, marmo, h.cm.116, San Pietroburgo, Ermitage

Un esile corpo, studiato perfettamente nell’anatomia fisica, di una acerba ed inconsapevole sensualità, appare poggiare una gamba su tronco con pampini e grappoli d’uva, i cui chicchi non sono nel loro fulgido splendore, ma piccoli e parzialmente schiusi. Così come allo stesso modo il Bacchino appare sofferente ed emaciato nel corpo magro e nell’espressione dolente, quasi in preghiera dello splendido viso, parzialmente coperto dai capelli inanellati trattenuti da una coroncina di pampini.



La crittogama parassita che colpisce anche la vite, sembra aver colpito anche lui in una condivisione totalizzante che unisce la divinità alla natura e di conseguenza all’uomo, all’uomo che soffre. Un messaggio universale quello di Giovanni Duprè trasmesso attraverso un’opera che per la sua sensuale innocenza, inconsapevole grazia e profondo coinvolgimento emotivo non può passare inosservata.
Per maggiori approfondimenti sull’opera e sull’artista si rimanda al fondamentale volume:
E. SPALLETTI, Giovanni Duprè. Fotografie di David Finn, Milano, Electa, 2002

GIOIELLI E PREZIOSI ALL’ASTA ON LINE IN QUESTO ISTANTE. Tante occasioni. Spazio anche a chi vende

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, POCO PIU’ SOTTO NELLA PAGINA, ALLA TUA DESTRA DOVE C’E LA FRASE “SEGUICI SU FACEBOOK”. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

COME VENDERE ON LINE QUALSIASI OGGETTO
CON LE ASTE DI CATAWIKI. QUI I LINK.
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ORA
E SENZA ALCUN IMPEGNO.
VENDI QUANDO VUOI

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Vendi i tuoi oggetti con Catawiki: Clicca qui

Sapevi che alcune delle più grandi aste di arte online in Europa sono ospitate da Catawiki? Dalla prima asta nel 2011, il sito d’aste online Catawiki è cresciuto in maniera straordinaria, con aste settimanali in oltre 80 categorie, incluse 50 aste di arte che spaziano dall’arte classica a quella moderna. Il tratto distintivo di Catawiki è il team di esperti che valuta ogni lotto per qualità e autenticità, al fine di fornire al pubblico aste di altissimo livello. Inoltre, Catawiki agisce da intermediario tra acquirenti e venditori, offrendo transazioni sicure per tutti.

Con Catawiki metti all’asta monete, quadri, oggetti di antiquariato, vintage, con un semplice click: dai un’occhiata qui

a catawiki 2

I venditori sottopongono i loro oggetti all’analisi degli esperti, che poi li approvano e pianificano il loro inserimento in una successiva asta. Da qui inizia il divertimento. Le aste vengono visitate da milioni di potenziali acquirenti da tutto il mondo.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

La notte, la luna, le nubi nella pittura del Romanticismo. Le opere splendide e malinconiche di Baade

Cesare Biseo, il pittore bresciano che illustrò l’Oriente De Amicis. Ecco le sue opere

190 Condivisioni
Condividi190
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp