Home / Arte Eros / I disegni erotici di Füssli (1741-1825), frenetici amplessi tra ninfomani e briganti
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

I disegni erotici di Füssli (1741-1825), frenetici amplessi tra ninfomani e briganti

Le forze operanti nell’animo di Füssli sono il blasfemo, la lussuria e il sangue. Le sue donne sono tutte puttane, e gli uomini briganti. Sono puttane non per il piacere della carne ma per odio, per astio e ostilità nei riguardi della virtù, e i suoi uomini sono furfanti non per un audace desiderio d’avventura e di rischio ma per un’incoercibile ribellione contro la repressione morale”. A parlare così è un ex allievo del pittore, Haydon. E, negli stessi anni, lo scrittore tedesco Georg Forster rincara la dose: “La sua disposizione d’animo, tenuta a freno da un discernimento d’uomo maturo, avrebbe potuto portarlo al culmine dell’arte; purtroppo lo portò solo troppo presto, in modo perverso, a tutti gli eccessi del genere”. Forse nessun pittore, come Füssli, percorse, su una strada parallela, ma autonoma, i labirinti di piacere e dolore che caratterizzano, ad esempio, il libertinismo di De Sade. Tutto viene distrutto dalla potenza del sesso. Una società falsa e moralista viene piegata dall’osservazione del dietro le quinte. E persino il mondo di eroi ed eroine shakespeariane non è è risparmiato da una cottuzione che non è soltanto morale, in senso lato, ma prepotentemente sessuale.

fussli 1

Eppure, Johann Heinrich Füssli pareva destinato ad un’esistenza convenzionale e morigerata. Aveva compiuto studi ecclesiastici ed era diventato pastore (avrebbe, in seguito, rinunciato al ministero). Nel 1770, a ventinove anni, si trasferì però dalla natia Zurigo a Roma, dove sarebbe rimasto sino al 1778. Nell’Urbe, affermano i biografi, condusse vita da libertino. Tornato in Svizzera, fu protagonista di complicate e convulse vicende sentimentali, di cui troviamo eco in alcuni quadri dell’epoca.

Il gioco a tre. Un numero aperto
che può portare euforia
ma che conduce all’abisso

a fussli dildo

fussli 5
E’ il caso di Ezzelino e Meduna, del 1779. Ezzelino Bracciaferro, l’immaginario conte di Ravenna che accusa la moglie di adulterio e la uccide, è rappresentato cogitabondo davanti al cadavere della consorte. Werner Hofmann ha scoperto che, in Ezzelino, il pittore aveva in realtà effigiato se stesso. C’è infatti un autoritratto coevo, un disegno, in cui il volto di Füssli sembra la copia esatta, sia da un punto di vista fisionomico che nella postura, di quello del pensieroso conte uxoricida. Nella terribile punizione inflitta a Meduna, Hofmann individua l’esplicitazione della più estrema forma di separazione uomo-donna, della constatazione da parte dell’artista dell’incapacità di costruire un legame reale e duraturo se non al prezzo della perdita della propria libertà, bene supremo e fondamentale.

fussli incubo
Nel celeberrimo Incubo, del 1781 , la figura femminile dormiente è sovrastata da un orrendo mostriciattolo che le sta accucciato sul ventre, mentre un cavallo si infila tra le cortine del letto. Ebbene, non tutti sanno che sulla faccia posteriore dell’opera Füssli eseguì un altro, e assai diverso, dipinto, ossia il ritratto di una graziosa giovane in cui è stata riconosciuta Anna Landolt, grande amore di Johann Heinrich. Questi aveva espresso l’intenzione di sposarla, ma il suo desiderio era stato inesorabilmente frustrato dall’opposizione della famiglia di lei. Il “trucco” del doppio quadro vuole dirci, in maniera sin troppo scoperta, che purezza virginale e brame bestiali inconfessabili non sono, per l’autore ferito e deluso, che due facce della medesima medaglia.
fussli 3

Del resto, l’ambiguità è una delle costanti della produzione di Füssli. La vita è ambigua, lo sono i valori morali. “Il sublime risiede anche nel male, poiché persino nell’empietà può esserci qualcosa d’ammirevole”, scrive il Nostro nel 1771. Nell’inferno-paradiso dell’immaginazione tutto può accadere, nell’arte è lecito tutto e il contrario di tutto, senza censure o impedimenti.
fussli 4

“Qui almeno saremo liberi; qui l’Onnipotente non ha edificato nulla di cui potesse essere geloso; da qui non ci scaccerà”, è l’appassionato grido del pittore che aveva indossato un giorno l’abito talare. In questo universo parallelo, il corpo si fa ossessione.

Il corpo manipolato, torturato, perpetuamente modificato e modificabile, nella serie infinita delle sue variazioni dinamiche. Oltre ogni convenzione accademica. E’ risaputo che, quando già aveva abbandonato la Svizzera per l’Inghilterra, Füssli soleva sfidare lo scultore Thomas Banks ad una sorta di gioco di prestigio: dopo aver disposto a caso su di un foglio cinque punti, bisognava riuscire, collegandoli tra loro, a costruire una figura umana anatomicamente credibile, per quanto improbabile.

fussli

Di tale ossessione sono permeate sia le opere ispirate al grande repertorio dell’arte e della letteratura sia quelle il cui soggetto è lontanissimo dal Sublime, come i disegni erotici, i cosiddetti symplegma, di cui mostriamo qui alcuni esempi di sfrenata, quasi feroce licenziosità. Diceva, del loro autore, l’amico di gioventù Lavater: “I suoi sensi sono un vento di tempesta; ha fiamme quali servitori! Va sulle ali del vento. Il suo riso è derisione dell’inferno, e il suo amore… lampo mortale!”. Negli anni più tardi, il pittore dimenticherà talvolta le narrazioni flessibili e turbinose per affidare alla tela solitarie figure frontali, immote e dolenti (Il silenzio, Polifemo cieco). Non vi sono storie di corpi in tumulto da raccontare, oramai. C’è, appena, questa pace, questa muta pace di volti senza gioia. Prima di chiudere gli occhi per sempre, l’ambiguo Johann Heinrich Füssli scoprirà, fra le ambiguità, la più subdola di tutte.

ACCEDI GRATUITAMENTE, CLICCANDO SUL LINK, ALLA NOSTRA RICCHISSIMA RACCOLTA DI STUDI E SAGGI DEDICATA AD ARTE ED EROS

www.stilearte.it/category/arte-eros/

Clicca sul link per aprire il PDF e leggere il testo, con immagini comparative:

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Susanna e i vecchioni nell’arte: molestie, libidine, onestà. I pittori e la storia. Il video

Omar Ortìz, questi splendidi corpi nudi che escono dalla tela. La galleria delle opere