Home / News / I quadri mutilati in guerra o tagliati per esigenze di mercato. Lotto e Carpaccio
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

I quadri mutilati in guerra o tagliati per esigenze di mercato. Lotto e Carpaccio


Correva l’anno 1527: la città di Bergamo era stata occupata dai francesi.
Onde evitare spoliazioni e devastazioni, per preservare il patrimonio artistico, molte opere pittoriche di indubbio valore erano state poste al sicuro, almeno così si pensava, nei luoghi sacri. Ciò nonostante, un milite dell’armata francese riuscì ad intrufolarsi nella chiesa di San Michele, ove era custodito uno dei capolavori assoluti di Lorenzo Lotto, il Matrimonio mistico di santa Caterina e il donatore Nicolò Bonghi. Immaginiamo che il soldato – forse un ufficiale sensibile alla bellezza dei dipinti -, comprensibilmente rapito dalla magnificenza dell’opera, si fosse abbandonato ad una contemplazione estatica dei larghi e riposanti piani cromatici, dell’incantevole fioritura delle forme, della sensuale ricchezza del colore.

Più che dalla verità psicologica dell’evento, che traspare dal vivido naturalismo dei volti, il militare era certo rimasto affascinato dalla veduta del monte Sinai rappresentata sullo sfondo, la cui luminosità strideva con la crepuscolare ombrosità della stanza in primo piano, in cui si svolge la scena.

Vittore Carpaccio, Due dame

Vittore Carpaccio, Due dame

 

 

L’uomo decise di ricorrere così al coltello. Ne infisse la punta nella tela e tirò a sé la lama. Asportò la parte superiore del dipinto con un taglio netto. Il quadro restò così mutilo, al punto che, per poter esporlo nuovamente, si fu costretti ad un ampio rattoppo rettangolare, come bene appare nella fotografia che pubblichiamo.

La storia dell’arte presenta altri esempi di quadri mutili. Questa sorte è toccata ad una tavola del Carpaccio, smembrata in due parti che hanno dato vita ad altrettante opere distinte, le Due dame e la Caccia in valle. La compatibilità dei supporti, dei legni e della tecnica dei due pezzi è stata confermata da recenti restauri; rimangono tuttavia ignoti il contesto culturale, la funzione nonché l’identità dei committenti, mentre pare acclarato il significato del dipinto originario.

Vittore Carpaccio, Caccia in valle, 1493-95

Vittore Carpaccio, Caccia in valle, 1493-95

Nell’ambito degli interrogativi aperti, ci si chiede se si tratti di un dittico, oppure se esso fosse posto come decorazione di una finestra o della porta di uno studio; se sia una scena di genere piuttosto che un doppio ritratto.

 

L’interpretazione odierna, condivisa dalla maggior parte degli studiosi, si basa su una scrupolosa analisi degli elementi allegorici raffigurati nella terrazza delle Due dame: il giglio, il cui stelo appare nel vaso in alto a sinistra, allude alla purezza virginale ed è presente anche nella Caccia in valle (in primo piano a sinistra); il mirto è notoriamente pianta coniugalis, mentre l’arancia è attributo di Venere e, al tempo stesso, di Maria.

Lorenzo Lotto, Matrimonio mistico di santa Caterina e il donatore Nicolò Bonghi, 1523. Nella parte superiore, il rettangolo tagliato da un soldato francese nel 1527

Lorenzo Lotto, Matrimonio mistico di santa Caterina e il donatore Nicolò Bonghi, 1523.
Nella parte superiore, il rettangolo tagliato
da un soldato francese nel 1527

Veniamo agli animali: come il giglio, pure le due colombe, accovacciate vicino al vaso, sono simbolo dell’illibatezza; i cani sono allegoria della fedeltà, il pavone indica la concordia matrimoniale, e il pappagallo, capace tanto di salutare la Vergine con il suo ave (lo stesso saluto che le rivolge l’angelo Gabriele nel momento dell’Annunciazione), quanto di accompagnare scene amorose, segnala la doppia natura dell’universo femminile.


Tutto ciò ci induce a pensare che Carpaccio abbia voluto rappresentare due gentildonne innocenti in attesa dei promessi sposi, impegnati nella caccia in laguna. Certo sarebbe interessante sapere chi, quando (si suppone nel Settecento) e per quale assurda ragione, abbia avuto l’ardire di compiere un simile scempio.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

I bronzi Rothschild sono davvero di Michelangelo? Cambridge dice sì. Ma il dibattito sarà acceso

Bordalo II, splendide sculture con i rifiuti. Dalla Spagna a Parigi, la nuova street art con oggetti. Video