Home / arte curiosità / Il bacio degli amanti del Cinquecento. Lei è Ginevra. Ma cosa avviene sotto il piatto?
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il bacio degli amanti del Cinquecento. Lei è Ginevra. Ma cosa avviene sotto il piatto?

Plateau, ca. 1515–25 Italian (Deruta), Maiolica (tin-enameled earthenware), lustered; Overall (confirmed): 3 5/8 x 16 5/8 in. (9.2 x 42.2 cm) The Metropolitan Museum of Art, New York, Purchase, 1884 (84.2.11) http://www.metmuseum.org/Collections/search-the-collections/186686

Piatto con due amanti
Metropolitan museum of arts
Date:ca. 1520–50
Culture:Italian, Deruta
Medium:Maiolica (tin-glazed earthenware), lustered
Dimensions:Overall (confirmed): 3 5/8 × 16 5/8 in. (9.2 × 42.2 cm)
Classification:Ceramics-Pottery
Credit Line:Purchase, 1884

a beham

a bacio paragone

 

 

Per quanto, nell’intenzione dell’autore cinquecentesco, dovesse essere un bacio intenso, il risultato non fu nei termini del realismo. Il nostro occhio – modellato dalle fratture della linea, provocate dal cubismo – apprezza l’errore pieno del profilo femminile in questo splendido piatto che unisce il tardo gotico al Rinascimento, ma la delineazione originaria è in pieno contrasto con l’eleganza della cornice. Prodotto squisitamente artigianale, esso venne probabilmente realizzato con un cartoncino di silhouette – senza disegni interni – e forse lo stencil fu tratto da un’incisione di Beham (1500-1550) perchè la forma del naso della donna, molto particolare – prolungata e imponente – appare in una sua incisione, guardata dal verso opposto. I cartoni ricavati dalle stampe non erano definiti nelle parti interne e non erano precisi, – nel caso della presenza di due figure – a livello di raccordi. Gli artigiani dovevano seguire solo il suggerimento tratto dalla stampa perchè se il soggetto fosse stato eccessivamente ritagliato, il cartoncino avrebbe avuto una durata minima. E ciò non sarebbe stato economicamente auspicabile poichè il novero dei soggetti andava preziosamente conservato.

Plateau, ca. 1515–25 Italian (Deruta), Maiolica (tin-enameled earthenware), lustered; Overall (confirmed): 3 5/8 x 16 5/8 in. (9.2 x 42.2 cm) The Metropolitan Museum of Art, New York, Purchase, 1884 (84.2.11) http://www.metmuseum.org/Collections/search-the-collections/186686

Plateau, ca. 1515–25
Italian (Deruta),
Maiolica (tin-enameled earthenware), lustered; Overall (confirmed): 3 5/8 x 16 5/8 in. (9.2 x 42.2 cm)
The Metropolitan Museum of Art, New York, Purchase, 1884 (84.2.11)
http://www.metmuseum.org/Collections/search-the-collections/186686

L’artigiano compie così i massimi errori nella parte superiore dei volti dei due amanti, forse perchè non riesce a darsi una spiegazione plausibile tra la vicinanza delle bocche e la distanza delle fronti, spazio che poi riempì a proprio modo. Quello che mancò all’opera – e qui viene rafforzata la nostra ipotesi che ha implicato un lavoro su silhouette muta, recante esclusivamente la linea più esterna d’ingombro – fu soprattutto il completamento, attraverso il chiaroscuro, della cavità tra naso e occhio.
L’artigiano completò il bacio con l’omaggio d’amore. Sotto il profilo degli abiti, l’autore del piatto colse la moda, l’acconciatura e il cappello dei primi decenni del Cinquecento.

Il lavoro venne realizzato a Deruta (Déruta) – l’accento è diverso da quello che viene comunemente usato nell’Italia settentrionale – il Comune della ceramica che sorge a 15 chilometri da Perugia e a 150 da Roma. È inserito tra i Borghi più belli d’Italia. Nelle intenzioni dell’autore, i due soggetti erano probabilmente Ginevra e Lancillotto.  L’identità della donna può essere ipotizzata attraverso il nome suggerito dal germoglio con aghi appuntiti – ginepro – e dalla notorietà popolare dei due amanti del ciclo bretone. Il ginepro veniva utilizzato ripetutamente per indicare il nome Ginevra. Appare, tra gli altri dipinti, in Pisanello – presunto ritratto di Ginevra d’Este – e in Leonardo, nel ritratto di Ginevra de’ Benci. Il ginepro allude anche alla riservatezza spinosa e, al tempo stesso, alle spine dell’amore.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Attenzione! Quando vedrete in cielo questa luce non sarà un Ufo, ma una scultura. Il lancio. Il video

Erotikon, il film cult del 1929. Perchè viene spesso citato? Cosa racconta? Cosa mostra? Il video