Home / News / Il giallo-verità. Lo studioso Vinceti spiega perchè la Gioconda era maschio-femmina
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il giallo-verità. Lo studioso Vinceti spiega perchè la Gioconda era maschio-femmina

La Gioconda trovata in una collesione privata di San Pietroburgo e Monna Lisa del Louvre

La Gioconda trovata in una collesione privata di San Pietroburgo e Monna Lisa del Louvre

Silvano Vinceti – L’altra Gioconda-
I misteri di un capolavoro ritrovato.

L’opera, espressa in uno stile letterario, si veste della forma del romanzo storico, dove la narrazione, assume le sembianze di una ricerca condotta da un ispettore di polizia volta a risolvere grappoli di enigmi ruotanti attorno alla figura di Leonardo da Vinci e alla Gioconda. Un viaggio nel passato che si annoda con il presente: la richiesta da parte di un ricco personaggio russo di compiere una perizia su una Gioconda con le colonne sconosciuta, le due presenze a San Pietroburgo, l’incontro con influenti personaggi pubblici cittadini. Intreccio fra presente e passato in cui l’autore, muovendosi su un terreno paludoso e accidentato, esamina documenti storici, testimonianze ambigue, intrecci d’eventi che ruotano attorno a Leonardo. Al centro della scena spiccano alcuni personaggi come, Gian Giacomo Caprotti, detto il Salai, l’allievo prediletto di Leonardo, lo storico Vasari che scrisse sui grandi artisti del periodo rinascimentale, la cui vita su Leonardo assume una valenza fondamentale. Altri personaggi minori, come il pittore Lomazzo, il poeta, Enea Irpino, Cassiano del Pozzo, aprono lo scenario della possibile seconda Gioconda realizzata da Leonardo. L’autore, muovendosi in un dedalo di fatti o -presunti fatti-, seguendo tracce sottili , evitando facili ipotesi , altrettanto superficiali deduzioni, tentando di fare chiarezza su contraddizioni e ambiguità, riportate in vari documenti storici, cerca di dare una risposta a due domande fondamentali: quale fu la vera identità della Gioconda, la possibilità di una seconda Gioconda realizzata dal grande toscano.

La Gioconda trovata in una collesione privata di San Pietroburgo e Monna Lisa del Louvre

La Gioconda trovata in una collesione privata di San Pietroburgo e Monna Lisa del Louvre

Il libro cerca di dare risposte, fondate e credibili, a questi due enigmi. Per la soluzione dei misteri, percorre nuove strade, riporta alla luce documenti storici trascurati o sottovalutati, come il Testamento del Salai, la complessa relazione fra Leonardo e il suo allievo. Si avvale dei risultati di ricerche attuali, compiute sulla Gioconda del Louvre, grazie a sofisticate tecnologie diagnostiche. Un percorso dove il lettore è coinvolto nella ricerca medesima,in cui la dimensione esistenziale dell’autore, attraversata, da dubbi, incertezze, entusiasmi, smarrimenti e abbattimenti, viene descritta e raccontata con un linguaggio lirico e appassionato. Emerge una innovativa tesi, su che cos’era e rappresentava per Leonardo la Gioconda; zampillano nuove prove sull’esistenza di una seconda Gioconda realizzata dal grande Genio Toscano. Due risposte che danno, solidità, forza , vigore storiografica e interpretativo al fine d’affrontare l’ultimo e decisivo interrogativo sgorgato dalla scoperta di una – Gioconda con le Colonne- che si trova in una collezione privata a San. Pietroburgo. Inizia la narrazione d’una ricerca, articolata e complessa, dove s‘intrecciano : ricerca storico-documentaria, considerazioni storico-artistiche, con esami a raggi ultravioletti,infrarossi, a raggi x, esami dei componenti dei colori e infinite altre forme di accertamento.

La Gioconda trovata in una collesione privata di San Pietroburgo e Monna Lisa del Louvre

La Gioconda trovata in una collesione privata di San Pietroburgo e Monna Lisa del Louvre

Un’avventura umana e scientifica ricca di imprevisti, risultati inaspettati. L’applicazione di un nuovo metodo di perizia artistica, che s’avvale del ritrovamento dello studio preparatorio della Gioconda realizzato da Leonardo, della esperienze di un restauratore di alcuni dipinti di Leonardo. S’arricchisce di una nuova tecnica: il Photoshop avanzato che ha permesso di sovrapporre la raffigurazione in alta definizione, della Gioconda del Louvre, dello studio preparatorio, della Gioconda Russa, ottenendo risultati strabilianti. Grazie a tale concerto di professionalità si staglia la soluzione del nuovo e fondamentale enigma: se la Gioconda Russa possa essere la seconda Gioconda di Leonardo. Il mistero solo nelle ultime pagine trova, una vigorosa risposta. Un piccolo particolare, trascurato dal ricercatore, rinvia ad una coincidenza con la Gioconda del Louvre; coincidenza perturbante e illuminante.

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Perchè Renoir dipingeva con i colori gioiosi della porcellana di Limoges? Cosa significa paletta?

Furto della Gioconda – “La Gioconda ritrovata” (parte 2)

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp