Home / Aneddoti sull'arte / Il terribile scandalo sentimentale e sessuale che colpì la famiglia di Rubens
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il terribile scandalo sentimentale e sessuale che colpì la famiglia di Rubens

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995


Pieter Paul Rubens , Autoritratto con la moglie Isabella Brant . olio su tela , 174x143 cm) realizzato tra il 1609 ed il 1610 da Pieter Paul Rubens ed è conse

Pieter Paul Rubens , Autoritratto con la moglie Isabella Brant . olio su tela , 174×143 cm) realizzato tra il 1609 ed il 1610 da Pieter Paul Rubens ed è conse

Un terribile scandalo che ebbe conseguenze pesantissime, colpì la famiglia Rubens e, probabilmente indirizzò colui che sarebbe divenuto un grande artista ad imboccare la strada della pittura. I giochi del destino ricadono sui nostri figli, pesantemente. E se la fortuna e la virtù, unite in saldo abbraccio, non compensano il crollo precedente si può schiudere l’abisso. Ciò che colpì i Rubens fu particolarmente pesante. Proveniente da una famiglia della borghesia professionale e commerciale di Anversa, nelle Fiandre, Jan, il padre del futuro artista era stato indirizzato dal patrigno – al quale era particolarmente legato – agli studi giuridici. Gli aveva anche riservato la frequenza ai migliori atenei, finanziando un viaggio in Italia e lo studio all’università di Padova.
Tornato in patria, colui che sarebbe divenuto il padre dell’artista scelse di fare il magistrato ma, essendo calvinista e dovendo applicare le leggi filo-cattoliche degli spagnoli che dominavano la zona, si trovò in gravissime difficoltà. Per questo decise di trasferirsi a Colonia, punto di convergenza di molti protestanti, e qui iniziò a svolgere la professione di avvocato. E fu proprio in questa veste che si trovò a patrocinare, in una causa, Anna di Sassonia, seconda moglie di Guglielmo d’Orange-Nassau, detto il Taciturno che, peraltro era anche, nei Paesi Bassi, il principale esponente del partito anti- spagnolo. Nel 1571 tra Anna e Jan nasce una relazione erotico-sentimentale, che viene scoperta. Jan Rubens viene arrestato e portato nella prigione di Siegen, una cittadina della Westfalia, che era feudo dei Nassau. Il 22 agosto ad Anna nasce una figlia, Cristina, che Guglielmo si rifiuta di legittimare. Ad Anna vengono tolti i figli legittimi, mentre lei viene mandata in isolamento, nel castello di Beilstein assieme alla bambina.
Già sofferente di disturbi mentali, Anna peggiora al punto che le viene tolta anche Cristina, educata, in seguito, con i fratellastri. Anna sopravvive fino a 32 anni d’età, nel 1577, anno in cui sarebbe nato Pieter Paul.

Sulla vicenda, sin dagli inizi, vicenda fu fatto cadere un impenetrabile silenzio. Jan fu costretto a fare ammenda della colpa e del peccato, comunicando la vicenda, per lettera, alla moglie. Lei gli concesse il perdono, ma questo non era assolutamente efficace a sgravare la posizione di Jan. Sarebbe rimasto in carcere alcuni anni. In seguito avrebbe ottenuto la libertà condizionata – dietro il pagamento di una forte somma – con’obbligo di residenza a Siegen. E’ qui che si ritiene sia nato, il 28 giugno 1577, Pieter Paul. Non dovettero essere anni facili. Alla morte del marito, avvenuta nel marzo 1587, Marie tornò ad Anversa con i bambini. La vecchia rete di relazioni familiari le permise di mandare il primogenito alla scuola dell’umanista Rumoldus Verdonck e Pieter Paul presso una famiglia nobile, come paggio. Ma l’abilità del bambino avrebbe segnalato a questa madre attenta e affettuosa altre strade.


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

“Quella Venere è volgare, ha il sedere grosso”. Hayez: “Ho copiato le forme della ballerina Carlotta”

Picasso sotto Picasso. Un autoritratto sotto la Camera blu. Le prove

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp