Home / Aneddoti sull'arte / Jakub Schikaneder – Storia malinconica di un quadro amatissimo da facebook
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Jakub Schikaneder – Storia malinconica di un quadro amatissimo da facebook


PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

praga

 di Maurizio Bernardelli Curuz

Attratti dal mistero e dal sentimento, dall’essere uniti in un mare di nebbia- e appare, già subito, il riferimento a Caspar Friederich, che poi vedremo di esplicitare meglio – gli utenti di Facebook mostrano, nonostante la pittura dell’Ottocento non sia generalmente amatissima sul social network,  una predilezione per un quadro misterioso che, nella maggior parte dei post, appare con una stringatissima didascalia. Ma di chi è l’opera? E chi è l’autore? E perchè questo suo “sentire” e rappresentare con dolcezza e dolore? Certo Jakub Schikaneder è il pittore della malinconia. I suoi soggetti e le sue vedute sono crepuscolari; i protagonisti dei suoi dipinti si abbandonano al pianto, sono colti nella neve e nel freddo; i lampioni delle sue strade illuminato un flagellato angolo di umidità e di ghiaccio.




La pittura del Romanticismo tedesco e di Caspar Friedriech costituiscono un punto di riferimento per l’artista praghese. Ma se le donne e gli uomini, nella natura misteriosa evocata da Friedrich, accettano sempre, come divinità, anche con la più terribile sfida psicologica con la natura, sul bordo di scogliere, su rocce, su mari di nebbia, in angoli di spettrali paesaggi invernali o sul bordo del mare infinito, i personaggi di Jakub Schikaneder si perdono nel dolore assoluto della propria umanità senza padre. Non c’è più scontro epico, beethoveniano, dell’uomo-titano contro gli elementi avversi; ma la sconfitta dell’umanità inurbata; la disperazione; la mancanza di vie d’uscita. Ciò che domina l’orizzonte di Schikaneder sono il freddo e la morte. E’ interessante notare il passaggio tra Romanticismo titanico d’inizio secolo e il trascolorare progressivo delle atmosfere in situazioni che appartengono, come nell’autore praghese, sempre più a quelli che saranno definiti, nell’estensione del fenomeno del secondo Romanticismo, come Decadentismo e Crepuscolarismo. Non è eccessivo nemmeno sottolineare il fatto che il pittore operava a Praga mentre nella stessa città viveva e cresceva Franz Kafka (Praga, 3 luglio 1883 – Kierling, 3 giugno 1924).



E sembra simbolicamente non appartenente alla sfera del caso che entrambi siano morti, appunto nel 1924. E’ a Praga che si esprime con l’acutezza che  Kafka trasformerà nei vertici della letteratura novecentesca quel nichilismo, quella morte di Dio, quell’assurdo che spingono l’uomo in labirinti, in castelli d’incubo, in processi incomprensibili; ciò che manca all’uomo della modernità è la figura del Padre buono- che è Dio – , del quale è rimasto solo un gigantesco calco negativo. Poche, in questa dimensione, risultano le consolazioni,sia in Schikaneder che in Kafka. Tra queste, nelle opere del pittore,  camminare vicini, uomo e donna, quando la notte-fatta impasta un mare di nebbia.

Jakub Schikaneder è nato a Praga il 27 febbraio 1855, secondo figlio di Karel e Leokadie Schikaneder. Il padre Karel Fridrich (1811-1871) aveva avuto mansioni impiegatizie nell’esercito. Poi, ricevuto il congedo militare per disabilità, nel 1836, era divenuto impiegato nell’ufficio doganale e, successivamente, era stato designato Consigliere-deputato alla Dogana Reale di Praga. Sua madre Leokadie (1819-1881), nata Běhavá, veniva da una famiglia di insegnanti ed era sorella di un buon pittore, Antonín Běhavý (1811-1860).  Gli antenati paterni di Jakub avevano raggiunto la notorietà un secolo prima, quando Emanuel Schikaneder (1751-1812),  scrisse il libretto per l’opera di Mozart,  Il Flauto Magico. Anche il nonno del pittore aveva avuto un ruolo di rilievo in campo teatrale. Carl Joseph Schikaneder (1773-1845) era stato cantante, attore, compositore e drammaturgo. Le sue cinque figlie, zie del futuro artista, avevano continuato la tradizione, mentre il suo unico figlio maschio – padre di Jakub – aveva scelto la professione più sicura di impiegato. Una sicurezza nella continuità, che però sfiorava spesso l’indigenza, in quel ruolo impiegatizio che sarebbe risultato soffocante per lo stesso Kafka. Jakub, nonostante la nuova professione del padre, crebbe in un ambiente artistico tra la musica e il canto delle zie, dei  cugini e del fratello maggiore Karel, che aveva intrapreso la strada del teatro.

La morte del padre del pittore, avvenuta nel 1871, quando il ragazzo iniziava la frequenza dell’accademia di Belle Arti, aveva fatto precipitare la famiglia nell’indigenza, al punto tale che il Comune aveva stabilito di assegnare alla vedova dell’impiegato un assegno di povertà.

Schikaneder si diplomò nel 1878 e ottenne il passaporto che gli permise di viaggiare nei paesi tedeschi, poi in Francia e in Inghilterra. La situazione economica era, per la famiglia, sempre più terribile. Schikaneder accettava ogni sorta di commissione. Egli mandò i suoi disegni a riviste  e illustrò il poema epico di Adolf Heyduk, nel 1883. Collaborò con l’architetto Antonín Wiehl, progettando la decorazione a graffito per la casa di Wiehl stesso. Nel 1884, il municipio gli commissionò un ciclo di dipinti raffiguranti le stazioni della Via Crucis.

Schikaneder non abbandonò l’ambizione di diventare un noto pittore sulle scene artistiche locali ed europee. Espose la tela monumentale (250 x 400 cm) Il pentimento dei Lollardi, al Salon Lehmann nell’autunno 1882. Un anno dopo espose a Monaco di Baviera e, nel 1884, a Vienna.

Il 5 luglio 1884, Schikaneder sposò Emilie Nevolová (1859-1931), figlia di Josef Nevole, un impiegato delle ferrovie. Nell’anno successivo fu nominato assistente di František Ženíšek alla Scuola di Arti Decorative di Praga. Più tardi, divenne direttore di una scuola specializzata nella di pittura di fiori e nel nel 1896, professore di pittura decorativa. Schikaneder si ritirò dalla vita pubblica, alla fine del primo decennio del ventesimo secolo e non espose più i propri quadri. Lo studio era aperto solo a un piccolo gruppo di amici e collezionisti. Il pittore morì improvvisamente il 15 novembre 1924, a 69 anni.




COME VENDERE ON LINE QUALSIASI OGGETTO
CON LE ASTE DI CATAWIKI. QUI I LINK.
ISCRIVITI GRATUITAMENTE ORA
E SENZA ALCUN IMPEGNO.
VENDI QUANDO VUOI

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Le nostre case sono piene di oggetti di un certo valore, che non ci servono più. E spesso non ci rendiamo conto che abbiamo risorse a disposizione e che quello che a noi non serve più può avere un valore per gli altri

Vendi i tuoi oggetti con Catawiki: Clicca qui

Sapevi che alcune delle più grandi aste di arte online in Europa sono ospitate da Catawiki? Dalla prima asta nel 2011, il sito d’aste online Catawiki è cresciuto in maniera straordinaria, con aste settimanali in oltre 80 categorie, incluse 50 aste di arte che spaziano dall’arte classica a quella moderna. Il tratto distintivo di Catawiki è il team di esperti che valuta ogni lotto per qualità e autenticità, al fine di fornire al pubblico aste di altissimo livello. Inoltre, Catawiki agisce da intermediario tra acquirenti e venditori, offrendo transazioni sicure per tutti.

Con Catawiki metti all’asta monete, quadri, oggetti di antiquariato, vintage, con un semplice click: dai un’occhiata qui

a catawiki 2

I venditori sottopongono i loro oggetti all’analisi degli esperti, che poi li approvano e pianificano il loro inserimento in una successiva asta. Da qui inizia il divertimento. Le aste vengono visitate da milioni di potenziali acquirenti da tutto il mondo.

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Chi è davvero il misterioso Banksy? Dove portano le tracce della sua identità. Un video lo inchioda?

Courbet, l’acqua è donna. Onde, fonti, mare, grotte, ninfe-bagnanti tra realismo e spirito romantico