Home / Mostre in Italia / JOSEPH BEUYS e SALVATORE SCARPITTA | Icona per un transito
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

JOSEPH BEUYS e SALVATORE SCARPITTA | Icona per un transito


Joseph Beuys Salvatore Scarpitta – Icona per un transito
a cura di L. Sansone
Dall’11 febbraio al 3 aprile 2015


Inaugurazione: mercoledì 11 febbraio, ore 18.30 

Montrasio Arte
via di Porta Tenaglia 1 
20121 Milano

Mercoledì 11 febbraio alle ore 18.30 nella sede milanese della galleria Montrasio Arte si inaugurerà la mostra Icona per un transito a cura di Luigi Sansone dove saranno presentate le opere di due grandi maestri del Novecento, Joseph Beuys e Salvatore Scarpitta.
Come per Joseph Beuys (Krefeld, 1921 – Düsseldorf, 1986) così per Salvatore Scarpitta (New York, 1919 – 2007) determinante nella loro ricerca artistica è stata la loro biografia, soprattutto l’esperienza della seconda guerra mondiale che li ha visti drammaticamente coinvolti, anche se su fronti e schieramenti opposti. Entrambi artisti energetici e multidisciplinari hanno in modo totale amalgamato l’arte con la vita nel tentativo di cambiare la società, cercando di andare, attraverso l’ispirazione artistica, oltre la materialità, in un mondo ricco di elevati valori spirituali. 

Joseph Beuys: Der Tisch 1971, art film (super 8 ) pellicola, etichetta disegnata a olio, 4,2x19 cm

Joseph Beuys: Der Tisch 1971, art film (super 8 ) pellicola, etichetta disegnata a olio, 4,2×19 cm

Li accomuna inoltre l’amore per la natura, l’uso di materiali organici nei loro lavori (grasso, legno, terra, pezzi di feltro, fasce di cotone), ma soprattutto l’energia creativa e la certezza che le esperienze realizzate attraverso l’arte creino qualcosa che sproni nuovamente ad innalzare in modo edificante il vivere umano. Beuys e Scarpitta con l’insegnamento, le performance, le installazioni e l’impegno per la difesa dell’ambiente e della natura, hanno ideato un’arte fortemente connessa alla vita, un’arte esperienza, antropologica e sociale. 
Come per Beuys, per cui l’arte non è più un concetto museale, anche per Scarpitta l’arte è mezzo fondamentale di dialogo tra gli uomini; i due artisti-sciamani, spiriti liberi e anticonvenzionali, hanno portato l’arte al di fuori dalle gallerie e dai musei, per collocarla tra la natura, in un’isola lontana, in un parco di città, in un garage officina, su un circuito automobilistico dove scaturiscono nuove energie creative che permettono allo spettatore coinvolto di interagire con essa

Salvatore Scarpitta: Mrs Hyde (Mr. Hyde), 1989 tela, legno, metallo e tecnica mista 204x60x13 cm

Salvatore Scarpitta: Mrs Hyde (Mr. Hyde), 1989 tela, legno, metallo e tecnica mista 204x60x13 cm



BIOGRAFIA
Salvatore Scarpitta nasce a New York nel 1919 e cresce a Los Angeles dove rimane fino al 1936, anno in cui inizia i suoi studi presso l’accademia di Belle Arti di Roma. Durante il periodo italiano (1936-1958) si avvicina a Leo Castelli, che lo invita ad esporre nella sua galleria di New York; è il 1959 quando la Leo Castelli Gallery espone Extramurals la mostra che presenta le tele di Scarpitta, tra le più famose della sua produzione, realizzate con bende e fasce di tessuto; da quel momento fino al 1992 Scarpitta espone alla Leo 

Castelli Gallery in dieci personali e diverse collettive. Qui presenta anche la sua ricerca sulle automobili, elemento ricorrente nella sua produzione scultorea, affascinato dall’idea del movimento come metafora dell’esistenza costruisce le sue sculture con automobili e parti di macchinari, sci, slittini. Si lega a personaggi quali De Kooning, Rothko and Kline, Harold Rosenberg. E’ presente con sale personali alla Biennale di Venezia del 1972 e del 1993. Il suo lavoro è presentato nella collezione del Castello di Rivoli Museo d’Arte, Torino, il catalogo ragionato a cura di Luigi Sansone è stato pubblicato da Mazzotta, Milano. Scarpitta muore a New York nel 2007.

Salvatore Scarpitta: Racer Roller, 1963, tela, cinghie, metallo e tecnica mista su tavola, 72x60x9 cm

Salvatore Scarpitta: Racer Roller, 1963, tela, cinghie, metallo e tecnica mista su tavola, 72x60x9 cm



Joseph Beuys nasce a Krefeld nel nord della Germania nel 1921, durante la seconda guerra mondiale si arruola come pilota nell’aviazione tedesca e nel 1943 partecipando all’offensiva nazista contro i russi il suo aereo viene abbattuto in Crimea. Beuys è trovato moribondo e semicongelato da un gruppo di tartari nomadi che lo curano avvolgendolo in grasso e feltro. Da questa esperienza Beuys trae i motivi di ispirazione che lo hanno accompagnato lungo tutta la sua attività, condotta lungo un misterioso filo di rinascita spirituale, “sciamanica”, che giunge all’armonia finale dell’uomo con se stesso e con la natura. Finita la guerra studia arte diplomandosi nel 1952 alla Staatliche Kunstakademie di Düsseldorf dove agli inizi degli anni sessanta ottiene la cattedra di scultura monumentale. Diventa uno dei membri più attivi di Fluxus, mosso dalla volontà di indagare il senso dell’arte in relazione alla sua fruizione sociale. Partecipa attivamente alla fondazione di molti movimenti politico – sociali. Tra i suoi motti più famosi ricordiamo “La Rivoluzione siamo Noi”; “Difesa della Natura”; “Tutti gli uomini sono artisti”; “Kunst=Kapital”.
Joseph Beuys muore a Düsseldorf nel 1986.

Joseph Beuys: La rivoluzione siamo Noi, 1972. Fototipo sul foglio di poliestere, con testo scritto a mano, timbrato 191x100 cm

Joseph Beuys: La rivoluzione siamo Noi, 1972. Fototipo sul foglio di poliestere, con testo scritto a mano, timbrato 191×100 cm

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Come Monet, per far vibrare le sue tele, inventò il linguaggio stenografico della luce

Le indiane d’America dell’Ottocento nelle fotografie. Protagoniste con orgoglio. Il video delle immagini