Home / News / Josh George
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Josh George



Quella di Josh George è una pittura che parte dalla raffigurazione diretta, diremmo fotografica, se non fosse per una deliberata assenza di particolari, che allontanano l’immagine dal mezzo ottico e meccanico. Le storie, il fatto, che il titolo, a volte assai lungo, sottolinea ed enfatizza, vengono costruiti come se il pittore fosse installato su una “giraffa” per le riprese cinematografiche e potesse muoversi agevolmente e girare attorno e sopra al soggetto, fino a fermarsi in una posizione specifica, particolare, prediligendo di solito un punto di vista dall’alto (nella storiografia artistica si parlava di “a volo d’uccello”, per indicare una visione d’insieme, leggermente rialzata, sul panorama di una città).

Utilizza tuttavia George una pittura corposa, spesso recupera la verità del collage cubista; per rinserrare il suo protagonista nel chiuso non solo metaforico di un mondo ristretto, utilizza una ridondanza e un’insistenza di pareti che fungono da sfondo, masse cromatiche consistenti, in debito nei confronti della grande stagione informale. Il tutto quasi per “costruire” una dimensione che, partita dall’iconografia, approda altrove, apre al fantastico attraverso le suggestioni dei colori e dei grumi rappresi, attraverso i rinvii analogici di frammenti di frase, di scritte, che riportano tanto alla banalità del quotidiano, quanto alla bidimensionalità dell’immagine. Anche i colori risentono delle scelte dell’artista; reali o verosimili, in una certa misura, ma espressivamente modificati, come se una scintilla li avesse accesi o un gesto li avesse spenti e se ne cogliesse ancora la traccia, portati per questa via a ciò che abbiamo indicato come una naturalità innaturale.

Quella di George è una pittura piena di succhi ed emozioni, nascosti nelle piccole tracce che appaiono nei tessuti degli abiti che vestono i protagonisti, oppure nell’epidermide dei visi o delle carni scoperte, negli sfondi, così simili ad un disfacimento, così simili ad un fondale di teatro, perduto nei magazzini degli oggetti non utilizzabili, e deperiti, senza lo smalto delle luci che li rende emozionanti. Gli sfondi sono il luogo delle scelte culturali, per un giovane artista che conosce la storia recente, e sembra voler ripartire dagli anni quaranta, quando il testimone dell’arte supera l’Oceano e passa dall’Europa appesantita dalle ideologie e dalle lotte ad un’America giovane, ma non lontana dal frastuono e dagli squilibri che le ricerche linguistiche hanno posto in essere. Minuzioso e attento, George sembra volersi soffermare su ridondanze espressive, piuttosto che seguire con coerenza il prelievo fotografico; è consapevole che basta l’accenno, sintetico, per indicare il senso del suo narrare; lascia che tutto il resto entri nell’ambito della materia della pittura che porta per suggestione e per suggerimento emozioni e inquietudini. Il tutto elaborato e costruito su cromie illividite, su luci che provengono da neon malati o da piogge autunnali, quando tutto sembra uniformarsi al ritmo insistito del cuore, più che a quello dell’occhio: del resto, non sono l’emozione e il paradosso il fine ultimo del racconto? Una pittura quella di George che è venuta maturando a poco a poco, attenta piuttosto a sottolineare le ascendenze che le novità; una pittura che ad un tempo rispetta l’espressività, le forzature che l’artista vuole imprimere all’evento, la narrazione ritmata dai contrasti emotivi, più che strutturali, e offre una gamma di tracce, macchie, corrugamenti, ispessimenti, che rinviano tanto alla vicenda pittorica, quanto ai soggetti, alla realtà umana e metropolitana che George vuole trattare: la città soprattutto e i mille volti che ne rappresentano la dimensione produttiva e metropolitana.
(dal testo di Mauro Corradini pubblicato in catalogo)

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Le dolci imprese erotiche dei fidanzatini della Belle Epoque nei quadri di Auer

Con quali materiali dipingevano gli antichi Romani? Il caso della tela maledetta di Nerone

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp