Home / Fotografia / Il bacio, Alfred Eisenstaedt – Chi erano il soldato e la ragazza?
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il bacio, Alfred Eisenstaedt – Chi erano il soldato e la ragazza?

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995>


V-J Day in Times Square, fotografia di Alfred Eisenstaedt

 

bacio 1

14 agosto 1945. Di bocca in bocca vola la notizia della resa del Giappone. La guerra è finita anche per gli Stati Uniti. La gente esulta, si abbraccia, grida di felicità, anche in Times Square. Proprio nel momento in cui le strade e le piazze sono occupate da gente festante, il fotografo Alfred Eisenstaedt è sulla via. davanti a sé vede una scena che sarebbe divenuta memorabile; l’amore che vince la guerra. Un marinaio si avvicina infatti a un’infermiera la abbraccia, la piega fino a a baciarla profondamente per la gioia. I due non si conoscevano, ma l’amore, in quell’istante, non può seguire i canali consueti.

L’immagine, scattata con una Leica e pubblicata da Life,fece il giro del mondo, divenendo simbolo plastico di una felicità incontenibile per la fine del conflitti: e segno di ricostruzione perchè i due – che parevano una coppia di innamorati – sembrano ripartire da qual bacio, cancellare l’orrore e ridare un senso di costruzione alla vita del mondo. La giovane donna aveva 26 anni ed era un’infermiera dell’ospedale di New York. Si chiamava Edith Shain e l’America, a partire dagli anni Settanta, quando la sua identità fu stabilita con certezza, la celebrò come un’immagine sacra della vittoria e della pace. Edith sarebbe morta nel 2010. a 91 anni.

L'episodio dell fotografia è oggi ricordato, nel punto in cui avvenne, da due statue

L’episodio della fotografia è oggi ricordato, nel punto in cui avvenne, da due statue

Due furono invece i marinai che si fecero avanti per essere riconosciuti ufficialmente come il soldato del bacio. Edith fu quindi chiamata a interrogarli, per sapere cosa fosse successo dopo quell’incontro. La risposta vera è nulla. Marinaio e infermiera presero la propria strada e non si incontrarono più, se non dopo tre decenni. Pur con qualche dubbio, si stabilì che l’uomo poteva essere Glenn MvDuffie Carl Muscarello.

Edith, in quei giorni, accanto a uno dei marinai che potrebbero essere protagonisti del bacio

Edith, in quei giorni, accanto a uno dei marinai che potrebbero essere protagonisti del bacio

Ma inchieste giornalistiche avrebbero poi messo in dubbio sia l’identità di questi ultimi due personaggi che quella della stessa Shai. Precisione maniacale, diremmo tipicamente americana, anche perchè, nel frattempo, si istruirono processi per il diritto d’uso dell’immagine, sulla privacy, mentre il fotografo si dimostrava attentissimo gestore dei diritti d’autore. Invece sono di notevole interesse artistico le parole di Eisenstaedt, che attese quella fotografia per precisi motivi di contrasto cromatico: “Stavo camminando tra la folla il giorno della vittoria, alla ricerca di immagini. Ho notato un marinaio che stava camminando verso il punto in cui stavo io. Lui stava afferrando ogni donna che riusciva a trovare sulla strada e le baciava tutte – giovani, ragazze, signore e anziane- . Poi ho notato l’infermiera, in piedi, in quella folla enorme. Mi sono concentrato su di lei, e proprio come avevo sperato, il marinaio si avvicinò anche a lei, la afferrò e si chinò per baciarla. Ora, se questa ragazza non fosse stata un’infermiere e se avesse indossato abiti scuri, non avrei scattato la fotografia. Il contrasto tra il suo abito bianco e l’uniforme scura del marinaio danno alla fotografia una forza supplementare”.

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995>

LE FOTOGRAFIE DI Alfred Eisenstaedt

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

LE QUOTAZIONI E I RISULTATI DELLE ASTE, SEMPRE AGGIORNATI, DELLE FOTOGRAFIE DI Alfred Eisenstaedt, CLICCARE SUL LINK PIU’ SOTTO

www.sothebys.com/it/search-results.html?keyword=Alfred+Eisenstaedt


http://www.christies.com/LotFinder/searchresults.aspx?action=search&searchtype=p&searchFrom=auctionresults&entry=Alfred%20Eisenstaedt

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Teun Hocks – Foto-pittura d’umorismo surreale. Nubi e uomini fuori luogo

L’ultimo Rauschenberg e la poetica dei rifiuti e dello scarto

207 Condivisioni
Condividi207
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp