Home / News / Le anime del ricordo entrano nei contesti deserti di Concetta Biondo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Le anime del ricordo entrano nei contesti deserti di Concetta Biondo

 

Concetta Biondo è stata tra i finalisti del Premio Nocivelli

a concetta

 

 

Può analizzare nei temi e nei contenuti l’opera da lei realizzata e presentata al premio Nocivelli, illustrando le modalità operative che hanno portato alla realizzazione?

 

Il tema del mio lavoro è la sacralità del tempo. Il tempo non distrugge la bellezza delle cose, ma la custodisce in un abbraccio d’eterno. In questo scorcio il tempo è abbandono al sentimento, disegna il deteriorarsi delle cose che, commosse, rispondono alla sua necessaria affettuosa carezza, arricchendosi di una del tutto nuova architettura di segni. Il tempo giorno per giorno scrive sulle cose la poesia della vita.

Come in tutti i miei lavori anche in questo caso il colore è “colorazione”, automatismo dell’inconscio che opera una scelta determinata dall’ ”umore” del dipinto; non è puro, piatto, ma, pur essendo plastico e chiaroscurato, non ha paura di esprimere le sue sensazioni. Il colore per me non è espressione di uno sguardo puramente ottico, ma anche di uno sguardo che “sente”, che “tocca”.

La figura cromaticamente è risolta in modo diverso dal paesaggio affinché venga percepita, insieme, dentro e davanti al quadro; volevo che si stagliasse sulla tela e allo stesso tempo fosse inglobata nello spazio; è come se la donna fosse attrice protagonista, ma anche spettatrice di un momento, di un luogo della sua vita, come se lo stesse ri-vivendo. I suoi pensieri accendono i riflettori sul palcoscenico delle sue memorie, che arrossiscono per l’emozione di rivivere. L’intenzione è di far percepire un senso di prolungamento dell’esistenza, di introdurre in una dimensione permanente in cui fluiscono passato, presente e futuro, in cui l’antitesi tra mortale e immortale si annulla in un tempo sublimato.

L’idea di spazio che voglio comunicare non è quella del rigore matematico, geometrico, ma è aperta al sentire dell’uomo, è un’ estensione dell’io nel paesaggio abitato. Lo spazio è un tempio in cui l’uomo e le cose dimorano rigenerate, uno squarcio di mondo che in silenzio si prepara ad accogliere la bellezza.  Per catturare la visione che mi perviene in modo istantaneo, ricorro, anche se molto sottilmente, ai mezzi astraenti delle forme geometriche (nel caso di questo dipinto mi riferisco alle forme dell’edificio), ma restituisco la “visione” allo spazio, raccontandola con i mezzi della rappresentazione.

Per quanto riguarda la superficie trattata, quando dipingo stendo e rimuovo il colore, creando una pittura “dall’epidermide sottile”. Questo modo di procedere non vuole essere una tecnica fine a se stessa: aggiungendo e sottraendo un segno, è come se volessi dare corpo alla pittura e allo stesso tempo toglierlo, rappresentare la realtà tangibile e allo stesso tempo dissolverla … In questo mio dipinto, come in tutti gli altri, si può camminare a filo della superficie eterea di uno specchio di visioni evanescenti, vestite di quotidianità.  La mia pittura presenta il quotidiano (l’apparenza). Spogliato del suo “abito esterno”, del suo velo “reale”, ogni segno contribuisce alla negazione del segno precedente, creando un gioco che, pur rimandando alla superficie, ri-vela il referente (l’invisibile, l’essenza delle cose).

Attraverso la pittura mi sforzo di andare oltre quel velo invisibile, impalpabile, che è lo scarto che intercorre tra il cominciare delle cose e il loro mistero che è sempre più in là.

 

LA BIOGRAFIA DI CONCETTA BIONDO

Concetta Biondo nasce nel 1989 a Messina. Dopo aver conseguito la maturità classica, decide di assecondare la sua passione per l’arte, iscrivendosi all’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, dove nel 2015 consegue il diploma di II livello in Pittura.

a concetta foto

Nel 2010 partecipa al Premio Arte Contemporanea (promosso dalla provincia regionale di Messina), classificandosi pari merito tra il 3° e il 10° posto.  Nel 2010 e nel 2012 realizza esposizioni personali a Barcellona Pozzo di Gotto. Terminati gli studi torna a dedicarsi a tempo pieno al mondo dell’arte, partecipando, nelle sezioni di pittura e di poesia, al Primo Concorso Nazionale Graziella Campagna “Vittima di Mafia” (organizzato dalla città di Furnari), e nel 2016 al Premio Nocivelli (supportato della Regione Lombardia, dalla Provincia di Brescia e dai Comuni di Brescia e di Verolanuova), arrivando tra i finalisti della sezione pittura. Attualmente vive e lavora a Barcellona Pozzo di Gotto.

Alla base della sua ricerca risiede il tentativo di restituire il mistero insito nel quotidiano, di perpetuare, con un filo di malinconia, le cose così come appaiono nella freschezza del ricordo, della “visione”. Nei “paesaggi abitati”, così come nei ritratti di volti e oggetti, l’attenzione dell’artista è tutta rivolta alla volontà di «fermare il Tempo.  Portare gli affetti, le cose, i luoghi, in uno scorcio idilliaco ed eterno di realtà, dove non c’è età, non c’è deterioramento, non c’è morte. C’è solo la bellezza».

 

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Jamie Baldridge – Le storie delle soffitte

Francesca Woodman – La poesia del corpo nella fotografa che si è tolta la vita a 23 anni

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp