Press "Enter" to skip to content
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte,
metti "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Le deliziose fragoline di Chardin volano all’asta. Spesi 24,3 milioni di euro per acquisire questo quadro

Condividi:

Seguici su Facebook e metti Mi Piace alla pagina di Stile Arte:

Venti milioni e 500 euro più le spese portano a 24,3 milioni di euro la cifra investita da un collezionista per l’acquisto, all’asta, di un delicato e gioioso dipinto di Jean Simeon Chardin (1699-1779).38,5 x 46 centimetri di autentica delizia, analizzati accuratamente dallo Studio Turquin di Parigi e messi all’incanto da Artecurial, con una stima compresa tra i 12 e 15 milioni di euro. Il pezzo ha immediatamente appassionato i collezionisti che se lo sono disputato ardentemente giungendo quasi al raddoppio della valutazione.

blank
Jean Simeon CHARDIN (1699-1779), Il cesto di fragoline di bosco, olio su tela, 38,5 x 46 cm, Artcurial

La scheda dell’opera
Esposto dall’artista al Salon del 1761 (parte del n°46), riscoperto dal collezionista François Marcille un secolo dopo, e scomparso dalla vista del pubblico fino alle retrospettive del 1979 e 1999 a Parigi, Le Panier de Fraises des bois ha costituito, si afferma, nel tempo, una delle immagini più famose ed emblematiche del Settecento, coniugando una composizione di grande semplicità geometrica con un’eccezionale qualità esecutiva. Tra le circa centoventi nature morte che Chardin dipinse, rappresentò spesso gli stessi oggetti o gli stessi frutti, calici d’argento, teiere, lepri, prugne, meloni, prugne. La nostra natura morta è l’unica di Chardin a mostrare le fragole come soggetto principale di un dipinto. Chardin è ammirato per la qualità del silenzio nelle sue opere, la poesia nelle sue rappresentazioni di oggetti quotidiani, di meditazione, arretrata rispetto alla frenesia del secolo, qui concentrata in un’immagine unica per il suo tempo.
Questo dipinto sintetizza due secoli di rare rappresentazioni di fragole tagliate isolate da pittori nordici e francesi, come Jacob van Hulsdonck, Adriaen Coorte, Louise Moillon, inclinando la concezione della natura morta verso la modernità. Il soggetto diventa allora meno importante della rappresentazione astratta di forme e volumi. Il dipinto è direttamente paragonabile, per la sua composizione comprendente il vetro di sinistra, volume centrale piramidale su trabeazione orizzontale, smaltato con pochi altri elementi, al Cesto di prugne (Parigi, Museo del Louvre), al Bicchiere d’acqua e caffettiera (Pittsburgh, Carnegie Institute of Art), datato allo stesso periodo e considerato dei capolavori assoluti. I due garofani bianchi sono identici a quelli del Bouquet of Flowers della National Gallery of Scotland di Edimburgo.

Chardin era allora all’apice della sua arte e della sua carriera. Il virtuosismo del pittore si esprime nell’incredibile trasparenza dell’acqua nel cristallo, nella resa dei frutti precisa e sfumata, da un’unica massa, tutta incastonata nello spazio dalle macchie bianche dei due garofani il cui gambo spezza la regolarità. Questa modernità delle nature morte di Chardin troverà un’eco importante al tempo dell’Impressionismo, in particolare con Fantin-Latour, Monet, Renoir. E il rigore delle sue composizioni geometriche si troverà nel XX secolo con Cézanne, Morandi, fino a Wayne Thiebault.

blank

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a [email protected] inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
blank
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis blank   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto blank Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!