Home / News / Le donne, gocce di un unico mare. Ritratti in altorilievo dall’altra metà del cielo firmati da Adele Lo Feudo
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Le donne, gocce di un unico mare. Ritratti in altorilievo dall’altra metà del cielo firmati da Adele Lo Feudo

Adele Lo Feudo, Volto di Ilaria Alpi

“Gocce di un unico mare siamo noi.
Materia che si plasma,
trasforma;
acqua che la trasporta
come in un vortice di vita,
emozioni, ricordi,
a testimoniare che siamo :
gocce di un unico mare.”

Adele Lo Feudo

“Gocce di un unico mare,
Donne che hanno lottato per i loro diritti,
mettendo a repentaglio la loro stessa vita
come un mare in tempesta,
ci donano come delle madri
una vita piena di pace,
proprio come il mare con la sua immensa calma,
ci culla con le sue onde.
grazie per tutto quello che avete fatto.”

Mariana Polisena

 

 

di Stefano Maria Baratti

La pittrice Adele Lo Feudo – artista di origine cosentina, tuttavia tra le più singolari nell’odierno panorama umbro – collabora con la stilista modenese Mariana Polisena alla realizzazione di una mostra collettiva che reca il significativo titolo di «Gocce di un unico Mare», una polivalente rassegna che abbina arte e moda riunendo da un lato ventuno ritratti monocromatici di donne, magistralmente eseguiti con tecnica acrilica da Lo Feudo, e dall’altro sei vestiti d’epoca, frutto di un percorso scolastico di modellistica sartoriale di Polisena (fatta eccezione di un originale indumento della pittrice italiana Juana Romani, 1867-1924).

Il leit motif della rassegna è il volto femminile, diventato una sorta di mappa, una carta topografica su cui leggere il destino di personaggi dell’antichità, celebrità dello spettacolo, protagoniste femminili che hanno rivoluzionato il mondo nel campo della politica, della letteratura, delle arti e della scienza, ma anche di gente comune, il cui unico ruolo di madri o impiegate è stato, nonostante tutto, momento fondativo della coscienza universale tra i legami individuali di tutte le donne. Ed è proprio questa osmosi tra donne illustri che si sono impegnate in imprese titaniche per il progresso sociale e culturale – e tra quelle comunemente relegate a un anonimato di casalinghe o madri, che si basa la novità in assoluto di questa mostra che richiamando l’attenzione sul mondo femminile rende altresì omaggio, e ne valorizza, la propria emancipazione.

Adele Lo Feudo, Volto di Ilaria Alpi

Senza contestualizzare e nemmeno individuare le fonti figurative a cui si è ispirata l’artista nella fase di selezione dei suoi soggetti, Adele Lo Feudo delinea un perimetro di un portato emozionale votato all’identità di ciascuna donna tramite un ritratto che – quasi in sintonia con il concetto di iconologia funeraria – fa da garante alla sopravvivenza della propria individualità (solo un ritratto, quello di Franca Viola, la prima donna italiana a rifiutare il matrimonio riparatore, è ispirato a un personaggio vivente).

In quest’ottica, i ventuno ritratti sono dei contributi che si pongono nel solco di una riflessione caratteristica dell’estetica dei «Fayum», i ritratti su tavole pittoriche apposte sulle mummie che riproducevano in modo realistico le fattezze di defunti nell’antichità dell’Egitto romano. La variegata gamma che compone il corpus della mostra di Adele Lo Feudo sotto molti aspetti manifesta delle affinità con questi ritratti romano-egizi, che nella loro frontalità d’impianto si saldano alla struttura di un pensiero già condiviso dallo scultore Alberto Giacometti, che sosteneva fossero immagini «inchiodate da vive di fronte alla morte», un concetto ripreso anche dallo scrittore francese Jean-Christophe Bailly: «Non aspettano nulla, sono lì, senza peso, senza leggerezza, senza passare o spegnersi. Resistono, resistono all’infinito. Senza alcuna affettazione, senza atteggiamenti, resistono alla complicità e persino al fascino».

Adele Lo Feudo, Volto di Benazir Bhutto

 

Le ventuno opere di Lo Feudo, nei limiti di un approccio meramente tecnico e meticolosamente analitico, offrono oltremodo delle similitudini con le opere del miniaturista di moda Giambattista Gigola (1767-1841), i cui ovali ritraggono su avorio frontalmente dei soggetti di personalità a lui contemporanee in un genere allora molto in voga che si rifaceva soprattutto agli esempi di Rosalba Carriera e Anton Raphael Mengs. Questo tema centrale nella rivelazione di identità individuali, un genere silenzioso di soggetti che non cerca né di parlare né di esprimersi, fa parte di una ritrattistica che eventualmente sarà rimpiazzata dall’avvento del procedimento fotografico conosciuto come «dagherrotipo».

Orientata dal gusto personale della moda dell’epoca, la stilista Mariana Polisena produce gli abiti di sei soggetti ritratti da Adele Lo Fuedo, quelli di Elsa Schiaparelli, Amelia Earhart, Emmeline Pankhurst, Benazir Bhutto, Edy Lamarr e Pina Bausch, mettendone in luce l’importanza delle potenzialità sceniche degli indumenti, e soffermandosi sulle tendenze contemporanee come possibile liaison tra le linee della moda e lo stile del ritratto. Questo binomio tra arte e moda, offre un’esigenza estetica che tuttora sembra ben lungi dalla possibilità d’esaurirsi, e costituisce uno dei vari ambiti di un discorso culturale in piena attualità, vale a dire quello di una realtà «ibrida» della moda e della sua capacità fascinatoria che per Roland Barthes rappresentava il codice estremo dell’estetica sociale.

Adele Lo Feudo, Volto di Emmeline Pankhurst

«Gocce di un unico Mare», il titolo ideato dalla stessa Adele Lo Feudo, ravvisa specificatamente una tematica di un universo femminile, quasi un componimento haiku, dove l’enunciazione di una breve lirica capovolge e sintetizza in una o due righe l’intero universo, dall’esperienza di un trauma personale (“gocce”), si raggiungono mete universali e senza tempo (“mare”), riunendo una serie di ritratti dove non è più estranea la soggettività di ciascuna donna, ma si ricompone una pluralità di significati che rende partecipi di un «tutto».

Quasi inconsciamente Adele Lo Feudo e Mariana Polisena ripropongono nei dipinti e negli abiti di queste donne quell’anima universale, in cui sia Platone che Plotino solevano trasferire le nostre «gocce» in uno spazio immortale e divino, quello appunto di un «unico mare».

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni:
MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri
 

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

      FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland

Old Holland: Colori - Qui trovi una selezione di colori a olio

WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg

Williamsburg olio Signature colori Set - Prezzo: EUR 63,70 + EUR 11,77 di spedizione

WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON

Winsor & Newton Winton Oil Assortimento 10 Tubi 37 ml Assortiti - Prezzo consigliato: EUR 51,30 Prezzo OFFERTA: EUR 43,90 | Spedizione 1 giorno Risparmi: EUR 7,40 (14%) Tutti i prezzi includono l'IVA.

REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

50 camini divertentissimi o fonte di ardente curiosità. Design eccessivo oppure rarefatto. Video

I Paesaggi teutonici di Kiefer. Il dolore della malinconia libera le forze dalla natura. Il video delle opere