Home / Pittura del Novecento / Paul Signac quotazioni gratis, analisi e immagini
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Paul Signac quotazioni gratis, analisi e immagini

Gratis quotazioni di Paul Signac, prezzi, costi, valore, aste, stime, valutazioni, risultati d’asta gratis. Lo stile di Signac, l’analisi delle opere. Capire Signac

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Due colori adiacenti vengono percepiti dall’occhio in modo diverso da come sono realmente”: così scrive Eugene Chevreul nel 1839. Le sue leggi sulla reciproca influenza dei colori e sulla loro classificazione esercitano (insieme alle intuizioni di Rood e di Sutter) un peso determinante nelle scelte di alcuni pittori tra Otto e Novecento, soprattutto in quelle di Georges Seurat e Paul Signac, padri del neo-impressionismo, movimento che segna l’inizio di una profondo rapporto tra arte e scienza. .“I colori puri rifiutano qualsiasi mescolanza” scrive Signac, confermando implicitamente l’intuizione settecentesca di Descartes il quale asseriva che “i colori”, quelli dalle molteplici sfumature, “sono una creazione della nostra mente”.

I suoi dipinti, come quelli dell’amico e compagno d’intenti Seurat, sono infatti una profusione eloquente di colori puri che, stesi per piccoli segni uguali e giustapposti, vengono impiegati con metodo rigoroso fondato sulla divisione del tono: le tinte vanno semplicemente accostate fra loro (mai mescolate) lasciando che siano l’occhio e il cervello – alla dovuta distanza s’intende – a compiere l’artificio della percezione. D’altro canto in quell’epoca “era importante per la ricerca scientifica verificare il funzionamento dei processi con cui si fa l’esperienza del reale”, spiega Argan. Per i neoimpressionisti, dipingere significa esattamente compiere un’esperienza di conoscenza oggettiva della realtà. E lo fanno ponendo un controllo di metodo sulla poetica di un’arte ormai, per loro, fatta di vibrazioni cromatico-luminose. Ma chi è davvero Paul Signac?

Un pittore autodidatta che, nato a Parigi nel 1863 da una famiglia di commercianti, giovanissimo, subendo il fascino di Montmartre, scrive a Monet: “Dipingo da due anni, non ho avuto che le sue opere come modello (…), ho lavorato con coscienza e regolarità ma senza consiglio né aiuto. Nel timore di perdere la strada la prego di permettermi di incontrarla”. L’incontro non ebbe luogo, ma Signac, folgorato dalla pittura di Seraut, conosciuto nel 1884 alla prima mostra della Società degli Indipendenti, trova ugualmente il suo percorso. Per lui e per i suoi compagni a decadere è il culto della natura, essi – a differenza dei loro più famosi predecessori, gli impressionisti – tornano a lavorare in atelier, dilatano i tempi d’esecuzione, analizzano la luce-colore, costruiscono la scena; non cercano più l’istantaneità della visione ma la sua armonia scientifica, senza per questo rinunciare a profonde suggestioni emotive.

E’ Signac stesso a raccontare, in un saggio pubblicato nel 1898, le motivazioni che sostengono le sue scelte, individuando in Delacroix il vero capostipite di tale movimento, l’estimatore della purezza cromatica che bandisce “il grigio” dalla tavolozza quale “nemico di qualsiasi pittura”. Un quadro neoimpressionista, dice, ”nasce dalla disposizione degli elementi sulla tela”, segue la tradizione alla ricerca di un’armonia d’insieme: sono linee, colori e chiaroscuro a fare la creazione del pittore. Ciò che conta è un’esecuzione sapiente, ragionata e rigorosa. A chi ascrive a tale tecnica il carattere d’artificio, a scapito del talento individuale, Signac risponde che, restando immuni dal fascino della pennellata, optando per una soluzione scientifica, il tocco stesso si fa pensiero e pone l’opera ad un livello superiore rispetto ad una semplice copia dal vero. La pittura non può forse vantare il diritto di essere insegnata al pari di musica e matematica? Inequivocabilmente sì: “I colori ubbidiscono a regole infallibili proprio come altre discipline” risponde Charles Blanc, autore di “La grammaire des arts et du dessin”. Nel corso della sua lunga esistenza – muore nel 1935 – Signac sperimenta diverse tecniche fra cui l’acquerello e il disegno che, seguendo l’approccio impeccabile alla resa dei valori e secondo i suoi principi, può, attraverso il bianco e nero, divenire “esecuzione luminosa e colorata”.

Paul Signac, Le petit déjeuner, 1886-1887

Paul Signac, Le petit déjeuner, 1886-1887

La relazione di continuità con l’impressionismo, enunciata a gran forza nel suo trattato, appare talvolta una scelta diplomatica. Come osserva Renato Barilli, sostanziali sono le differenze fra gli esponenti dei due movimenti: i primi vanno alla ricerca “della magica sintonia dell’immediatezza”, i neoimpressionisti, mediante un’analisi dettagliata, eseguono un’operazione di sintesi tale da indurli – forse inconsapevolmente – verso una primigenia forma di astrattismo molto più vicina di quanto si possa pensare al simbolismo stesso. Ed è proprio per questo che va loro riconosciuta la forza dell’innovazione, il merito di aver gettato le basi per lo sviluppo della pittura fauve, dove l’autonomia del colore e degli elementi prendono definitivamente il sopravvento sulla rappresentazione

NEL VIDEO UN VIAGGIO TRA LE OPERE DI PAUL SIGNAC

GRATIS I RISULTATI D’ASTA, LE QUOTAZIONI, LE STIME DI BASE, I RECORD DELLE OPERE SEMPRE AGGIORNATI DI Paul Signac CON FOTOGRAFIE E SCHEDE.DUE LE FONTI DI RILEVAMENTO. PER AVERE UN QUADRO COMPLETO CLICCATE UN LINK, POI L’ALTRO.

www.sothebys.com/it/search-results.html?keyword=paul+signac+1863

www.christies.com/LotFinder/SearchResults.aspx?action=search&searchFrom=header&lid=1&entry=%22Paul%20Signac%22

SE HAI GRADITO IL SERVIZIO E STILE ARTE, VAI ALL’INIZIO DI QUESTA PAGINA E CLICCA “MI PIACE”

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Sai da cosa nasce lo “stile drammatico” di Munch? Le opere, il video

Perchè Tolstoj voleva gettare sul rogo i quadri di Leonardo, Michelangelo e Raffaello