Home / News / L’opera ‘Dichiaro di non essere Emilio Isgrò’ donata al museo degli Uffizi
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

L’opera ‘Dichiaro di non essere Emilio Isgrò’ donata al museo degli Uffizi

Un’opera di Emilio Isgrò (Barcellona Pozzo di Gotto, ME, 1937), tra gli innovatori più importanti del linguaggio artistico italiano del secondo dopoguerra, entra a far parte in maniera permanente delle collezioni della Galleria degli Uffizi di Firenze.

L’autoritratto concettuale, dal titolo ‘Dichiaro di non essere Emilio Isgrò’, realizzato nel 1971 dall’artista siciliano, è stato donato al museo fiorentino dall’Associazione Amici degli Uffizi.

Si tratta di un’installazione per sette elementi, composta da altrettanti fogli di carta serigrafata (29,5×21 cm), sui quali si possono leggere le affermazioni dello stesso Isgrò e dei componenti della sua famiglia, che negano la sua identità.

Variante IV (foglio 1)

“Affascina, in questo artista che ha fatto della cancellazione la sua sigla distintiva – afferma Cristina Acidini, soprintendente per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze -, l’ottenimento dell’autoritratto concettuale attraverso rinnegamenti, ripudi ed amnesie altrui, sino al paradosso finale del diniego di sé. Come una gemma realizzata a incavo, in cui l’artefice costruisce l’immagine per sottrazione, con un’accorta manipolazione del vuoto”.

“Dopo aver celebrato i primi vent’anni dell’Associazione – sottolinea Maria Vittoria Rimbotti, presidente degli Amici degli Uffizi – con la donazione di un’opera di Bill Viola, uno degli artisti più grandi del nostro tempo, eccoci pronti a ripartire con la nostra attività a sostegno di uno dei musei più belli, più importanti e conosciuti al mondo. E lo facciamo donando Dichiaro di non essere Emilio Isgrò, uno dei lavori ‘storici’ di Emilio Isgrò, personalità eclettica, protagonista non solo dell’arte del secondo Novecento italiano, ma anche della letteratura, della poesia e del teatro.
“È quindi una gioia condivisa con tutti gli oltre ottomila soci degli Amici degli Uffizi – continua Maria Vittoria Rimbotti -, proseguire la nostro impegno di mecenatismo a favore della Galleria, contribuendo ad accrescerne il già vasto patrimonio”.

Variante IV (foglio 1)

“L’ingresso di un’opera ‘storica’ di Emilio Isgrò – afferma Giovanna Giusti, direttrice del Dipartimento dell’arte contemporanea agli Uffizi -, concepita nel lontano 1971, nella Collezione degli autoritratti degli Uffizi è carica di significati. L’artista che della cancellatura ha fatto il proprio concetto fondante, affidando ad essa la libertà di un nuovo spazio creativo, ha scelto la negazione di sé attraverso le dichiarazioni dei suoi familiari, che rendendo impossibile il suo riconoscimento, sostengono la sua auto cancellazione meditata attraverso una sorta di ‘suicidio rituale’. L’artista/poeta visivo, sebbene ‘schermato’, insieme ad altri già in collezione (Lucio Fontana, Ketty La Rocca, Lucia Marcucci, Franca Pisani, Jenny Holzer), assertori per vie diverse del potere concettuale della parola, porta nella raccolta degli Uffizi un altro importante contributo alla varietà espressiva dell’auto ritrarsi”.

Valutazione gratuita quadri e oggetti - Come vendere e guadagnare da casa - Fare gli artisti e guadagnare

1- VALORE QUADRI E D'OGNI OGGETTO - Qui gratis valutazioni e stime, quotazioni, coefficienti INIZIA LA STIMA GRATUITA
Servono un paio di foto - fatte anche con il telefonino - del quadro o dell'oggetto da collezionismo o vintage da valutare gratuitamente, perché in questo modo ci sarà possibile fornire una stima reale dell'opera o dell'oggetto, in quanto le quotazioni differiscono nell'ambito della produzione dello stesso autore o manifattura e la valutazione è sempre commisurata alla qualità dell'opera od oggetto e a tutti i precedenti d'asta, su opere delle stesse dimensioni, se esistono. I borsini o preziari mostrano infatti grandi limiti nell'arte e nel collezionismo. Se infatti funzionano discretamente per le automobili - che sono infinite repliche - non possono essere automaticamente applicati a un pezzo d'arte o di collezionismo. Le stime che ti offriamo gratuitamente -  in una sinergia Stile Arte-Catawiki - tengono conto dell'insieme di più fattori e possono riguardare quadri od oggetti di collezionismo di ogni provincia o di ogni area. Chi meno se ne intende - e facciamo l'esempio dell'arte - potrà sapere se quello che ha è una stampa o un'oleografia o un dipinto. Potrà conoscerne l'epoca, la qualità e ricevere una stima economica gratuita
 
 

cliccare sul bottone arancione, qui sotto, per inviare le foto

TUTTO AVVIENE ON LINE. SENZA DOVER PARLARE CON NESSUNO. CLICCARE SUL LINK GRATUITO ARANCIONE  QUI SOTTO, PER MANDARE FOTO E DESCRIZIONE OGGETTO PER LA STIMA GRATUITA E INFORMALE. PUOI COSI' CHIEDERE UN SEMPLICE PARERE sul valore di mercato dell'oggetto. E' dal 1995 che forniamo gratuitamente stime.
CLICCANDO TI SI APRIRA' UNA SCHEDA in cui dovrai mettere foto - è semplice come caricare un'immagine su Facebook - e indicare le dimensioni dell'oggetto

 

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Inge Prader, la fotografa che interpreta Klimt e la caduta degli Dei. Tutte le immagini

Le facezie di Leonardo da Vinci. L’umorismo freddissimo del Rinascimento

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp