Home / News / Milano con il Photofestival diventa capitale della fotografia
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Milano con il Photofestival diventa capitale della fotografia

Nell’arco di circa un mese e mezzo – dal 29 aprile al 16 giugno – il Festival coinvolgerà oltre un centinaio di sedi espositive milanesi, creando un articolato circuito di mostre fotografiche aperte gratuitamente al pubblico, arricchito da un interessante programma di workshop, visite guidate e incontri per avvicinare i numerosi appassionati del mezzo
fotografico.



Abbiamo voluto appoggiare con convinzione ed entusiasmo questa importante iniziativa perché mette in atto due strategie davvero significative per la cultura della nostra città – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Da un lato, l’approccio sistemico, ovvero garantire, attraverso un’ampia visuale, la rete di produzione e diffusione della fotografia e la messa a sistema degli spazi ad essa dedicata capace di far emergere la straordinaria massa critica della proposta e della sua articolazione in città. Questo approccio consente una comunicazione molto più efficace che consente al pubblico di riferimento, attraverso la guida del Photofestival e delle iniziative ad esso collegate, di entrare in contatto con tutto il mondo legato alla fotografia e alla nostra città.
Il secondo aspetto importante è il patto tra pubblico e privato che questo festival realizza nei fatti, creando un’ alleanza per diffondere la cultura della fotografia in tanti spazi della città.
All’interno del cartellone ci sono anche alcune iniziative promosse dal Comune, come la bellissima mostra di Luca Beltrami al Castello Sforzesco, e spazi comunali come l’Ex Fornace di via Gola in zona 6 o la Biblioteca di Villa Litta – ha proseguito l’assessore Del Corno –.Milano. Capitale della fotografia’ non è quindi solo il sottotitolo di questa edizione di Photofestival, ma e’anche una realtà e, soprattutto, un auspicio affinché si rafforzi il ruolo di capitale della fotografia in ambito internazionale. In quest’ottica ricordo che il Photofestival passerà il testimone a metà giugno alla mostra dedicata a Salgado negli spazi di Palazzo della Ragione, ritornato finalmente alla piena funzionalità come luogo dedicato permanentemente alle esposizioni fotografiche”.

 

Le esposizioni saranno ubicate all’interno delle principali gallerie d’arte e in alcuni importanti musei e palazzi storici di Milano, ma anche presso spazi istituzionali come biblioteche e centri civici legati alle zone, che portano così mostre e autori importanti anche nelle aree periferiche della città e non solo nel centro storico.

Un lungo percorso che indaga la fotografia nei suoi mille aspetti – dal ritratto allo still life, dal reportage alla ricerca – ed esplora la creatività di artisti affermati e giovani talenti, proponendo anche alcune mostre a marchio “Photofestival”, appositamente prodotte per l’evento.

Un Photofestival sempre più caratterizzato nella quantità e nella qualità delle proprie offerte culturali.

Tra le novità dell’edizione 2014:
150 mostre fotografiche, tutte aperte gratuitamente al pubblico (unico ingresso a pagamento quello al Museo Bagatti Valsecchi) con un programma molto vario che spazia tra le proposte di fotografi professionisti e di giovani autori di valore.
• i Palazzi della Fotografia: quattro elegantissimi edifici storici (Palazzo Castiglioni, Palazzo Bovara, Palazzo Turati e Palazzo Giureconsulti) in cui vanno in scena mostre fotografiche appositamente studiate per essere lì esposte.
• i Photographers Days by Photofestival, con seminari, workshop, letture portfolio, incontri con autori e lectio magistralis (v. programma, disponibile anche su www.photographers.it/photographersdays).
• 8.000 copie del catalogo cartaceo della manifestazione (stampate con un sistema ecosostenibile) distribuite gratuitamente nei singoli luoghi espositivi.
L’apertura di Photofestival è stata l’occasione per la consegna del Premio AIF alla carriera, il riconoscimento che l’Associazione Italiana Foto & Digital Imaging attribuisce ogni anno a personaggi che abbiano dimostrato qualità di eccellenza nello svolgere la professione, onorando il nostro Paese con la propria statura umana e professionale. Il Premio AIF 2014 alla carriera viene assegnato a Cesare Colombo, per l’importantissimo contributo dato alla fotografia italiana sia come autore che come operatore culturale.

Tutte le info su www.photofestival.itwww.aifotoweb.it/photofestival!

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Le beffe di Tintoretto, le pubblicità di Canaletto sui primi giornali

Tatuaggi, arte da Biennale. L’antologia dei tatoo che sfruttano la forma delle natiche. La donna-piovra

Condividi
Tweet
+1
Condividi
WhatsApp