Home / arte curiosità / Il bacio di Munch. Opere erotiche del maestro norvegese. Il piacere alla finestra. Donne vampire
Se vuoi ricevere gratuitamente sulla tua bacheca gli articoli e i saggi di Stile Arte, clicca qui sotto "Mi piace".

Il bacio di Munch. Opere erotiche del maestro norvegese. Il piacere alla finestra. Donne vampire

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995


a munch il bacio

Una posizione spesso ripetuta. Non pose sconvolgenti, come quelle di Klimt, ottimo pornografo. Tutto si ferma prima, in Munch.. Ma è travolgente. E’ l’inizio dell’arsione. Uomo. Donna. E Una finestra. Più grande, più piccola. Quella finestra oltre la quale c’è il mondo. E il bacio, rubato alla visione di tutti, dietro le tende, in un punto isolato, nel quale il tempo accende la propria vampa, ma tutto sembra dilatarsi, in quell’istante. Munch è un ibseniano. E, per capirlo meglio, siccome egli discende dai pensatori schopenaeuriani, somiglia per tanti aspetti al nostro Leopardi, nonostante  operi quasi un secolo dopo.

L’amore è il pensiero dominante, ma solo perchè è necessario alla specie. E’ una volontà della natura. E tutto è un possente errore. Grande realista – nel doloroso linguaggio espressionista – o supremo nichilista? Munch è certo devastato dal nulla. E, anche quando gli si prospetta qualche legame sentimentale importante, rifiuta di avere relazioni più stabili poichè ritiene che la pittura richieda una solitudine totale.

a munch two people 1920

 

Infinita è la distanza dal sensuale Klimt e dal suo bacio circonfuso d’oro. In Munch sono lunghissimi, quasi eterni attimi rubati al nulla nel quale l’uomo e la donna si divorano. Divorarsi, bere le labbra, fondersi, e ancora mangiarsi. E, in maniera sorprendente, per quanto si possa pensare alla ritrosia della donna, eccola, appena è al di là del muro, nascosta da una tenda, essere lei la più fremente, la grande divoratrice. August Strindberg (1849–1912), di fronte a “Il bacio”  (in alto)di Munch del 1897 scrisse che la coppia diventa “una fusione di due esseri umani, dei quali il più piccolo, nelle sembianze di una carpa, sembra pronto per divorare il più grande”. E’ un’ottima intuizione. L’essere più piccolo, simile a una carpa, è la donna. l maschio è la sua vittima. Scivolerà dentro di lei. Questa fame e questa suzione sono presenti anche in Vampiro sulla spiaggia, olio su tela, 150×137 cm, 1916-18

Edvard Munch, Vampiro sulla spiaggia, olio su tela, 150x137 cm, 1916-18

Edvard Munch, Vampiro sulla spiaggia,
olio su tela, 150×137 cm, 1916-18

“Lei si chinò sopra di me, premendo le labbra contro la mia nuca mentre i suoi capelli mi sfioravano. Munch dipingeva, e in breve aveva fatto il suo Vampiro”.

Così lo scrittore Adolf Paul ricorda la genesi dell’opera che qui presentiamo. Paul era andato in visita dal pittore norvegese, che al tempo si trovava a Berlino, e lo aveva colto nel momento in cui stava ritraendo una modella dalla lunghissima chioma color rosso fuoco. Munch, d’acchito, aveva chiesto all’ospite di inginocchiarsi e di posare il capo in grembo alla donna, e a questa di abbassarsi sino a toccare il collo di lui.

Un’intuizione improvvisa, dunque, dettata dalla casualità, che consentiva all’autore dell’Urlo di dar vita ad un’ulteriore variazione su un tema già sviluppato più volte in precedenza. Un sogno, un’allucinazione splendida e terribile svelata da Munch in una vecchia poesia: “Egli mise la testa sul suo seno / ascoltava il battito del suo cuore / sentiva il sangue che le scorreva nelle vene / e poi due labbra brucianti sulla nuca / gli procurarono un brivido / che attraversò tutto il suo corpo”.

“All’epoca del primo Vampiro – sostiene il critico Enrico Giustacchini – Edvard aveva, negli occhi e nell’anima, fluttuanti fantasmi di arpie, femmine alate pronte a scagliarsi su immote crisalidi maschili. Ne aveva disegnate molte, ossessivamente, senza requie. La donna era, nei suoi incubi, la dominatrice impietosa, la serpe dal dente avvelenato.
Poi, con gli anni, qualcosa doveva essere cambiato. La visione si era come addolcita. Munch aveva dipinto abbracci sempre meno feroci, sempre più consolatori. Fino a questo quadro. Lo guardi, e ti sorprendi a pensare addirittura che la vampiressa dai capelli fiammeggianti e la sua vittima cerchino nel viluppo delle membra, tra il profumo del bosco e il respiro del mare, un barlume di reciproca felicità”.

a munch il bacio

Tra le varianti pittoriche e grafiche del bacio, le più note sono due. Quella più conosciuta è stata realizzata, appunto, nel 1897 ed è un quadro di dimensioni cospicue: 99 x 81 centimetri.
Nel 1892, cinque anni prima della stesura de Il bacio, Munch aveva dipinto Il bacio con la finestra. Nella seconda opera aveva ridotto lo spazio poetico della veduta – strada con passanti e luce azzurrina – per aumentare l’isolamento totalizzante della coppia. Del vetro, alla nostra sinistra, resta soltanto un minuscolo triangolo.

a munch il bacio con la finestra 1892

a munch studio

a munch sex

a munch nudo 22 26

 

a munch Kneeling Female Nude, 1919

a munch da vedere

a munch creopatra and the slave 16 22

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, ALL’INIZIO DELLA PAGINA, POCO SOPRA IL TITOLO DI QUESTO ARTICOLO. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO, OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995

Come vendere e guadagnare da casa: quadri, preziosi e oggetti da collezione - Fare gli artisti e guadagnare

VUOI VENDERE OPERE DI GRANDE VALORE O COLLEZIONI INTERE? QUI consulenza alle operazioni di vendita. Contattaci e i nostri esperti ti guideranno con competenza. Invia le immagini e i dati in una mail a redazione@stilearte.it inserendo nell'oggetto la dicitura "Vendita quadri". Ti ricontatteremo al più presto
2 - GUADAGNARE DA CASA - Vendi da qui quadri e cose vecchie alle vere aste. Istruzioni-kit Come guadagnare senza uscire di casa e standosene comodi sul divano? E' facile. Magari hai già un quadro o un oggetto di collezionismo che vuoi vendere in modo sicuro, prendendo bene. Magari, invece, devi far mente locale per cercare in casa, in cantina, in soffitta. Chiedi ad amici e parenti gli oggetti che non servono più. Iscriviti subito gratuitamente alle aste Catawiki con i link sicuri che troverai qui sotto e parti per un'avventura tranquilla e redditizia. Non dovrai nemmeno uscire di casa per portare il pacco in posta o dallo spedizioniere, perché, a vendita avvenuta, passerà lo spedizioniere stesso a ritirare, da te, il pacco. Catawiki cerca oggetti speciali, quelli che ormai non si trovano più nei negozi o che sono "fuori di testa". Ma cerca anche quadri di valore, stampe e tanti oggetti di collezionismo. Proponi in vendita all'asta i tuoi oggetti con Catawiki: clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si aprirà una pagina come quella della fotografia qui sotto. Gratis   3 - FARE GLI ARTISTI E GUADAGNARE – Ecco come Qui le regole e gli indirizzi per gli artisti e i fotografi artisti che vogliono mantenersi, vivendo di pittura e arte, nell'era del web. PER INIZIARE A VENDERE la tua opera d'arte, CLICCA SUL LINK ARANCIONE, qui sotto. Non sono richieste cifre di adesione o iscrizione, né ora né in futuro. Servono solo le foto, che puoi scattare alla tua opera anche con il telefonino.  La tutela dell'utente è completa, sotto ogni profilo, con garanzia assoluta di gratuità, privacy e supervisione della correttezza di ogni operazione da parte un notaio, il Dott. J. Borren dello studio M.J. Meijer Notarissen N.V., Amsterdam. Anche la presenza notarile - pure essa completamente gratuita per l'utente - è una garanzia assoluta delle modalità operative e delle dichiarazioni di gratuità del servizio. > Vendi le tue opere d'arte con Catawiki: Clicca qui, su questa riga,  per iniziare le operazioni. Tutte gratuite. Ti si apre una pagina come quella della fotografia qui sotto Iscriversi a Catawiki è semplice, rapido e soprattutto sicuro. Abbiamo testato questa importante casa d'aste e possiamo dare il nostro personalissimo "pollice in su" in quanto a correttezza, professionalità e preparazione. Fare affari è ancora possibile anche nell'era della crisi!

Colori ad olio - Quali scegliere? Le risposte nell'articolo

COLORI A OLIO, ecco i più venduti. Approfitta dell'offerta Amazon (vedi i prodotti qui di seguito) attraverso la selezione effettuata dalla nostra redazione, che ha individuato i prodotti migliori ai prezzi più convenienti. Colori a olio: ecco le recensioni: MAIMERI: Olio puro. Una soluzione di alta qualità. Questo prodotto, infatti è definito puro in quanto il colore non è mescolato con altre sostanze. Si tratta di olio più pigmento e nulla più, se non un minimo apporto di additivi per migliorare la qualità del colore. Caratteristica principale, infatti, è l'attenzione e la fedeltà del colore. Un prodotto studiato per il risultato cromatico migliore possibile. Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Maimeri  

Maimeri 0398100 - Set Tubi Olio Classico,10 Colori Assortiti. Prezzo: 42 euro (più spese spedizione)

  FERRARIO: Van Dyck. Una gamma con uno dei migliori rapporti qualità/prezzo. Ideale per chi è alle prime armi ma, data la qualità del prodotto, molto utilizzata anche dagli esperti del settore. Purezza, intensità delle tinte e impasto untuoso sono  le caratteristiche principali.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Ferrario     OLD HOLLAND: un prodotto per puristi. Old Holland produce ancor oggi i suoi colori utilizzando le tecniche e le formule tradizionali. Uno dei marchi più ricercati dagli artisti fin dalla nascita della pittura ad olio. Il prezzo non è certamente adatto alle tasche di tutti ma si tratta pur  sempre della "Ferrari" dei colori ad olio.  Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Old Holland WILLIAMSBURG: una linea e un prodotto che si fregia di essere stato creato dagli artisti stessi, per la migliore resa possibile. Ogni tonalità risulterà diversa nell'impasto, che può essere più o meno granuloso o più o meno oleoso, in quanto appositamente studiata per la resa cromatica migliore Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori Williamsburg  WINSOR & NEWTON:  la giusta via di mezzo. Il prezzo è alla portata e la qualità offerta è sicuramente di medio/alto livello. E' la linea Winsor & Newton, utilizzata dalle accademia. Buona  qualità dei colori, ad un prezzo abbordabile Clicca qui per visualizzare e acquistare i colori WINSOR & NEWTON REGALA UN KIT DI PITTURA: abbiamo selezionato - nella griglia che proproniamo qui di seguito - i prodotti più interessanti in rapporto qualità/prezzo proposti dal web.
Clicca qui per valutazioni gratuite di opere d’arte, antiche e moderne

x

Ti potrebbe interessare

Il meraviglioso chalet del pittore Balthus. 113 finestre, facciata scolpita nel Settecento. Il video

Casa di legno. Com’è bello veder crescere il cuore arcaico degli edifici auto-costruiti. Video